Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Gattoni: “Chi dice che giochiamo così male?”

23 febbraio 2017 253 visite Stampa articolo

Negli ambienti calcistici della città si sta accendendo un dibattito. C’è chi dice che “Il Delta Rovigo fa punti ma non gioca bene”, altri che rispondono affermando che “Non gioca bene ma fa punti”. Sembra una differenza di grana fine ma gratta gratta non è così: in entrambi i casi si antepone all’altra una delle due opzioni.

Tommaso Gattoni prende posizione sulla vicenda: “Chi dice che non giochiamo bene è fuori strada. Semplicemente non concretizziamo tutte le occasioni che creiamo; segnando le quali non saremmo qui a parlare di buono o cattivo gioco. Tanto per non andare troppo lontano nel tempo basti pensare che a Fiorenzuola abbiamo sbagliato nel primo tempo un paio di ottime palle gol. Se fossero entrate avremmo potuto giocare in spazi più ampi e vincere magari con un divario maggiore. Alla fine però è arrivata la vittoria ed è questo che più conta”.

Gattoni è con Careri e Mboup l’unico confermato della scorsa stagione e domenica ha indossato il biancazzurro per la 50^ volta; ha avuto quattro allenatori: Bagatti, Antonelli, Passiatore e Parlato. Con chi ti sei trovato meglio?

“Sono tutti tecnici molto preparati – afferma Gattoni – con le loro caratteristiche. È difficile fare graduatorie (ha sempre giocato con tutti, ndr) ma debbo dire che il gioco di Bagatti e Parlato è quello che meglio si adatta alle mie caratteristiche. Con Parlato in particolare ho un feeling particolare: io so (quasi) sempre cosa vuole da me e io mi adopero con tutte le forze per accontentarlo”.

Nella scorsa stagione Gattoni ha segnato 5 gol in 29 presenze, quest’anno solo uno (all’Imolese) in 21 caps…..

“In fin dei conti non è il mio compito principale fare gol – osserva il centrocampista veneziano – bensì farli fare; e in questo compito credo di aver accontentato il mister e i tifosi. Alla fine mancano dieci partite e sarei comunque felice di incrementare il bottino; soprattutto se contribuiranno a vincere il campionato”.

Delle cinque di testa contro chi dovrà lottare il Delta Rovigo?

“Non sono un indovino ma credo che la Correggese con le due sconfitte con Imolese e Ravenna abbia compromesso la lotta scudetto – vaticina Gattoni -. Credo anche che il Lentigione non abbia la forza per essere protagonista sino alla fine. Penso pertanto che ce la giocheremo con Imolese e Ravenna, ottime squadre e in grado di reggere a lungo. Per vincere ci vorrà continuità e solidità”.

Domenica arriverà la Ribelle, la più giovane in assoluto del girone, che se la vedrà col Delta Rovigo, una delle più “vecchie” in assoluto dell’intera serie D……

“Dovremo stare molto attenti – allerta tutti Gattoni -. All’andata pareggiammo per 2-2 dopo essere stati in vantaggio per 2-0. Domenica mi attendo romagnoli chiusi e pronti a rapide ripartenze; hanno segnato sinora ben 34 gol (4 meno di noi) ma ne hanno subiti 33 (13 più di noi). I numeri e le attese dicono che non sarà facile venirne a capo; dovremo impegnarci al massimo”.

CORREGGESE. Come da noi pronosticato la squadra reggiana è stata affidata a Eugenio Benuzzi che ha sostituito Massimo Bagatti dopo il doppio ko con Imolese e Ravenna. Benuzzi avrà un compito molto difficile per rilanciare i biancorossi che sono ora a sette punti dalla capolista Imolese. Benuzzi starà certamente covando la vendetta per il burrascoso esonero nella stagione ‘14/’15, già vendicato una prima volta nella scorsa stagione ancora con la Correggese battendo al Gabrielli il Delta Rovigo per 1-0. Una sconfitta che, sommata a quella (sempre interna) con la Clodiense contribuì al mancato aggancio alla zona play off. L’appuntamento è per il 26 marzo quando i biancazzurri saranno a Correggio.

Pierre



Articoli correlati


Delta Rovigo. Migliorini: “Non vedo l’ora di giocare da titolare”
Ilari: “Fare poker di vittorie sarà difficile ma ci proveremo con tutte le nostre forze”.
Derby polesano. Vince il Delta Rovigo in zona Cesarini. Gol di Alessandro
Poggibonsi in crisi ma avversario ostico
Delta Rovigo in leggero calo, Adriese in forte crescita
Vittoria risicata ma utilissima a Fiorenzuola    

Scrivi un commento!