Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Dionisi: “Vogliamo restare in vetta sino all’ultima giornata”

28 febbraio 2017 355 visite Stampa articolo

dionisiROVIGO – Carmine Parlato ha concesso oggi ai suoi un giorno di riposo suppletivo e pertanto la preparazione in vista dell’insidiosissima trasferta di domenica prossima a Budrio dove gioca il Mezzolara inizierà domani mattina. I bolognesi sono una delle migliori in casa dove ha raccolto ben 24 punti (7 vittorie, 3 pareggi e altrettante sconfitte) mentre fuori casa il suo bottino è stato esattamente la metà (12 punti). Una squadra dunque che metterà seriamente alla prova i biancazzurri che hanno conquistato domenica scorsa la testa della classifica.

Un fatto che era già successo tre volte sinora: alla fine del girone di andata (33 punti), alla 19^ giornata (34 punti come Correggese e Lentigione), in quella successiva (37 punti come Correggese); ora i biancazzurri dopo la 25^ hanno 50 punti in saccoccia.

Matteo Dionisi è tornato domenica al centro della difesa dopo tre turni ai box per problemi muscolari: “Le volte precedenti, quando siamo stati in testa, non siamo riusciti a dare completa continuità di rendimento e risultati. Questa volta vogliamo e dobbiamo tenere duro perché crediamo di avere tutti i numeri per fare da lepre sino alla fine”.

Per farlo cosa ci vorrà?

“Il gruppo è veramente molto forte e coeso – osserva Dionisi -; giochiamo uno per tutti e tutti per uno. Dobbiamo solamente evitare i cali di pressione (tecnici e psicologici) che ancora non siamo riusciti ad evitare del tutto. Però stiamo lavorando assieme allo staff per limare le imperfezioni che a volte ci condizionano negativamente”.

Come domenica scorsa quando il Delta Rovigo ha rischiato il pari della Ribelle che ha fallito un rigore con un uomo e un gol subito?

“Non abbiamo certamente giocato la nostra migliore partita – ammette il jolly reatino -. Però la qualità del nostro gioco non è stata così brutta come sento dire in giro; indubbiamente sappiamo fare meglio ma con i se e i ma non si va da nessuna parte. Agli atti rimane la vittoria (faticata fin che si vuole), ottenuta contro una buona squadra. In questo momento tutti giocano col coltello tra i denti ed ora che siamo primi troveremo ancora più difficoltà. Il nostro è un sapiente mix di giovani e ‘meno giovani’ che ha un solo obiettivo: la lega Pro. Da conquistare a tutti i costi”.

Domenica Dionisi ha commesso il fallo da rigore spingendo Bernacci…

“Sono stato un autentico pollo – dice lo sconsolato tuttofare -. Lui ha grande esperienza (anche di serie A, ndr) e furbizia e io ci sono cascato in pieno. Dovevo lasciare che saltasse da solo perché l’azione non aveva i crismi dell’estrema pericolosità. Non vi dico le parole che mi ha rivolto Parlato….”.

Parlato con la Ribelle ha schierato prima una sola punta di ruolo (Zubin) e nella ripresa gli ha affiancato Ferrari……

“Ci siamo trovati bene con entrambe le soluzioni – ricorda Dionisi -. Anche perché non è importante con quale modulo giocare ma l’atteggiamento dei singoli e del gruppo. Certamente sappiamo fare meglio di domenica ma alla fine siamo qui a festeggiare la testa della classifica con interessanti prospettive in ottica finale”.

CONTRI. Gli esani strumentali cui si è sottoposto il difensore veronese hanno evidenziato un piccolo problema ad un adduttore. Salterà di sicuro il match di Budrio e tornerà il 19 marzo in casa contro la Rignanese dopo la sosta di domenica 12.

 

Pierre



Articoli correlati


Adriese impegno ostico contro Mezzolara
Manita del Granzette al Verona
Gli Allievi del San Giusto di Donada
I biancazzurri battono il Poggibonsi e sono Campioni d’Inverno
Zubin: “Dopo quello d’Inverno vogliamo il titolo finale”
Vittoria tennistica per Rovigo

Scrivi un commento!