Home » Calcio, Serie D

Adriese. Vittoria sul Fiorenzuola e ingresso nei play out

29 gennaio 2017 703 visite Stampa articolo

ADRIESE-FIORENZUOLA 1-0

ADRIESE: Milan, Bonilla, De Gregorio, Arvia, Ballarin, Di Bari, Amadio (1’ st Dall’Ara), Bellemo (29’ st Nava), Matei (25’ st Cesca), Marangon, Marcandella. A disp.: Bertasini, De Crescenzo, Greggio, Zanellato, Nalin e Berti. Allenatore: Mattiazzi.

FIORENZUOLA: Vagge, Petrelli, Contini (10’ st Koliatko), Pessagno, Pizza, Messina, Storchi (10’ st Napoli), Arati, Pezzi (29’ st Botchway), Guglieri, Lari. A disp.: Ballerini, Reggiani, Fucarino, Buffagni, Bouhali, Delporto. Allenatore: Ciceri.

Arbitro: Sili di Viterbo (ass. Meloni di Olbia e Bejko di Jesi)

Rete: 6’ st Matei

Note: cielo sereno, terreno in discrete condizioni, temperatura rigida. Calci d’angolo 5-1 per il Fiorenzuola; ammoniti Bonilla, Contini, Matei, Di Bari, Pessagno e Guglieri. Spettatori 200 circa. Prima della gara è stato osservato un minuto di silenzio in ricordo delle vittime dell’hotel Rigopiano.

ADRIA – Dopo la partitaccia di mercoledì scorso contro la Sangiovannese l’Adriese era chiamata oggi al riscatto psicologico e tecnico contro il Fiorenzuola; pena una crisi forse irreversibile. La risposta dei granata è stata pronta (soprattutto nella ripresa) per una vittoria in casa che mancava dal 30 ottobre contro il Ravenna (1-0) per l’unica sconfitta dei romagnoli.

Mattiazzi deve rinunciare agli squalificati Colman Castro e Castellan. Eroe della giornata Giacomo Marangon che ha sciorinato il calcio sopraffino che mostra quando è in giornata come oggi. Già al 2’ il talento di Porto Tolle si invola sulla sinistra ma il suo cross è calciato a lato da due passi da Matei. Per vedere qualcosa dal Fiorenzuola bisogna attendere il 29’ quando un gran tiro di Pessagno fa la barba al palo a destra di Milan. In primo tempo è tutto qui.

Di ben altra caratura la ripresa nella quale a menare con più insistenza le danze è l’Adriese che già al 2’ va vicina al vantaggio con un colpo di testa di Dall’Ara che finisce alto di poco. Quattro minuti dopo il gol-partita: Marangon semina tre avversari sulla fascia sinistra e crossa perfettamente per la testa di Matei che questa volta non può fallire. Al 13’ è ancora il fantasista granata a impegnare severamente Vagge.

Il Fiorenzuola accenna ad una reazione con Ballarin che precede tutti su un perfido diagonale dalla destra. I piacentini spingono e l’Adriese agisce di rimessa e al 24’ il solito Marangon fallisce di pochissimo il bersaglio a portiere battuto. Al 27’ gli emiliani creano la più chiara occasione da rete con Pessagno che di testa manda fuori di poco da posizione invitante.

Il pari sarebbe stato autentica beffa per gli adriesi che riprendono in mano le redini della gara e Marangon imperversa: prima di testa manda tra le braccia di Vagge e poi crossa per l’accorente Cesca che colpisce il palo alla sinistra dell’estremo piacentino. Arriva il triplice fischio finale che saluta l’uscita dei granata dalla zona retrocessione diretta e l’ingresso in zona play out. Niente male per una squadra che solo quattro giorni prima era data per spacciata.

Ecco gli altri risultati: Castelvetro-Pianese 2-1, Colligiana-Delta Rovigo 0-0, Imolese-Ribelle 3-2, Lentigione-Sangiovannese 4-1, Poggibonsi-Rignanese 0-1, Ravenna-Mezzolara 2-1, Scandicci-S.Donato T. 0-2, V.Castelfranco-Correggese 0-0.

CLASSIFICA: Imolese 39; Delta Rovigo, Correggese e Lentigione 38; Ravenna 37; Mezzolara 31; Scandicci, S.Donato T. e Castelvetro 29; Pianese, Colligiana e Rignanese 28; Ribelle * 26; Fiorenzuola 25; Sangiovannese 21; Adriese 19; Poggibonsi e V.Castelfranco 16. *un punto penalizzazione.

 

Pierre



Articoli correlati


Delta Rovigo rimedia una sconfitta con Lentigione
Delta Rovigo e Adriese protagonisti in negativo
In arrivo anche Zubin e Segato. Crescenzi scalpita   
I biancazzurri battono il Poggibonsi e sono Campioni d’Inverno
De Anna: “Che emozione col Castelvetro!”
Turchese. Fusetto: “Domenica col Crespino Guarda sarà importante ma non decisiva”

Scrivi un commento!