Home » Calcio, Serie D

I granata double face cedono al Ravenna e fanno un passo indietro

5 marzo 2017 324 visite Stampa articolo

adrieseRAVENNA-ADRIESE 2-0

RAVENNA: Venturi, Ballardini, Mingozzi (25’ st Pregnolato), Lelj, Venturini, Mandorlini, Luzi (42’ st Boschetti), Rrapaj, Broso, Selleri, Graziani (1’ st Forte). A disp.: Spurio, Giacomini, Guagneli, Larese, Sabba e Ambrogetti. Allenatore: Antonioli.

ADRIESE : Milan, Bonilla, De Gregorio, Arvia, Ballarin (5’ st Dall’Ara), Colman Castro, Amadio, Castellan, Matei (20’ st Zanellato), Marangon, Marcandella. A disp.: Bertasini, Nalin, De Crescenzo, Greggio, Nava, Bolzani e Bellemo. Allenatore: Mattiazzi.

Arbitro. Catallo di Frosinone (ass. Strigni di Avezzano e Ferrari di Aprilia).

Reti: 43’ pt Broso su rigore, 20’ st Rrapaj

Note: cielo sereno, terreno in ottima condizioni, temperatura primaverile. Calci d’angolo 9-3 per il Ravenna; ammoniti Selleri e Venturi. Spettatori 500 circa.  

RAVENNA – Niente da fare! I romagnoli battono l’Adriese e ne tarpano le ali nel volo verso la salvezza diretta che ora torna ad essere dieci punti sopra. I granata giocano una partita dai due volti: volitivi e pienamente in gara nel primo tempo, abulici nella ripresa quando invece serviva la carica per cercare almeno il pari.

Nella prima frazione il Ravenna propone una sterile supremazia territoriale che produce solamente tantissimi fischi da parte dei sanguigni tifosi romagnoli. L’Adriese tiene il campo senza patemi e la partita si trascina stancamente sino al 43’ quando Milan in presa alta tocca Rrapaj che cade e induce il pessimo Catallo a concedere un rigore che più dubbio non si può. Sul dischetto va Broso che porta in vantaggio i romagnoli.

L’Adriese del secondo tempo non è nemmeno lontana parente di quella della prima frazione. I granata tornano in campo senza motivazioni e concedono campo ai padroni di casa; complice anche l’uscita di Ballarin al 5’ per il riacutizzarsi del problema al ginocchio destro. Castellan passa centrale ed entra Dall’Ara (anch’egli in condizioni non ottimali) e pertanto in campo ci sono 5 under granata.

Ne approfitta il Ravenna per farsi più pericoloso e raccoglie il premio del suo forcing al 20’ quando si accende una mischia paurosa in area granata; Milan respinge con i piedi ma il più lesto è Rrapaj che non fatica a fare 2-0. La gara è praticamente in mano ai padroni di casa; nell’Adtriese entra Zanellato per Matei e ci prova due volte con tiri senza fortuna.

RISULTATI: Correggese-Colligiana 1-1, Fiorenzuola-Ribelle 1-1, Mezzolara-Delta Rovigo 2-3, Pianese-Poggibonsi 2-0, Rignanese-Sangiovannese 1-1, S.Donato T.-Castevetro 4-1, Scandicci-Imolese 2-4, V.Castelfranco-Lentigione 1-2.

CLASSIFICA: Delta Rovigo 53; Imolese 52; Lentigione 50; Ravenna 47; Correggese 42; Scandicci 39; Castelvetro 38; S.Donato T. 37; Mezzolara 36; Colligiana 35; Pianese 34; Rignanese 33; Ribelle* 30; Fiorenzuola 27; Adriese 24; Sangiovannese 23; V.Castelfranco 22; Poggibonsi 16. *un punto penalizzazione.

 

Errepi



Articoli correlati


Delta Rovigo: Capitan Sentinelli guarda al futuro con ottimismo
La Dg Visentini spiega la situazione Allievi
Adriese. Bruttissima sconfitta interna con la Sangiovannese
Dionisi: “Vogliamo restare in vetta sino all’ultima giornata”
Dopo l’espulsione di Mezzolara Fortunato fermato per 3 turni.
Un gran Delta Rovigo torna da Scandicci con il bottino pieno

Scrivi un commento!