Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Battere il Mezzolara sarebbe determinante ma non ancora decisivo  

4 marzo 2017 253 visite Stampa articolo

carmine-parlatoROVIGO – Lo scontro di domani a Budrio contro il Mezzolara rappresenta la cartina di tornasole dell’attuale momento del Delta Rovigo. Il quale viene da quattro successi di fila contro squadre che sono “infognate” in zona play out o nelle immediate vicinanze (Sangiovannese, Pianese, Fiorenzuola e Ribelle). Domani invece i biancazzurri giocheranno nella tana di un Mezzolara che è tra le migliori in casa: con 24 punti è dietro solo al Delta Rovigo (31 punti) e a Lentigione e Imolese (26). Sarà pertanto un match che dirà qual è lo stato di “salute” della capolista.

Parlato analizza la partita con fiducia: “Indubbiamente la gara di domani sarà molto difficile perché avremo di fronte una squadra che gioca bene e che dista dai play off solamente cinque punti; con tutte le possibilità per conquistarli”.

E allora che partita sarà?

“Dovremo sicuramente armarci di un coltello da stringere tra i denti – osserva il tecnico biancazzurro -. Noi giocheremo per cercare di vincere come facciamo sempre e per centrare l’obiettivo ci vogliono determinazione, velocità, idoneo approccio alla gara ed un pizzico di decisione in più sotto porta. La squadra è concentratissima e dà uno sguardo solo di sghimbescio alla classifica; tutti sono carichi come molle e domani cercheranno ancora una volta i tre punti”.

Il Delta Rovigo è imbattuto da 19 partite (43 punti, 2,263 a gara) ed ha vinto quattro partite di fila. Boccanera oltretutto è imbattuto da 270 minuti (più recuperi) e continuare su questa strada sarebbe il massimo…

“Lasciamo stare i numeri pregressi – sbotta Parlato -; pensiamo a battere il Mezzolara perché ci permetterebbe di essere ancor più positivi. Alla fine però mancheranno ancora 8 gare con 24 punti in palio; nulla è ancora deciso”.

Domani Parlato dovrà rinunciare agli acciaccati Contri, Migliorini e Crescenzi ma recupererà dalla squalifica capitan Sentinelli. In settimana ha provato vari assetti che non hanno dato certezze a nessuno; anche i giocatori non sanno ancora chi e con che modulo giocherà. Noi buttiamo lì un 4-2-3-1 con Boccanera in porta, Castaldo, Capogrosso (o Dionisi), Sentinelli e Fabbri in difesa, Nichele e Tarantino in mediana, Ilari, Fortunato e De Anna a supporto di Zubin (o Ferrari).

Rossano Alberti, allenatore del Mezzolara, potrebbe invece schierare la medesima formazione che ha espugnato domenica scorsa Lentigione (1-0) facendo un grosso favore ai biancazzurri. Ecco la possibile formazione dei bolognesi: Malagoli, Melli, Dongellini, Galeotti, Quasada, Bagnai, Saccà, Negri, Rossetti, Vignali, Bolelli. Attenzione soprattutto a Rossetti autore di 8 gol sinora.

PROGRAMMA: Correggese-Colligiana (andata 1-3), Fiorenzuola-Ribelle (1-1), Pianese-Poggibonsi (2-1), Ravenna-Adriese (0-1), Rignanese-Sangiovannese (1-1), S.Donato T.-Castelvetro (4-4), Scandicci-Imolese (2-0), V.Castelfranco-Lentigione (1-2).

CLASSIFICA: Delta Rovigo 50; Imolese 49; Lentigione 47; Ravenna 44; Correggese 41; Scandicci 39; Castelvetro 38; Mezzolara 36; Colligiana e S.Donato T. 34; Rignanese 32; Pianese 31; Ribelle* 29; Fiorenzuola 26; Adriese 24; Sangiovannese e V.Castelfranco 22; Poggibonsi 16. *un punto penalizzazione.

JUNIORES. I ragazzi di Luca Crivellari hanno perso in casa per 0-1 ad opera del CareniPievigina. Per i biancazzurri è questa la quinta sconfitta di file che “consolida” l’ultimo posto in classifica.

 

Pierre



Articoli correlati


Delta Rovigo. Oliveira conosce Parlato e pensa in grande
Parlato: “E’ ancora presto per guardare la classifica”        
Perrone show
Lo Stroppare espugna alla grande il terreno dello Scardovari
Tre turni di squalifica per Castaldo; classifica disciplina disastrosa
Adriese: è ancora serie “D” !!!!!!!!!

Scrivi un commento!