Home » Calcio, Serie D

Adriese. Altra occasione gettata col Mezzolara

12 febbraio 2017 184 visite Stampa articolo

ADRIESE-MEZZOLARA 1-1

ADRIESE: Milan, Bonilla, De Gregorio, Arvia, Ballarin, Colman Castro, Dall’Ara, Amadio, Cesca (40’ st Zanellato), Marangon, Marcandella (22’ st Matei). A disp.: Bertasini, Di Bari, Castellan, De Crescenzo, Nava e Greggio, Nalin. Allenatore: Mattiazzi.

MEZZOLARA: Malagoli, Melli, Doncellini, Galeotti, Quesada, Pappaianni, Bolletti, Negri, Saccà, Vignali (29’ st Tazzini), Sala (20 st Raspadori). A disp.: Zapparoli, Marsulja, Hasanasa, Martelli, Cardo, Marzillo e Menarini. Allenatore: Alberti.

Arbitro: Monaldi di Macerata (ass. Treve e Giorgi).

Reti: 20’ pt Ballarin, 4’ st Negri

Note: cielo nuvoloso, terreno leggermente allentato, temperatura quasi primaverile. Calci d’angolo 7-1 per l’Adriese, ammoniti Dall’Ara, Bolletti, Galeotti, Pappaianni, Sala, Arvia. Spettatori 200 circa.

ADRIA – Un’altra occasione gettata al vento! I granata impattano con il Mezzolara facendosi rimontare ad inizio ripresa dopo il vantaggio di Ballarin del primo tempo. Tutte le dirette avversarie hanno perso e pertanto la conquista dell’intera posta in palio avrebbe significato un gran balzo in classifica. Una “storia” già vista una settimana fa a Tavarnelle di S.Donato (0-0 il finale) con tutte le avversarie ko. Se vuole salvarsi l’Adriese deve essere più cinica; per ora si deve accontentare dell’aggancio alla Sangiovannese. I granata devono recitare ancora una volta il mea culpa per avere fallito un altro rigore con Marangon e devono prendersela anche con la dea bendata poiché una conclusione di Cesca ha colpito la traversa.

La partita non è stata certamente bellissima; troppo importante la posta in palio, soprattutto per l’Adriese. I momenti salienti: al 19’ l’Adriese va in vantaggio: una punizione crea scompiglio dalle parti di Malagoli che smanaccia il pallone mettendolo però tra i piedi di Ballarin che non può fallire. Il pareggio arriva ad inizio ripresa con Negri che approfitta di un errore collettivo della difesa granata per battere Milan.

Poco dopo Cesca è agganciato in area; è rigore di cui si incarica Marangon il quale però esalta le doti del portiere felsineo che respinge (18’). Cesca al 23’ spara a rete ma il pallone, come detto, colpisce la traversa graziando Malagoli tra la costernazione generale per altri due punti gettati. Speriamo non siano decisivi in ottica salvezza.

 

Errepi



Articoli correlati


Delta Rovigo. Caraccio: “Possiamo essere protagonisti sino alla fine”    
Castaldo: “Spero di meritare la fiducia di Parlato”.
Capogrosso: “Il mio gol era validissimo”
Ferrari: “A Colle Val D’Elsa per confermarci in vetta”
Rovigo Over 35 liquida con una manita Ponso
Uisp. 9^ giornata di ritorno

Scrivi un commento!