Home » Calcio

Conviviale con allenatori polesani

2 febbraio 2017 397 visite Stampa articolo

convivialeMetti una sera a cena in compagnia di Luca Gotti, Mario Bortolazzi, Giorgio Zamuner, Valeriano Fiorin, Giorgio Molon, Gigi Pasetti e Maurizio Seno, quest’ultimo recentemente tornato dall’esperienza cinese con lo Shenzhen allenato da Clarence Seedorf. E allora, nella tranquilla campagna della bassa padovana, a Barbona, all’agriturismo “Il passaggio” gestito dall’ex allenatore rodigino Volmer Romagnolo, Lorenzo Zecca, preparatore atletico professionista di Rovigo e compagno di studi di Luca Gotti, vice allenatore di Roberto Donadoni al Bologna, è stato il regista di una serata perfetta che ha visto presenti anche i rodigini Alberto Nabiuzzi (match analisys dei felsinei), arrivato da Bologna assieme a Gotti e Bortolazzi, Sandro Tessarin, Francesco Verza, Stefano Turetta e Andrea Zapperi, docente di italiano dell’istituto “Atestino” di Este, che il giorno dopo, con gli alunni della classe terza, ha parlato di emozioni, di cosa e quanto può trasmettere un gol, un momento particolare legato ad una partita.nabiuzzi

Seno_Sacchi

Seno con Sacchi

Luca_gotti

Luca Gotti

Una serata dove il leit motiv è stata l’esperienza in Oriente di Maurizio Seno, veneziano di Stra, classe 1948, allenatore professionista Uefa Pro che per 28 anni ha insegnato al settore tecnico della Figc di Coverciano metodologia dell’allenamento a Ancellotti, Spalletti, Rossi, De Canio, Prandelli, De Biasi e molti altri. Seno, era già stato nello staff di Clarence Seedorf, nelle vesti di osservatore e metodologo, al Milan nel 2014, poi a settembre dello scorso anno, quando all’ex campione olandese è stata affidata la panchina della Shenzhen FC (serie B cinese), è arrivata un’altra chiamata da Seedorf e Seno, ha risposto sì. L’espansione del calcio in Cina è un fenomeno in forte ascesa. C’è l’interesse del governo cinese (il presidente Xi Jinping è un appassionato di calcio e ha annunciato un piano decennale per potenziare le strutture calcistiche, per aumentare la popolarità del calcio tra i ragazzi e per far crescere circa diecimila calciatori in più ogni anno includendo il calcio nelle scuole ) e l’interesse delle aziende più ricche del paese nato dalla vittoria del Guangzhou (allenato da Marcello Lippi) nella Champions League asiatica. In Cina, Milan e Inter, tanto per fare un esempio, sono appaiate al secondo posto come squadre più seguite. Allo Shenzhen, Seno ha concluso l’esperienza a dicembre, con un altro vecchio nome del calcio italiano, Sven Goran Eriksson (che allena in Cina dal 2013), che ha preso il posto di Seedorf.
Ma non ci sono stati solo ricordi, recenti, ad occhi a mandorla, ma anche squisitamente nostrani raccontati da due ex compagni, che non si rivedevano da un po’: Mario Bortolazzi, classe ’65 da Verona, e Valeriano Fiorin, classe 66, da Arzergrande. E una lunga militanza assieme prima a Parma e poi a Genoa. Se Mario Bortolazzi è entrato nella hall of fame dei migliori 11 giocatori della storia del Genoa, Valeriano Fiorin (recente allenatore ad Adria) è ricordato per lo storico gol che segnò in coppa Uefa a Marassi contro il Liverpool. Ma in pochi, ricordano un’altra perla di Fiorin, rispolverata nella serata a Barbona: Bari-Genoa, 1-2 (Fiorin,Skhuravy,Platt i marcatori), stagione 1991-’92. Fiorin, numero 11 sulle spalle, minuto 46’: controllo al volo di sinistro e sempre con lo stesso piede appena fuori area, segna un gol meraviglioso. Non ci credete? Allora andate a vederlo, ne vale sicuramente la pena: https://www.youtube.com/watch?v=slgH_QId2D0

C.S.



Articoli correlati


Adriese ko con Rignanese
Delta Rovigo fa tris e scala la classifica
Delta Rovigo. Il cammino del girone d’andata
Votazioni per l'elezione degli allenatori componenti l'Assemblea ed il Consiglio Federale
Coppa Italia. Adriese domani a Darfo Boario per i quarti di finale
Il Delta Rovigo fa incetta di primati, l’Adriese deve migliorare ancora

Scrivi un commento!