Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Il Delta Rovigo batte la Ribelle e torna al vertice

26 febbraio 2017 830 visite Stampa articolo

deltaDELTA ROVIGO-RIBELLE 1-0

DELTA ROVIGO: Boccanera, Castaldo, Fabbri, Capogrosso, Dionisi, Tarantino (7’ st Ferrari), De Anna (38’ st Miotto), Nichele, Zubin, Fortunato, Ilari (23’ st Oliveira). A disp.: Careri, Mboup, Potenziani, Gattoni, Soro e Alessandro. Allenatore: Parlato.

RIBELLE: Carroli, Perini, Ciurlanti, Dall’Ara (‘41 st Federico), Dal Compare, Piscopo, Seck, Bisoli, Bernacci, Manconi (29’ st Rufini), Rizzitelli (36’ st Orlandi). A disp.: Passon, Alberighi, Maraldi, Petricelli, Lo Russo e Colonnello. Allenatore: Groppi.

Arbitro: Stampatori di Macerata (ass. Fumarola e Vitale di Ancona)

Rete: 23’ pt Zubin su rigore

Note: cielo sereno, terreno spelacchiato, temperatura primaverile. Ammoniti Oliveira, Bernacci e Nichele; espulso al 22’ pt Dal Compare per fallo grave su Zubin. Presente sugli spalti Gianluca Bisoli, padre del numero otto ravennate Gianluca. Spettatori 600 circa

ROVIGO – Il Delta Rovigo torna in vetta in virtù del faticato successo sulla Ribelle e approfittando dei risultati negativi (anche un pari è tale) delle altre squadre di testa. Battere i romagnoli non è stato facile nonostante questi ultimi abbiano giocato una settantina di minuti in inferiorità numerica e dovendo fare pure il conto con un errore dal dischetto di Rizzitelli (figlio del mitico “Rizzigol”). Una prestazione quella dei biancazzurri che non è stata certamente tra le migliori stagionali ma alla fine di tutti i discorsi rimane il fatto che sono ora primi e squadra da battere.delta

Si comincia e i padroni di casa vanno vicino al gol al 2’ con un tiro di Zubin che termina di poco alla destra di Carroli. Al 22’ l’episodio decisivo: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Zubin viene abbattuto in area da Dal Compare. Il pessimo arbitro Stampatori non vede nulla ma per fortuna è molto più oculato il primo assistente Fumarola che richiama l’attenzione del collega e lo induce a concedere il rigore e a espellere Dal Compare. Sul dischetto va lo stesso Zubin che segna nonostante Carroli tocchi la palla.

deltaL’uomo in più e il vantaggio dovrebbero dare certezze ai biancazzurri che invece si limitano ad un gioco senza grandi sfoghi offensivi mentre la Ribelle si difende con calma, operando qualche uscita pericolosa. In una di queste (30’) Dionisi spinge Bernacci appena dentro l’area ed è rigore. Sul dischetto va Rizzitelli che centra il palo alla sinistra di Boccanera. Lo scampato pericolo fa tirare un sospiro di sollievo e poco dopo Ilari impegna Carroli che respinge sui piedi di Nichele; fuori il suo tiro da due passi.

Nella ripresa una combinazione Ferrari-Zubin porta il croato al tiro; altissimo. I due combinano anche al 22’ con ponte di Zubin per Ferrari il cui tiro è messo bellamente in angolo da Carroli; è questo il primo e unico tiro nella porta da parte dei biancazzurri nella seconda frazione. Infatti al 37’ un diagonale di Ferrari termina a lato di poco.delta

Tutto fa presagire un finale senza patemi ma la Ribelle non è d’accordo: prima Orlandi mette alto di testa in tuffo a tu per tu con Boccanera e in pieno recupero Rufini si gira in area con palla che fa la barba alla destra di Boccanera.

 

RISULTATI: Adriese-Correggese 3-1, Castelvetro-Fiorenzuola 1-0, Colligiana-Rignanese 1-1, Imolese-S.Donato T. 2-2 (giocata ieri), Lentigione-Mezzolara 0-1, Poggibonsi-V.Castelfranco 0-1, Ravenna-Scandicci 1-2, Sangiovannese-Pianese 2-2.

CLASSIFICA: Delta Rovigo 50; Imolese 49; Lentigione 47; Ravenna 44; Correggese 41; Scandicci 39; Castelvetro 38; Mezzolara 36, Colligiana e S.Donato T. 34; Rignanese 32; Pianese 31; Ribelle* 29; Fiorenzuola 26; Adriese 24, Sangiovannese e V.Castelfranco 22; Poggibonsi 16. *un punto penalizzazione.delta

 

Pierre



Articoli correlati


Delta Rovigo torna a mani vuote
Delta Rovigo travolge la Correggese e risale in classifica
Zubin: “Dopo quello d’Inverno vogliamo il titolo finale”
Adriese. Il nuovo allenatore è Gianluca Mattiazzi
Ilari: “Battere la Correggese sarà difficile, ma ce la metteremo tutta”
Play off Uisp, ottavi

Scrivi un commento!