Home » vari

Coni Point presenta il suo programma a federazioni, enti e discipline associate

Lucio Taschin: “creare relazioni per noi è un obbligo”
9 febbraio 2017 Stampa articolo

 

coni_pointROVIGO – C’è già tanta carne al fuoco nel 2017 del Coni Point Rovigo. Se ne sono resi conto anche Federazioni, Enti di promozione sportiva e Discipline associate polesane che ieri sera hanno raccolto l’invito del delegato provinciale Lucio Taschin presentandosi numerosi al primo incontro dell’anno, messo in calendario proprio per discutere insieme le attività a cinque cerchi in programma nei prossimi mesi. Più di venti i rappresentanti delle varie discipline sportive che dalle 21 si sono accomodati nella Sala Mediateca del Palazzo delle Federazioni del Coni, in viale Porta Adige a Rovigo. Tra loro anche Roberto Altafin, che proprio pochi giorni fa è stato nominato delegato provinciale per la Federazione Italiana Pallacanestro.

Poco prima a confrontarsi erano stati i fiduciari del Coni provinciale per condividere strategie di azione e progetti. La squadra dei collaboratori di Lucio Taschin anche nel 2017 è ripartita con lo stesso entusiasmo e continua a essere formata dalle 6 figure che ben hanno operato dall’inizio del mandato del delegato provinciale: Michele Veronese, Mario Tosatti, Paola Gazzi, Raffaello Franco, Martial Tchouameni Ngomadji e Corina Perazzolo.coni_point

Nell’esporre il programma del Coni Point alle realtà sportive, Lucio Taschin ha messo subito in chiaro l’importanza della condivisione. “Per il Coni di Rovigo è quasi un obbligo creare relazioni per far sì che tutto lo sport polesano possa beneficiarne – ha sottolineato – Già nel 2016 ci siamo impegnati per rafforzare quelle esistenti, tra cui quella fondamentale con la Fondazione Cariparo, e per crearne di nuove. Lo abbiamo fatto con voi federazioni ed enti, ma anche con il mondo della scuola. Abbiamo puntato tanto sui giovani e sulla gestione di eventi che consentissero di far parlare di voi e delle vostre attività”.

Tra i primi progetti pronti a partire nel 2017 c’è “Sport @ scuola”, sostenuto dalla Fondazione Cariparo attraverso il bando “Sportivamente”. “Inizierà il 9 marzo con il primo blocco di lezioni di educazione motoria nelle scuole primarie, poi in autunno il secondo – ha anticipato Taschin – E poi c’è il progetto “Be Active” iniziato in forma sperimentale alla primaria ‘Miani’ di Rovigo, che vorremmo far ‘esplodere’ da settembre in molte altre scuole per portare l’attività fisica in classe ogni giorno. Per noi è questa la sfida più importante”.

coni_pointDei rapporti con la scuola ha ampiamente parlato anche Piero Ambretti, referente per l’educazione fisica dell’Ufficio Scolastico provinciale, sottolineando come lo scorso anno i progetti attivati in collaborazione con il Coni Point abbiano raggiunto addirittura il 98% dei plessi polesani. Un risultato che si mira ad uguagliare, se non a superare, nel corso del 2017.

È in sperimentazione anche il progetto di un Centro di avviamento allo sport, attualmente seguito dal coordinatore tecnico del Coni Point Enrico Pozzato, che si propone di promuovere e gestire la condivisione di competenze ed esperienze tra più società sportive locali per fornire elementi motori diversi e nuovi per stimolare la corretta crescita degli atleti.

Attraverso “Sportivamente”, Fondazione Cariparo e Coni Point garantiranno la consueta pioggia di contributi per sostenere l’attività sportiva Under 18 attraverso l‘acquisto di attrezzatura. Inoltre il bando di quest’anno si arricchisce di iniziative di promozione dello sport, in sintonia con l’Ufficio Scolastico Provinciale, che richiameranno anche testimonial di caratura nazionale.

“Sul fronte eventi, ad aprile tornerà la Festa Young dedicata ai giovani – ha proseguito Taschin – A cavallo tra maggio e giugno sarà la volta della ‘Settimana dello sport’: un contenitore nel quale confluiranno scuola, formazione, cultura, promozione sportiva e tematiche delicate come quella dell’impiantistica. Come lo scorso anno le piazze e i campi sportivi di molti Comuni polesani si riempiranno di attività”.

 

Non mancherà la formazione di qualità per gli operatori dello sport. “Nel 2017 tornerà a Rovigo dopo molto tempo un corso di secondo livello della Scuola regionale dello sport del Coni Veneto – ha anticipato il delegato provinciale – Un vero e proprio master in management sportivo, che si articolerà in 20 ore suddivise in 5 appuntamenti (ancora da decidere le date, ndr). Ci saranno anche due corsi di primo livello e un corso jolly da definire”.

 

Si rinnoverà in autunno l’atteso appuntamento con la Cerimonia di consegna delle benemerenze sportive. E l’anno potrebbe concludersi con un Gran Galà dello sport in collaborazione con altre realtà locali del cabaret e della comicità. Ma questi sono solo alcuni dei progetti in cantiere al Coni Point di Rovigo. Chissà quali altre sorprese potrà riservare il 2017 a cinque cerchi.coni_point

C.S.



Articoli correlati


A Bosaro la festa dello sport
“Sani sapori”, la cultura dell’alimentazione si impara in piazza
16 defibrillatori per gli impianti sportivi di 5 comuni del basso polesine grazie al prezioso sosteg...
Trofeo Coni: Malagò e Renzi premiano Bardelle
Giocagin 2017,va in scena la carica dei... mille
Festa dello sport a San Giusto

Scrivi un commento!