Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Capogrosso: “Sarà difficile battere la Ribelle ma non abbiamo alternative”.

Domani anticipo Imolese-S.Donato Tavarnelle 
24 febbraio 2017 338 visite Stampa articolo

capogrossoROVIGO – La Ribelle che domenica farà visita al Delta Rovigo e veramente…..ribelle e ‘monella’. È infatti la squadra più giovane in assoluto del girone e una delle più giovani dell’intera serie D (1047 punti nella classifica di “Giovani D Valore”) che se la vedrà con un Delta che invece è una delle più “vecchie” con 66 punti. Sinora i ravennati hanno segnato ben 34 gol (4 in meno del Delta Rovigo) ma ne ha subiti 33 (13 in più). Sta attraversando un periodo molto difficile alla luce dei soli 4 punti nelle ultime 10 partite (compresa la vittoria di domenica scorsa con la Sangiovannese, 1-0). Hanno fatto più punti in trasferta (17) che in casa (13) ed in classifica ha 29 punti perché è stata penalizzata di un punto per problemi burocratici.

In casa hanno battuto Poggibonsi (4-0) e appunto Sangiovannese (1-0); vi hanno pareggiato con Lentigione! (1-1), Imolese! (1-1), Colligiana (3-3), Delta Rovigo! (2-2), Fiorenzuola (1-1) e Correggese! (1-1). In casa hanno perso ad opera di Adriese (1-3), Castelvetro (2-4), V.Castelfranco (0-1) e Scandicci (0-2). In trasferta invece hanno vinto con Adriese (3-1), Poggibonsi (4-0), Sangiovannese (3-0), Rignanese (1-0) e S.Donato T. (1-0); hanno pareggiato con Lentigione! (0-0) e Pianese (0-0) e perso solamente con Imolese (2-3), Castelvetro (1-4), Colligiana (1-3) e Ravenna (1-3).

Una squadra che i numeri dicono sarà difficile domare. Ne è convinto anche Gaetano Capogrosso: “Già all’andata abbiamo saggiato la forza dei ravennati. Eravamo in vantaggio per 2-0 sino a dieci minuti dal termine e finimmo 2-2 a causa di un nostro imperdonabile calo di tensione. Ci impressionò la velocità dei tanti ragazzi e la loro determinazione sommata alla ‘leggerezza mentale’ che dà la giovane età con la quale hanno giocato”.

Il Delta Rovigo non avrà (come capita da tempo) alternative alla vittoria……

“Con questa classifica – ammette Capogrosso – tutte le gare sono importanti e vanno giocate tutte per vincere. Domani l’Imolese anticipa in casa col S.Donato Tavarnelle e pertanto sapremo il risultato dei bolognesi. Noi però non dovremo badarci più di tanto e pensare solo a noi stessi”.

I biancazzurri fanno benissimo la fase difensiva (miglior difesa con 20 gol al passivo come il Ravenna) e bene quella offensiva (38 gol all’attivo, solo Imolese, Correggese e Castelvetro hanno fatto meglio con 42)……

“Stiamo lavorando da tempo per trovare i giusti equilibri – osserva Capogrosso -. In difesa siamo ‘quasi’ imperforabili (3 reti nelle 7 partite del ritorno), in attacco potremmo essere più concreti e cinici (8 gol all’attivo nello stesso periodo). Certo però che se segnassimo in tutte le occasioni che creiamo non ci sarebbe scampo per nessuno”.

E invece?

“Credo che il campionato si risolverà sul filo di lana – predice il difensore napoletano -. Ritengo che anche la Correggese che ora ha sette punti dalla vetta possa dire ancora la sua con Benuzzi alla guida. Penso però che noi, Imolese e Ravenna siamo i maggiori indiziati alla vittoria finale”.

FUNERALE. Oggi pomeriggio la squadra non si è allenata perché ha partecipato alle esequie del padre della segretaria Paola Coppi Cattin; rinnovate condoglianze alla famiglia intera da parte della nostra redazione.

TERNA ARBITRALE. Dirigerà Marco Stampatori di Macerata, coadiuvato da Mirko Fumarola e Antonio Marco Vitale, entrambi di Ancona.

 

 

Pierre



Articoli correlati


Alessandro Miotto: "vogliamo e dobbiamo vincere"
Delta Rovigo. Capogrosso: “Puntiamo a vincere sempre e comunque”
Delta Rovigo. Dionisi: “Torno a Rovigo per pensare in grande”
Delta Rovigo e Adriese protagonisti in negativo
Presi anche Castaldo e Zubin. Virtus Castelfranco ultima ma con tanta grinta.
Delta Rovigo. Il cammino del girone d’andata

Scrivi un commento!