Home » Calcio

Iniziato ieri a Boara Polesine il corso allenatori 

17 gennaio 2017 1.185 visite Stampa articolo

Corso allenatori (6)BOARA POLESINE (ROVIGO) – E’ iniziato ieri a Boara Polesine nel tardo pomeriggio il corso per allenatori di calcio al quale hanno fatto domanda in 52. Di questi, dopo le prove tecniche preventive, sono stati accettati in 40 a cui bisogna aggiungere un candidato proposto dalla Delegazione Provinciale Figc di Luca Pastorello. Nella persona di Corina Perazzolo, attiva nell’attività giovanile femminile del Bassopolesine che sarà collaboratrice di Pastorello per la sezione femminile provinciale. Samantha Clemente opera invece già alla Spal che ha anche un buon settore femminile (imparate, gente, imparate!) e che vuole conseguire il patentino Uefa B per

intraprendere la carriera tra i grandi “magari negli Stati Uniti”. La terza donna ai nastri di partenza è Alessandra Onofri, ex pallavolista poi colta sulla “via di Damasco” dalla

calcio

Al microfono per un saluto il Presidente Regionale della Figc, il confermato Giuseppe “Bepi” Ruzza, con il Consigliere Provinciale Agentino Pavanati, e Roberto Bacchiega

passione per il calcio a 5. Per lei esperienze come portiere a Padova (serie A) e poi in Nazionale B2 e Femi Cz di futsal; a Rovigo allena le portiere del Granzette di calcio a 5 dove ha chiuso la carriera da calciatrice.

Dei 41 al via 19 sono della provincia di Rovigo, 15 da Padova, 2 da Venezia, 3 da Verona e 2 che risiedono qui pur essendo “stranieri”. Ecco l’elenco completo: Matteo Albertin, Francesco Barbieri, Sandro Barillari, Stefano

Samantha Clemente, Corina Perazzolo,  Alessandra Onofri

Samantha Clemente, Corina Perazzolo,  Alessandra Onofri

Benetton, Stefano Bernardini, Gianluca Boaretto, Tommaso Boischio, Cirillo Bondesan, Andrea Brunello, Roberto Busato, Giovanni Canazza, Enrico Cilio, Samantha Clemente, Giovanni Cordella, Luca Crivellari, Massimo De Michele, Matteo Ferrati, Alessandro Fortin, Matteo Frasson, Michele Giacomelli, Gianni Giacomini, Stefano Giovannini, Francesco Maglitto, Marco Mandato, Andrea Moretto, Giuseppe Muscarà, Alessandra Onofri, Gianmario Pellegrini, Corina Perazzolo, Andrea Piombo, Alessandro Piron, Simone Puozzo, Emanule Rizzi, Leonardo Romanato, Andrea Tamiazzo, Mattia Tessarin, Matteo Tiozzo Pagio, Stefano Tono, Stefano Tromboni, Federico Vendemmiati e Davide Visconti.

Walter Nicoletti

Walter Nicoletti

Spicca il nome di Emanuel Rizzi, ex Coldiense e Rovigo (tra le altre) che  nella scorsa stagione ha contribuito in maniera fattiva alla salvezza del Loreo in Eccellenza (un’autentica impresa!). C’è anche Luca Crivellari, per due anni al Delta Porto Tolle (uno in C2) e ora collaboratore nella gestione tecnica degli Juniores Nazionali del Delta Rovigo. Andrea Moretto (classe ‘91) gioca nella Clodiense che spera di salire in D; era difensore del Rovigo Lpc nella stagione ‘12/’13. Molto noto anche Andrea Brunello, lanciato da Carmine Parlato attuale mister del Delta Rovigo, e figlio del mitico Vanni, autentica icona del calcio rodigino di cui ha indossato la casacca biancazzurra per 371; nessuno ha fatto come lui e probabilmente nessuno potrà fare meglio.

Alla prima serata hanno partecipato il Presidente Regionale della Figc, il confermato Giuseppe “Bepi” Ruzza, il Consigliere Provinciale Agentino Pavanati, il delegato provinciale della Figc Luca Pastorello e Roberto Bacchiega, segretario dell’Aiac polesana e consigliere regionale.

il delegato provinciale della Figc Luca Pastorello

il delegato provinciale della Figc Luca Pastorello

A condurre in prima persona il corso è stato chiamato Walter Nicoletti, di Sant’Arcangelo di Romagna, con un gran passato da allenatore alle spalle (Empoli, Cesena, S.Marino, Livorno e Pisa) che sarà coadiuvato da esperti di varie materie (psicologia, medicina sportiva…….) che serviranno a forgiare tecnici che potranno poi allenare sino alla serie D.

Il corso, a settimane alterne, terminerà ai primi di aprile, l’esame finale è in programma per il 14 aprile. Un impegno durissimo per i partecipanti, alcuni dei quali vengono da lontano. Un “sacrificio” comunque ben accettato dai candidati visto che il patentino Uefa B potrebbe essere il primo passo  per pensare magari a qualche panchina importante. Auguri ragazzi!Corso allenatori (9) Corso allenatori (10)

 

 

Pierre



Articoli correlati


Delta Rovigo. Domani match importante contro l’agguerrito Fiorenzuola.
Gli Allievi del San Giusto di Donada
Delta Rovigo in leggero calo, Adriese in forte crescita
Delta Rovigo migliore in casa, Adriese sempre più positiva
Rovigo allo stadio!!!
A Chioggia un workshop con il Benfica