Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Vittoria risicata ma utilissima a Fiorenzuola    

20 febbraio 2017 322 visite Stampa articolo

ROVIGO – Non si può certamente dire che Carmine Parlato non abbia fiuto. Quando, nella stagione ‘12/’13 era alla Sacilese ebbe modo di vedere spesso all’opera nelle giovanili un “certo” Marco De Anna, allora 14.nne. L’attuale tecnico biancazzurro ricorda: “Mi piaceva tantissimo quel ragazzino che aveva ottima tecnica e che era il leader della sua squadra. Quando, dopo l’infortunio di Crescenzi, ci trovammo a corto di ‘98 mi tornò alla mente e a gennaio è entrato nella nostra rosa”.

De Anna ha ricambiato la fiducia di Parlato segnando due gol di fila che di fatto hanno consegnato al Delta Rovigo sei punti di inestimabile valore. Il 12 febbraio aveva aperto le marcature contro la Pianese (poi avrebbe segnato anche Ferrari) mentre ieri il pordenonese ha siglato in gol vittoria a Fiorenzuola D’Arda. “Indubbiamente il ragazzo sta facendo molto bene – assicura Parlato -. Però non bisogna caricarlo di troppe responsabilità; deve crescere con calma e noi stiamo lavorando perché questo accada. Lo facciamo però senza ‘fanfare’ perché De Anna è molto giovane (classe ‘98) e troppe pressioni potrebbero nuocergli”. Sia quel che sia ma De Anna è ormai diventato pedina importante nello scacchiere biancazzurro e i due gol segnati sinora non saranno certamente gli ultimi.

Vediamo cosa è accaduto nella partita di Fiorenzuola…..

“Abbiamo senz’altro meritato la vittoria – riassume Parlato – ma potevamo centrarla in modo migliore”.

Si spieghi….

“Nel primo tempo abbiamo fallito alcune palle gol importanti – ricorda Parlato – ma abbiamo anche prestato il fianco alle proposte offensive dei piacentini nelle quali Boccanera è stato sempre molto attento. Potevamo mettere in ghiaccio il risultato ed invece abbiamo dovuto attendere metà ripresa per siglare il gol partita: gran palla filtrante di Tarantino per De Anna a destra, tocco con l’esterno e gol preziosissimo”.

E poi?

“Poi ci è mancata la serenità per gestire al meglio il vantaggio – riconosce il tecnico napoletano -. E così sono arrivate le conclusioni dei padroni di casa sulle quali è stato molto bravo Boccanera. Dobbiamo imparare ad essere più maturi e concreti; lavoriamo per questo e quando avremo imparato avremo maggiori probabilità di essere protagonisti sino alla fine”.

Ieri l’Imolese ha vinto a Correggio (seconda sconfitta di fila), il Lentigione ha espugnato S.Donato e il Ravenna ha rallentato a Piancastagnaio. Un turno a favore o a sfavore?

“Continuo a dire che dobbiamo guardare solamente in casa nostra – asserisce Parlato – e partita dopo partita. In tale ottica diventano importanti tutte le gare e già domenica prossima riceveremo la visita di un’indigesta Ribelle di cui non sarà facile venire a capo”. I ravennati ieri hanno battuto (1-0) la Sangiovannese e all’andata imposero il 2-2 al Delta Rovigo, dopo essere stata in svantaggio per 0-2. Ci vorrà molta cautela.

GIOVANILI. Gli Juniores Nazionali hanno perso per 0-3 a Cordenons ed ora hanno un solo punto di vantaggio sul fanalino Este; sabato riposo. I Giovanissimi Regionali invece hanno battuto a domicilio la Solesinese (2-1, reti di Coltro e Coviello) e continuano a stazionare in sesta posizione con una partita in meno che recupereranno mercoledì al Gabrielli contro la Sacra Famiglia (ore 15).

Pierre

titolo: Delta Rovigo. 

Pierre



Articoli correlati


Delta Rovigo. Proibito sbagliare contro il Mezzolara
Recuperi. Il Delta Rovigo domani a Imola, l’Adriese ospiterà la Sangiovannese
Parlato: “Lo 0-0 di Imola è risultato molto importante”
Bisogna battere la Ribelle per tornare in vetta.
Ritorno a mani vuote per il Delta Rovigo
Bisogna crederci ancora con la massima fede

Scrivi un commento!