Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

De Anna: “Spero che il gol in rovesciata sia il primo di una lunga serie”

16 febbraio 2017 280 visite Stampa articolo

De_annaROVIGO – “Veni, vidi, vici!”. Lo disse Giulio Cesare, può dirlo a ragione anche Marco De Anna, a segno domenica contro la Pianese: uno splendido gol in rovesciata che ha aperto le danze contro i senesi, chiuse da Ferrari.

De Anna, friulano 17 anni di Pordenone, è arrivato a Rovigo a gennaio, fortemente voluto da Parlato che se lo ricordava giovane di belle speranze quando entrambi difendevano i colori dei “ramarri”. In quel momento tra i biancazzurri c’era un solo ‘98 (Miotto), visto che Crescenzi aveva già chiuso la stagione per un problema al ginocchio sinistro. Ebbene: il pordenonese ha bruciato le tappe. Undici giorni fa ha debuttato a S. Giovanni Valdarno e domenica ha segnato il suo primo gol tra i “grandi”. Un gol magnifico per preparazione ed esecuzione.

“C’era questa palla vagante molto invitante – ricorda De Anna -. Non ci ho pensato nemmeno un attimo e ho effettuato una ‘bicicletta’ che ha battuto il portiere avversario, leggermente troppo avanzato. Ritengo sia un buon gol perché è stato ‘cercato’ ma soprattutto perché ha contribuito ad una vittoria importante”.

Domenica i gol del giovane friulano potevano essere due…..

“In effetti già nel primo tempo ho scambiato in velocità con Ilari ma il tiro è stato respinto dall’estremo ospite, bravissimo in quella occasione – ammette -. Il nostro primo tempo non è stato il massimo mentre nella ripresa abbiamo giocato meglio ed abbiamo meritato ampiamente le vittoria”.

Nel primo tempo hai giocato da trequartista dietro a Zubin e Ilari, nella ripresa invece da esterno sinistro nel trio d’attacco. Dove ti sei trovato meglio?

“In ruolo che gradisco di più è dietro le punte – osserva – ma nella mia carriera ho giocato spesso anche da esterno. In fin dei conti non è importante dove giocare ma quanto giocare”.

Domenica è in programma la trasferta a Fiorenzuola D’Arda. Che impressioni hai?

“Chiaramente è una squadra che non conosco – ci dice – ma i miei compagni mi hanno detto che è molto insidiosa. Anche se battuta per 3-1 all’andata al Gabrielli giocò con grinta e, mi dicono, sia stato difficile incassare i tre punti”.

Tra i piacentini mancheranno per squalifica tre pezzi da novanta quali Petrelli, Pizza e Arati. Sarà un vantaggio per il Delta Rovigo?de_anna

“Lo sarà solo se non ci faremo caso – osserva De Anna -. Se entreremo in campo mentalmente molli come se avessimo già vinto sarà poi difficile trovare le giuste misure per venire a capo di una squadra che è in piena zona play out (26 punti). Per quanto mi riguarda mi piacerebbe fare tris di presenze e bis di gol; mi rimetto però alle decisioni di Parlato che sinora sono state sempre azzeccate”.

DIONISI. Il giocatore reatino salterà anche la partita di domenica (la terza di fila per lui) poiché il problema agli adduttori non è ancora risolto del tutto. Meglio non rischiare e attendere magari la successiva partita interna con la Ribelle.

 

Pierre



Articoli correlati


Delta Rovigo e Adriese protagonisti in negativo
La vittoria sul Castelvetro vale il secondo posto, in attesa del recupero di Imola
Gravissima sconfitta dell’Adriese a Castelfranco
Uisp: i risultati del week end
l'Adriese sarà guidata ancora da Gianluca Mattiazzi
"Sanfra in festa"

Scrivi un commento!