Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

La fase difensiva funziona: 20 gol al passivo come Ravenna

Bagatti non è più allenatore della Correggese
21 febbraio 2017 413 visite Stampa articolo

cataldoROVIGO – Il Delta Rovigo ha ora la miglior difesa assieme al Ravenna (20 gol al passivo) e dunque il lavoro sulla fase difensiva di Parlato sta dando i suoi frutti. Per spiegare la bontà del lavoro svolto basti pensare che dopo le quattro partite con Passiatore in panca i biancazzurri avevano subito ben sette gol che li relegavano al terzultimo posto della graduatoria delle difese; solamente Scandicci con 8 e Colligiana con 9 avevano fatto peggio.

Con l’avvento di Parlato (20 gare) il Delta Rovigo ha subito solamente 13 reti in totale di cui 8 in casa e 5 in trasferta, che hanno permesso una scalata prodigiosa culminata col primato di domenica scorsa.

Ne parliamo con Ciro Castaldo che domenica è tornato a giocare dopo cinque gare in panchina e dopo essere stato protagonista delle due ultime di andata (Adriese e Poggibonsi) e della prima di ritorno (Lentigione).

“Riassaporare domenica scorsa il profumo del terreno di gioco in campionato è stato meraviglioso – ricorda il difensore napoletano-. Ancora più bello perché abbiamo vinto meritatamente una gara molto difficile nella quale il Fiorenzuola, nonostante le assenze, ci ha reso la vita molto difficile. Sono contento per me stesso ma anche e soprattutto per la tenuta della difesa (coadiuvata dagli altri reparti) che ci sta permettendo di essere così in alto”.

Il Delta Rovigo ha subito due gol nella stessa partita solamente contro Ribelle (2-2) e Correggese (5-2) quando però Castaldo non era ancora a Rovigo. La Ribelle sarà a Rovigo domenica prossima…..

“All’andata non c’ero ma i miei compagni mi dicono che le due squadre sono forti e ‘tignose’. Focalizzando l’attenzione sulla Ribelle basti pensare che all’andata il Delta Rovigo era in vantaggio per 2-0 sino a 8 minuti dalla fine (gol di Fortunato e Ferrari) ma ai ravennati riuscì la rimonta con Mancini e un autogol di Dukic (ora al Lignano). Se domenica vorremmo centrare la quarta vittoria di fila non dovremo distrarci nemmeno un attimo”.

La fase offensiva va un po’ meglio con Parlato (32 gol in 20 gare, media 1,60) che con Passiatore (6 in 4 gare, media 1,5)……

“Guardando i numeri sembra proprio che non sia cambiato molto – ammette Castaldo -. Io sono in difensore ma bisogna dire che in avanti stiamo sbagliando parecchi gol; anche a Fiorenzuola ne abbiamo falliti almeno tre, realizzando i quali non avremmo sofferto dietro e soprattutto l’analisi della gara sarebbe stata diversa. Là davanti abbiamo parecchio giocatori importanti e sono certo che ritorneranno a segnare con la frequenza che meritano”.

Domenica si è fermata la Correggese e ha frenato il Ravenna. Come finirà?

“Credo che la Correggese dopo la doppia sconfitta sia quasi fuori dei giochi – osserva Castaldo – con sette punti dalla vetta. Penso che il Lentigione abbia minori possibilità di vittoria finale rispetto a noi, Imolese e Ravenna. Di sicuro sarà bagarre sino alla fine”.

INFORTUNI. Migliorini non ha partecipato all’allenamento odierno a causa di un problema ad un adduttore della gamba sinistra; potrebbe saltare il match con la Ribelle. Ci saranno invece Tarantino, Gattoni, Zubin e Nichele che hanno effettuato seduta differenziata per piccoli problemi (botterelle e affaticamenti).

MASSIMO BAGATTI. L’ex tecnico biancazzurro, esonerato nella scorsa stagione dopo 7 partite, ha rescisso consensualmente il contratto che lo legava alla Correggese; decisive le sconfitte con Imolese e Ravenna. Al posto di Bagatti potrebbe insediarsi sulla panchina ravennate Eugenio Benuzzi, anch’egli ex Delta Rovigo.

 

Pierre



Articoli correlati


Granzette pronta per serie C
Parlato: “Domenica avevamo più ‘fame’"
Delta Rovigo. Squalificati Ferrari e Fortunato. Marin “Fisicamente i ragazzi stanno bene”
Squalificati Fabbri e Capogrosso.
Delta Rovigo deve incassare l'intera posta
Este in amichevole con Venezia