Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Fortunato: “Sino alla fine saranno tutte partite difficili”

31 gennaio 2017 226 visite Stampa articolo

ROVIGO – Oggi Jacopo Fortunato compie 27 anni (auguri!). Una ricorrenza felice che lo sarebbe stata ancor di più se il trequartista bergamasco avesse segnato a Colle Val D’Elsa invece di colpire la traversa. Un gol che molto probabilmente avrebbe significato primato solitario, visto che ora i biancazzurri sono ora secondi assieme a Correggese e Lentigione a un punto dall’Imolese.

Fortunato ci racconta l’episodio: “C’era parecchia gente in area. Abbiamo tirato una prima volta ma la difesa a respinto; la palla è rimasta però nei paraggi e io l’ho colpita in difficile coordinazione, mandandola sulla traversa. È rimbalzata in mezzo all’area e la difesa toscana ha liberato. Peccato perché quel gol ci avrebbe dato molte possibilità di vittoria”.

All’andata il 2-2 con la Colligiana costò la panchina a Passiatore, adesso con Parlato è tutta un’altra storia…..

“In effetti abbiamo raccolto nel ritorno due punti in più dell’andata (6 contro 4) – osserva Fortunato -. Allora eravamo nelle zone basse della classifica, ora respiriamo l’aria fine dell’alta quota. Ricordiamo anche che domenica abbiamo affrontato la più in forma del campionato; alla luce delle tre vittorie in altrettante partite del 2017, condite da 10 gol. I toscani sono ora imbattuti da 8 partite nelle quali hanno raccolto ben 16 punti conditi da 13 gol all’attivo e 7 al passivo. Ecco dunque che il pari di domenica esula dalle rispettive posizioni di classifica e deve essere giudicato risultato positivo”.

L’alta classifica è intasatissima (5 squadre in 2 punti): cosa ci vorrà per vincere il campionato?

“Ci vorrà costanza di rendimento ad alti livelli, concretezza e tanta voglia condita da un pizzico di fortuna che non guasta mai – auspica Fortunato -. Tra l’altro noi abbiamo già incontrato tre ottime squadre come Lentigione (1-1), Castelvetro (2-1) e Imolese (0-0) e dovremo vedercela in trasferta con Correggese (andata 5-2) e Ravenna (0-0). Sarà importante fare bene negli scontri diretti ma non saranno solo questi a decidere il campionato ma anche quelli con squadre di medio-bassa classifica”.

Come la Sangiovannese, prossima avversaria…..

“Appunto! La prossima trasferta sarà fondamentale per noi – osserva il trequartista biancazzurro -. Vogliamo e dobbiamo vincere (come facemmo all’andata, 1-0 con rigore di Sentinelli). Sappiamo però che sarà oltremodo difficile giocare in Toscana contro avversari con l’acqua alla gola (la Sangiovannese è quartultima con 21 punti, ndr). Per metterli sotto dovremo sudare le proverbiali sette camicie”.

INFORTUNI. Oggi hanno saltato l’allenamento Andrea Migliorini per una botta al collo del piede destro che non dovrebbe essere grave e Matteo Dionisi, uscito domenica dopo 17 minuti e sostituito da Capogrosso per un problema agli adduttori della coscia sinistra. Un esame strumentale chiarirà domani le condizioni del jolly reatino.

TIFOSI. Il Club “Vecchia Guardia” organizza un pullman al seguito della squadra che partirà dallo stadio Gabrielli domenica alle ore 10; prezzo 15 euro. Per prenotare chiamare il 347/4507013 oppure il 349/0742478.

 

Pierre



Articoli correlati


Delta Rovigo. Oliveira conosce Parlato e pensa in grande
Delta Rovigo. Gattoni: “Parlato è un grande. Dobbiamo battere il Mezzolara”
Delta Rovigo e Adriese protagonisti in negativo
Morto Mancin, superbo sul campo e uomo di grande umanità
Parlato: “E’ ancora presto per guardare la classifica”        
“Col Lentigione abbiamo giocato in altalena: sbagliatissimo”

Scrivi un commento!