Home » Rugby

Rugby Rovigo a valanga su Conad Reggio

Bersaglieri a valanga al Battaglini: nella prima giornata di ritorno del Campionato Italiano d’Eccellenza la FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta vince 50-26 contro il Conad Reggio mantenendo la seconda posizione in classifica.
28 gennaio 2017 Stampa articolo

FEMI-CZ Rovigo v Conad Reggio 50-26 (24-7)

Marcatori: p.t. 4′ m. Momberg tr. Basson (7-0), 18′ c.p. Basson (10-0), 28′ m. Martani tr. Gennari (10-7), 30′ m. Majstorovic tr. Basson (17-7), 34′ m. Cicchinelli tr. Basson (24-7); s.t. 42′ m. De Marchi tr. Basson (31-7), 51′ m. Lanzano tr. Gennari (31-14), 55′ m. tecnica tr. Chillon (38-14), 61′ m. Pavanello non tr. (43-14), 67′ m. Arrigo tr. Mantelli (50-14), 76′ m. tecnica tr. Gennari (50-21), 79′ m. Manghi non tr. (50-26)

FEMI-CZ Rovigo: Basson (53′ Pavanello); Arrigo, Majstorovic, Modena, Barion; Mantelli, Chillon (65′ Pasini); Ferro (58′ Brancoli), De Marchi, Ruffolo (cap) (65′ Ortis); Parker, Cicchinelli; Iacob (53′ Bordonaro), Momberg (63′ Cadorini), Balboni. All. McDonnell, Wright

Conad Reggio: Daguin (68′ Azzini); Gennari, Orsenigo (60′ Silva), Mannato (77′ Maghenzani), Caminati (58′-64′ Fiume) (65′ Gatti); Farolini, Cazenave (cap); Balsemin, Rimpelli, Martani (36′ Perrone); Visagie, Dell’Acqua (73′ Regestro); Celona, Manghi, Lanzano (65′ Fiume). All. Manghi

Arb. Piardi (Brescia)

AA1 Blessano (Treviso), AA2 Cusano (Vicenza)

Quarto Uomo: Bellinato (Treviso)

Cartellini: 54′ giallo a Celona (Conad Reggio); 76′ giallo a Barion (FEMI-CZ Rovigo)

Calciatori: Basson (FEMI-CZ Rovigo) 5/5; Chillon (FEMI-CZ Rovigo) 1/2; Mantelli (FEMI-CZ Rovigo) 1/1; Gennari (Conad Reggio) 3/4

Note: giornata leggermente nuvolosa e fredda, campo in discrete condizioni ma scivoloso. Spettatori: circa 900.

Punti conquistati in classifica: FEMI-CZ Rovigo 5; Conad Reggio 1

Man of the Match: Arrigo (FEMI-CZ Rovigo)

 

ROVIGO – Partono subito agguerriti i padroni di casa che, dopo appena 3 minuti dal fischio d’inizio, ottengono un calcio a favore e optano per andare in touche: la scelta si rivela ottima e viene premiata con la meta di Momberg, trasformata poi da Basson. I Bersaglieri nei minuti successivi continuano a mettere pressione agli avversari, soprattutto con la supremazia nelle fasi statiche, e al 18′ ottengono un altro calcio a favore che Basson mette tra i pali per il 10-0. A questo punto arriva la reazione degli ospiti che muovono bene la palla al largo ma è da drive che arriva la loro prima marcatura, al 28′ a firma di Martani, e la trasformazione di Gennari accorcia le distanze. La risposta dei padroni di casa non si fa attendere e i trequarti rossoblu fanno faville allo scoccare della mezzora, riuscendo con una bella azione veloce a mandare oltre la linea Majstorovic. Prima della pausa i Bersaglieri allungano ulteriormente, stavolta con Cicchinelli, e Basson con la trasformazione decreta il 24-7 su cui le squadre tornano agli spogliatoi.

La ripresa vede la FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta conquistare il punto di bonus dopo soli 2 minuti dal fischio dell’arbitro, grazie ad una meta da drive di De Marchi che Basson trasforma per il 31-7. Gli ospiti però non demordono, nonostante le successive incursioni dei rossoblu che però non riescono a concretizzare, e quando ottengono un calcio a favore optano per la touche sui 5 metri avversari: con una grande spinta della maul Reggio segna la seconda meta di giornata, a firma di Lanzano e trasformata dal preciso Gennari. Girandola di cambi per Rovigo che mantiene ben salde le redini del gioco e al 55′ amplia il divario del punteggio: l’arbitro, infatti, assegna ai rossoblu una meta tecnica per fallo d’intercetto volontario del Reggio e Chillon, chiamato a sostituire Basson alla piazzola, trasforma con facilità sotto i pali. Ormai la FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta domina, sia con la mischia che con il gioco al largo, riuscendo a segnare altre due mete: quella di Pavanello al 61′, non trasformata da Chillon, e quella di Arrigo sei minuti dopo, trasformata da Mantelli. Sul 50-14 i giochi sembrano chiusi ma a pochi minuti dalla fine i rossoblu rimangono con un uomo in meno per un giallo a Barion e il Conad Reggio ottiene una meta tecnica che Gennari trasforma agilmente. Gli ospiti sul finire del match vanno a caccia della quarta meta per avere il punto di bonus e l’ottengono con l’ex di turno, Manghi, che al 39′ schiaccia l’ovale oltre la linea dopo un drive: il match si chiude con il punteggio di 50-26.

Alla fine della partita l’allenatore rossoblu Joe McDonnell si dice soddisfatto: “Questo risultato per me è importante perché avevamo la necessità di giocare mantenendo un ritmo alto e prestando attenzione alle regole, perché se non le seguiamo creiamo confusione e pecchiamo di imprecisione. Oggi abbiamo centrato questi obiettivi, ho visto una bella partita e una buona performance da parte di tutta la squadra. Sono molto positivo, ora ci aspetta una settimana di pausa per recuperare le forze in vista della partita del 18 febbraio a San Donà. Voglio fare i complimenti a Mantelli che ha giocato bene e per tutti gli 80 minuti, ho molta fiducia in lui e oggi ha dimostrato di poter essere un buon sostituto di Rodriguez nelle necessità. Complimenti anche a Modena che si sta confermando molto maturo nonostante la giovanissima età, al man of the match Arrigo che si fa trovare sempre pronto, sia quando è chiamato con la prima squadra sia quando lo è con la Cadetta, e a tutta la panchina. Il gruppo sta crescendo, insieme, la strada è quella giusta”.

Oggi ci siamo divertiti, sono contento – è il commento di capitan Edoardo Ruffolo – l’unica cosa a cui dobbiamo prestare più attenzione è la disciplina, abbiamo fatto troppi falli concedendo agli avversari di entrare nella nostra metà campo. Dobbiamo imparare a non commettere questo tipo di errori nelle prossime partite ma, per il resto, tutto quello che avevamo preparato in settimana siamo riusciti a metterlo in pratica. Volevamo alzare il ritmo e ci siamo riusciti, è stato un bel match”.

 

C.S.



Articoli correlati


Calvisano batte Rugby Rovigo all'ultimo minuto
Rugby Frassinelle in campo con Padova 555
La squadra Cadetta del Rugby Rovigo travolge Este
Francesco Cominato, generale di vent’anni
Dario Darani: “obiettivo mancato, ma c’e’ tanta voglia di rimettersi in gioco”
Ufficializzato il calendario dell'Eccellenza

Scrivi un commento!