Home » Sport Gaelici

Ascaro “doppio” bronzo

8 marzo 2017 Stampa articolo

wallballNIZZA MONFERRATO – Con l’affermazione dell’irlandese Paudi Quish, nella finale dell’Open Maschile e della spagnola Mar Gimenez, in quella del torneo Open Femminile, si è chiusa domenica scorsa la settima edizione dell’Italian Open Wallball, l’unica tappa italiana inserita nel calendario stagionale del circuito del Wallball ProTour. L’edizione 2017 giocata a Nizza Monferrato (AT), l’affermata capitale italiana del wallball, per numero di atleti (65) e per qualità tecnica degli stessi, è stata di gran lunga la migliore di quelle fin qui disputate. Le oltre 150 partite giocate sui tre wall del “PalaMorino” nell’intensa due giorni del DOCG Nizza Italian Open hanno riservato grande spettacolo agli spettatori presenti in tribuna ed a quelli che hanno seguito in diretta streaming le riprese di TeleNizza, regalando a tutti mille emozioni grazie alle tante sorprese che hanno visto sovvertire un pò tutti i pronostici della vigilia con tanti dei favoriti costretti a cedere le armi.

wallball

Jessica Tamiuzzi-Debora Migliorini-Valter Carlo Mirra (presidente Sporting Club Nizza)

Per i ragazzi della New Ascaro Rovigo la partecipazione all’importante evento internazionale si è conclusa con un bilancio soddisfacente grazie ai due bronzi conquistati dalle coppie Debora Migliorini – Jessica Tamiuzzi nel Doppio Challenger Ladies, e da Fabio Cavallini – Alberto Olimpieri, nel Doppio Master “Over 40”. Ottima la prova anche dell’altro “Ascaro” Donato Marabese che, nel torneo di Doppio Maschile Challenger, ha giocato in coppia con il nicese Marco Pastorino.

I match di singolare hanno invece regalato poche soddisfazioni al team polesano. L’unico a passare il barrage, nel proprio girone di qualificazione, è stato infatti Fabio Cavallini approdato ai quarti di finale del torneo Master dove però ha dovuto arrendersi a Claudio Semeria poi finalista con Frank Semple con il quale si è giocato punto su punto il titolo anche se poi, sul risultato di 15-11, è stato l’irlandese ad aggiudicarsi match e torneo.

Per tutti i nostri portacolori ci sarà ancora molto da lavorare su alcuni aspetti caratteriali. Molti i colpi sbagliati in momenti chiave. Risultati che sembravano acquisiti, gettati al vento per la troppa pressione messa dall’avversario. Veniali peccati d’inesperienza che in un gioco come questo vengono pagati a caro prezzo e che, solo con il lavoro ed un pizzico di cinismo in più, potranno essere appianati. Nel complesso comunque tutti hanno dimostrato di essere migliorati tecnicamente tanto da riuscire a tenere testa, in più di qualche occasione, a molti dei migliori handballers d’Europa.

Va dunque in archivio il DOCG Nizza Italian Open 2017. Lo staff di Massimo Corsi sta già lavorando all’organizzazione della prossima edizione con l’intento di migliorare, se possibile, quella di quest’anno che è comunque destinata a passare alla storia.

Concludiamo riportando qui di seguito il medagliere per nazioni:

DOCG NIZZA ITALIAN OPEN 2017

   ORO  ARGENTO  BRONZO
 BELGIO  3  2  3
 ITALIA  2  3  10
 OLANDA  2  3  3
 SPAGNA  2  2 4
 IRLANDA  2  0 1

 

C.S.



Articoli correlati


Quando McGrath chiama l'Italia risponde!
Gaa Rounders Italy Day scrive un’altra pagina di storia
Intervista a Rossella Astolfi vice presidente della New Ascaro Rovigo asd
New Ascaro All Star Awards 2016
Un anno con la New Ascaro Rovigo
Rugby e sport gaelici tornano a scuola

Scrivi un commento!