Home » Calcio, Serie D

L’Adriese supera la Correggese e torna a sperare nella salvezza

26 febbraio 2017 236 visite Stampa articolo

adrieseADRIESE-CORREGGESE 3-1

ADRIESE: Milan, Bonilla, De Gregorio, Arvia, Di Bari, Colman Castro, Dall’Ara (1’ st Matei), Castellan, Cesca (25’ st Zanellato), Marangon, Marcandella (45’ st Greggio). A disp.: Bertasini, Amodio, Ballarin, De Crescenzo, Nava e Berti. Allenatore: Mattiazzi.

CORREGGESE: Consol, Ghizzardi, Corbelli, Zuccolini, Davoli, Berni (25 st Spezzani), Landi, Bovi (25’ st Diandà), Sciamanna, Pasi, Sereni (11’ st Pittarello). A disp.: Francabandiera, Rota, Bertozzini, Serrotti, Garlappi e Macrì. Allenatore: Benuzzi.

Arbitro: Bonassoli di Bergamo (ass. Baldassarre e Passoni).

Reti: 2’ pt Di Bari, 10’ pt Castellan, 18’ pt Corbelli, 24’ st Marcandella su rigore.

Note: cielo sereno, terreno in ottime condizioni, temperatura gradevole. Calci d’angolo 7-4 per la Correggese; ammoniti: Dall’Ara, Di Bari, Cesca, Milan, Sereni e Landi. Espulso al 41’ st Di Bari per doppia ammonizione. Spettatori 200 circa.   

ADRIA – Grandissima impresa dei granata che battono meritatamente la Correggese tornando a sperare nella salvezza senza play out (otto punti sopra) e tarpando definitivamente le ali dei reggiani che ora sono a nove punti dalla nuova capolista Delta Rovigo. In pratica la Santa Alleanza polesana ha funzionato come un orologio svizzero di marca pregiata.

Mattiazzi deve rinunciare all’acciaccato Ballarin ma la sua Adriese va in vantaggio già al 2’ quando Marcandella è messo giù da Corbelli per una punizione che Marangon mette in mezzo; si accende una mischia furibonda risolta dalla zampata vincente di Di Bari.

Sulle ali dell’entusiasmo i granata volano e al 10’ raddoppiano con un’azione quasi fotocopia del primo vantaggio: Marangon batte una punizione in area, il portiere reggiano Consol respinge sui piedi di Castellan che non fatica a mettere dentro. La Correggese cerca di correre ai ripari e riduce le distanze al 18’ con un colpo di testa di Corbelli su assist di Pasi. Sino alla fine del tempo la Correggese attacca ma la difesa polesana regge senza affanni.

All’8’ della ripresa Zuccolini tocca palesemente il pallone con una mano in area; è rigore per tutti all’infuori dell’arbitro Bonassoli (ed è questo che conta). Bisogna arrivare al 24’ per vedere il gol partita: Cesca si invola verso la porta avversaria in azione di rimessa, Consol lo abbatte e Marcandella trasforma il sacrosanto rigore. Ci pensa poi Milan (oggi in versione saracinesca) a sigillare la sua porta su tiri di Bovi e Pasi. Poco prima della fine da segnalare una trattenuta di Di Bari su Pasi che gli vale il secondo giallo e l’inevitabile espulsione. Alla fine grande la gioia di società e tifosi granata che ora sperano e abbacchiamento totale del neoallenatore reggiano Benuzzi che aveva previsto una goleada dei suoi. Alla faccia dell’umiltà!    

RISULTATI: Castelvetro-Fiorenzuola 1-0, Colligiana-Rignanese 1-1, Delta Rovigo-Ribelle 1-0, Imolese-S.Donato T. 2-2 (g.ieri), Lentigione-Mezzolara 0-1, Poggibonsi-V.Castelfranco 0-1, Ravenna-Scandicci 1-2, Sangiovannese-Pianese 2-2.

CLASSIFICA: Delta Rovigo 50; Imolese 49; Lentigione 47; Ravenna 44, Correggese 41; Scandicci 39; Castelvetro 38; Mezzolara 36; Colligiana e S. Donato T. 34; Rignanese 32; Pianese 31; Ribelle* 29; Fiorenzuola 26; Adriese 24; Sangiovannese e V. Castelfranco 22; Poggibonsi 16. *un punto penalizzazione.

 

Errepi



Articoli correlati


Adriese impegno ostico contro Mezzolara
Delta Rovigo. Parlato: “Altra beffa dovuta a nostri errori e alla sfortuna”
Delta Rovigo travolge la Correggese e risale in classifica
Delta Rovigo in casa dell’ultima, Adriese sprofonda
Salomonico pareggio in bianco col Ravenna       
Zubin re del gol. Ne ha segnati ben 256 in 566 gare

Scrivi un commento!