Home » CALCIO, Delta Rovigo, Serie D

Potenziani appena tesserato: “Voglio crescere in fretta”

17 gennaio 2017 Stampa articolo

Giacomo PotenzianiROVIGO – Giacomo Potenziani è stato in prova a Rovigo per una ventina di giorni e alla fine della scorsa settimana è stato tesserato. Domenica era in panchina a Imola ma la gara è stata rinviata e pertanto il debutto potrebbe avvenire domenica prossima quando al Gabrielli arriverà l’agguerrito Castelvetro degli ex biancazzurri Giuseppe Cozzolino e Gabriele Boilini.

Potenziani è nato ad Alatri (in provincia di Frosinone) il 12 gennaio 1998 e pertanto ha compiuto da pochi giorni il 19° anno di età (anche se in ritardo tanti auguri da parte della nostra Redazione). È alto 1,91 metri per un peso forma di 80 chilogrammi; gioca da terzino sinistro (essendo mancino) ma anche da centrale difensivo. È single (“non c’è ancora nulla di fisso” -precisa), mangia volentieri gli spaghetti alla carbonara, il suo film cult è “Il Gladiatore” con Russell Crowe, ascolta volentieri la voce di Alessandra Amoroso. Tifa per Roma e Frosinone e di quest’ultima squadra va matto per Federico Dionisi, fratello di Matteo che ora è suo compagno di squadra. “Matteo è più ciarliero di Federico ma per me è un onore giocare col fratello di un giocatore talmente forte – ammette Potenziani -. Federico ha contribuito alla promozione in serie A del Frosinone, speriamo che Matteo ci aiuti a salire tra i professioinisti. E mi auguro personalmente di contribuire alle fortune del Delta Rovigo”.

Per salire tra i pro, cosa servirà al Delta Rovigo?

“Dovremo comportarci come nel finale di andata – ricorda Potenziani -. Io guardavo la squadra da fuori ma sentivo dall’interno del gruppo una ‘forza vitale’ capace di superare tutte le difficoltà. La rosa è formata da ‘meno giovani’ e giovani e i primi fanno da maestri ai secondi: un gruppo eccezionale al quale nulla è precluso”.

Dove vuoi arrivare?

“Punto a vincere i Mondiali con la Nazionale Italiana – afferma deciso – e spero di bruciare le tappe per concretizzare il mio sogno”.

Domenica arriverà il Castelvetro; che partita sarà?

“Dovremo preparare l’appuntamento nel migliore dei modi – afferma il difensore frusinate – perché i modenesi, anche se hanno perso le due ultime partite con Colligiana e Lentigione hanno il secondo attacco del girone con 32 gol (38 la Correggese) e pertanto bisognerà fare molta attenzione”.

Ci sono poi gli ex……..

“Molto spesso diventano decisivi – ammette Potenziani -; starà a noi esorcizzare la presenza di Cozzolino e Boilini che, mi dicono, a Rovigo hanno fatto molto bene. Anzi dovrà essere il Castelvetro a preoccuaprsi di noi; per quanto mi riguarda mi metto anima e corpo a disposizione di Parlato e cercherò di farmi trovare pronto ogni volta che deciderà di impiegarmi”.

A breve potrebbe essere tesserato anche il pordenonese Marco De Anna, trequartista-seconda punta classe ‘98, e col suo arrivo la batteria dei giocatori di tale annata sarà finalmente numerosa potendo contare anche su Miotto e Fabris. Un ‘98 è anche Cristian Crescenzi che attualmente è alle prese con un problema ad un menisco per il quale dovrà probabilmente essere operato con recupero previsto tra un mese.

 

Pierre



Articoli correlati