Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Dopo l’espulsione di Mezzolara Fortunato fermato per 3 turni.

Vittoria per 3-0 contro il Fiorenzuola (sul campo 1-0)
8 marzo 2017 834 visite Stampa articolo

Jacopo_FortunatoIl Giudice sportivo ha usato bastone e carota nei confronti del Delta Rovigo. Cominciamo dal bastone: Jacopo Fortunato, domenica espulso nella ripresa a Budrio, è stato fermato per tre turni e pertanto tornerà a disposizione di Parlato solamente a Scandicci il 9 aprile; uno stop che non ci voleva proprio in questa fase del campionato.

Vediamo le motivazioni della dura sentenza. Fortunato era diffidato ed è stato ammonito per intervento giudicato grave dall’arbitro Gualtieri di Asti; e per questo il centrocampista è stato fermato per un turno. Le immagini sul sito del Mezzolara evidenziano come, dopo il giallo, se ne sia andato alzando il pollice. Manca ovviamente l’audio ma Gualtieri ha estratto subito il rosso che è costato altri due turni di stop (così recita il comunicato) “per espressioni irriguardose e irridenti nei confronti dell’arbitro”.

L’interessato non vuole parlare della vicenda ma è palesemente affranto. I suoi compagni però lo scagionano; capitano Sentinelli per tutti: “Jacopo non ha fatto e detto cose talmente gravi per meritare una sanzione tanto pesante”. Contro la squalifica per il rosso diretto la società non potrà ricorrere perché lo vieta il regolamento che non lo prevede sino ai due turni. Con queste tre giornate il totale stagionale di Fortunato sale a cinque turni di squalifica, visto che in precedenza ne aveva subito uno per somma di ammonizioni (cinque) ed un altro per l’espulsione rimediata a S.Giovanni Valdarno il 5 febbraio.

Non è finita qui: il Delta Rovigo è stato anche multato per 400 euro perché “propri tesserati hanno procurato danni alla panchina da loro occupata”; danni che la società dovrà rifondere ai bolognesi dopo presentazione di fattura per lavori eseguiti. Da segnalare infine come Matteo Nichele sia stato diffidato.

La carota arriva dall’omologazione con la vittoria per 3-0 a tavolino della partita con il Fiorenzuola del 19 febbraio terminata sull’1-0 (gol di De Anna). I piacentini infatti nella ripresa avevano cambiato un ‘97 con un ‘92 disobbedendo così (seppur solo per alcuni minuti) all’obbligo di impiego per tutta la partita di quattro Juniores. Con le due reti suppletive il bottino del Delta Rovigo è ora di 44 gol a 4 dall’Imolese con cui ora ha la miglior differenza reti (+22).

ALTRE SQUALIFICHE. Tre giornate: Traore Mohamed Lamine (Lentigione); due giornate: Giovanni Bandini (Scandicci), Ettore Guglieri (Fiorenzuola), Hamza Oubakent (V.Castelfranco) e Massimo Piscopo (Ribelle); una giornata: Lorenzo Melli (Mezzolara), Filippo Maria Vittadello (Correggese), Alberto Muscas e Alessandro Vinci (Scandicci), Gabriele Boilini e Lorenzo Galassi (Castelvetro), Katriel Islamaj (Colligiana), Paolo Rrapaj, Alfonso Selleri e Giovanni Venturi (Ravenna).

AMICHEVOLE. Il Delta Rovigo sarà ospite dell’Este (allenato da Michele Florindo) sabato mattina alla ore 11 per un’amichevole molto “sentita”. L’orario è inusuale ma permetterà ai tanti giocatori che abitano lontano di godersi tre giorni nella tranquillità familiare. Infatti domenica il campionato è fermo per permettere alla Rappresentativa di serie D di partecipare alla Viareggio Cup.

 

Pierre



Articoli correlati


I numeri della tredicesima giornata
De Anna: “Che emozione col Castelvetro!”
Delta Rovigo in leggero calo, Adriese in forte crescita
Loreo perde a Bardolino e deve pensare alla Promozione
Adriese: primi arrivi
Il Delta non passa contro l'Arzignano

Scrivi un commento!