Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Oliveira: “Dobbiamo assolutamente ‘vendicarci’ del Castelvetro”

19 gennaio 2017 501 visite Stampa articolo

Carmine Parlato ha concesso oggi una giornata di riposo ai giocatori dopo avere iniziato la preparazione settimanale già da lunedì scorso (e non al martedì come al solito) visto che domenica non si è giocato a Imola. La decisione probabilmente è stata presa anche alla luce delle fortissime raffiche di vento degli ultimi giorni che hanno vanificato tutto il lavoro con il pallone, veramente ingovernabile. Domani è prevista un’attenuazione del fenomeno e pertanto il tecnico biancazzurro avrà la possibilità di provare quanto ha in mente.

Tutti i giocatori sono sul chi va là, compresi (e soprattutto) quelli che giocano meno di altri. Tra questi c’è Diego Oliveira che sinora ha indossato la casacca biancazzurra per 15 volte ma solo 8 da titolare: le prime del campionato. Poi Parlato lo ha fatto partire dalla panchina sette volte mentre in tre occasioni non è nemmeno sceso in campo. Non ha segnato nemmeno un gol come accaduto a Pordenone (sempre con Parlato in panca) in 16 presenze nella stagione ‘13/’14. Nella scorsa stagione era al Castiadas (Serie D sarda) dove non sono serviti i suoi 9 gol in 17 presenze per la salvezza.

“Non sono mai stato veramente un uomo-gol – ammette Oliveira – bensì un uomo-assist. Il mio compito è sempre stato quello di portare scompiglio nelle difese avversarie per  creare corridoi per i  miei compagni. Segnare per un giocatore di calcio è indubbiamente importante ma lo è di più il fatto che sia la squadra a farlo. A Rovigo stiamo giocando un grandissimo campionato, iniziato male ma ora in linea con le aspettative estive. Speriamo di vincerlo perché tutte le componenti societarie meritano il calcio professionistico”.

Domenica arriva il Castelvetro che all’andata vinse per 2-0; Oliveira era titolare…..

“Il ricordo di quella gara mi infastidisce ancora – rammenta l’esterno brasiliano -. Venivamo dal successo sull’Imolese e speravamo di fare bis. Invece già dopo due minuti eravamo sotto per il gol di Greco (ex serie A) che approfittò di un nostro errore per battere Boccanera in sospetta posizione di fuorigioco. Anche il secondo gol di Giuseppe Cozzolino (ex Delta Rovigo) ebbe radici da un nostro movimento sbagliato. Un gol che ci ‘uccise’ psicologicamente; tanto che non fummo in grado di reagire come volevamo”.

Che partita ti aspetti domenica prossima al Gabrielli?

“Vogliamo a tutti i costi trovare la ‘vendetta’ sportiva – assicura Oliveira – ma non sarà certamente facile centrarla. Anche se i modenesi hanno perso entrambe le ultime partite giocate hanno un attacco molto prolifico con 32 gol all’attivo (solo la Correggese ha fatto meglio con 38) mentre in difesa sono piuttosto perforabili (è già accaduto 29 volte, ndr). Dovremo essere bravi a sfruttare al meglio le occasioni che si presenteranno ed evitare gli errori dell’andata”.

Nel Castelvetro mancherà Giuseppe Cozzolino, bomber della squadra con 10 gol all’attivo (un rigore), ex biancazzurro…..

“Mi dicono che il Castelvetro giocherà ugualmente…..in 11 – ironizza Oliveira -. E non è detto che chi lo sostituirà abbia meno voglia di sbancare il Gabrielli. Dovremo stare molto attenti”.

MERCATO. Domenica Parlato avrà con ogni probabilità a disposizione anche Marco De Anna (trequartista-seconda punta, classe ‘98) che Parlato conosce molto bene perché poteva vederlo quotidianamente all’opera nella stagione ‘13/’14 a Sacile dove erano entrambi.

 

Pierre



Articoli correlati


Il Delta Rovigo punta su mister Carmine Parlato
I numeri della tredicesima giornata
Parlato: “I nostri avversari saremo…..noi stessi”
Migliorini: “Con la Colligiana abbiamo gettato due punti”
Il Loreo, fanalino di coda, non demorde            
Il Delta regola il Legnago

Scrivi un commento!