Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Parlato: “Ieri i ragazzi sono stati bravissimi a reagire alle avversità”

6 febbraio 2017 256 visite Stampa articolo

parlatoROVIGO – “Se ieri avessimo pareggiato contro la Sangiovannese avrebbero dovuto ricoverarmi in ospedale nel reparto neuro-psichiatrico perché sarei uscito di testa”. Carmine Parlato inquadra così la vittoria in terra aretina.

Perchè?

“Sono tante le motivazioni – enumera il tecnico biancazzurro -. Siamo andati in vantaggio con Zubin con uno schema che abbiamo provato in allenamento; vuol dire che i ragazzi capiscono quello che dico. Abbiamo successivamente provato a “mettere in ghiaccio” il successo sciupando però per mera precipitazione ma anche per la bravura del portiere toscano il colpo del probabile ko”.

E poi?

“Abbiamo accentuato la nostra pressione quando hanno espulso Mugelli a mezzora dal termine – rammenta Parlato – ma ancora una volta non siamo stati in grado di approfittarne (brucia il ricordo della mezzora a Imola giocata con un uomo in più; 0-0 il finale, ndr). Incredibilmente a dieci minuti dalla fine Lischi ha sganciato un missile terra-aria che ha finito la sua corsa nel sette della porta di Boccanera che non poteva farci nulla”.

Infine?

“Siamo rimasti a nostra volta in dieci per l’espulsione di Fortunato – osserva -. Circostanza che poteva essere negativamente decisiva; i ragazzi però sono stati bravissimi a reagire (soprattutto psicologicamente) per trovare in Zona Cesarini il gol vittoria di Tarantino (colpo di testa dopo azione manovrata) che ha reso giustizia alla nostra superiorità”.

In classifica non è cambiato nulla, visto che anche le altre quattro migliori hanno vinto……

“Da quello che ho letto hanno fatto a loro volta fatica a centrare i tre punti – osserva Parlato – ad eccezione del Ravenna vittorioso per 3-1 a Castelfranco. Ormai è certo che saranno le prime cinque a giocarsi il titolo finale e le posizioni play off. Noi però dobbiamo guardare il nostro ‘orticello’ e coltivare più successi possibile. Non è ancora tempo di guardare le altre; viviamo partita dopo partita”.

Il Delta Rovigo è tornato alla vittoria nel ritorno dopo quella sul Castelvetro (2-1, lo scorso 22 gennaio) e fuori casa non raccoglieva i tre punti dal derby di Adria (1-0 l’11 dicembre)…….

“Spero che tutto questo sia di buon auspicio per il futuro – si augura l’allenatore napoletano -. Già domenica con la Pianese dobbiamo chiudere una ferita che ancora sanguina”. La Pianese infatti è l’unica squadra che è riuscita a battere il Delta Rovigo di Parlato (1-0) che dopo quella partita ha inanellato ben 16 risultati utili consecutivi, corroborati da ben 34 punti. Che hanno permesso di risalire dai bassifondi sino a diventare alla fine del girone di andata Campioni d’Inverno.

DEDICA. Parlato e i suoi dedicano il successo di ieri al giovane portiere Filippo Gandolfi: “Dieci giorni è venuta a mancare la mamma Daria – ricorda mestamente il tecnico -. E’ un ragazzo molto forte ma la forza morale dell’intero gruppo è quella su cui deve fare leva Filippo per ritrovare la serenità”.

GIOVANILI DELTA ROVIGO. Gli Juniores Nazionali di Luca Crivellari hanno subito a Mentebelluna una gravissima “pagata”: i trevigiani hanno infatti vinto per 7-1, relegando i biancazzurri al penultimo posto. I Giovanissime Regionali di Stefano Toso hanno invece impattato al Gabrielli per 2-2 con il Lonigo; i gol biancazzurri sono stati di Bettarello cui bisogna aggiungere un’autorete vicentina. I polesani sono sesti.

 

Pierre



Articoli correlati


Delta Rovigo. Parlato: “Vittoria importante ma dobbiamo migliorare ancora”
Prima categoria: Il Monselice regola alla grande lo Stroppare
Il Delta Rovigo batte la Pianese e rimane alle costole dell’Imolese
Rovigo over 35 travolge Atheste
Beverare. Pavanini: “Sarà un finale al cardiopalma”
Delta Rovigo torna al successo

Scrivi un commento!