Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Ufficializzato il recupero con la Rignanese il 29 marzo.

Zattarin, allenatore del Lentigione predice il Delta Rovigo campione.
14 marzo 2017 695 visite Stampa articolo

zattarinROVIGO – Ora è ufficiale: Delta Rovigo-Rignanese e Imolese-Virtus Castelfranco si recupereranno mercoledì 29 marzo. Le due partite sono state rinviate d’ufficio poiché le avversarie delle due prime della classifica hanno una ciascuna un giovane convocato nella Rappresentativa di Serie D che partecipa alla “Viareggio Cup” e che oggi ha pareggiato col Bari all’esordio (1-1).

Questi rinvii comporteranno per Delta Rovigo e Imolese un durissimo tour de force che andiamo a riassumere. I biancazzurri hanno in programma (in MAISCOLO le partite in casa): 26 marzo Correggese, 29 marzo RIGNANESE, 2 aprile S. DONATO T., 9 aprile Scandicci, 13 aprile VIRTUS CASTELFRANCO. Nelle stesse date l’Imolese se la vedrà in successione con Poggibonsi, VIRTUS CASTLFRANCO, RAVENNA, Pianese e LENTIGIONE. Quindi ben cinque partite in 18 giorni.

Sarà un vantaggio per le inseguitrici? Lo chiediamo a Gianluca Zattarin, allenatore del Lentigione, terzo a tre punti dal Delta Rovigo e a due dall’Imolese.

“Credo che non avremo grandi vantaggi – afferma Zattarin -. Sia Delta Rovigo che Imolese hanno organici importanti e numerosi e pertanto potranno fare leva su ente fresca tutte le volte. Senza con tare che noi domenica prossima andremo a Correggio per un derby sentitissimo da quelle parti. La Correggese (a 11 punti dalla vetta, ndr) a otto giornate dalla fine è probabilmente fuori dalla lotta per il titolo ma incontrarla sarà sempre e comunque una ‘rogna’ visto che giocheranno xsempre e comunque col coltello tra i denti. Consideriamo poi che le prime due due giocheranno sapendo il nostro risultato di domenica prossima e allora: addio del tutto al presunto vantaggio”.

E il Ravenna dove lo mettiamo?

“I romagnoli hanno sei punti dal Delta – osserva il tecnico del Lentigione – ma hanno in programma scontri diretti con la capolista, con la seconda e con noi. Non sono spacciati anche se devono partire un po’ più lontano; però per rimontare il Ravenna deve contare che davanti si fermino tutti (difficile)”.delta_rovigo

In definitiva chi vincerà il campionato?

“Prevedo se lo aggiudichi il Delta Rovigo – afferma il tecnico padovano -; ha una rosa all’altezza per tecnica ma soprattutto avvezza alle vittorie (solo Sentinelli ha già vinto nove campionati, ndr).

Lentigione è una frazione di Brescello (il paese di Don Camillo e Peppone) ma anno dopo anno riesce ad essere protagonista assoluto del campionato. Come fà?

“Tutti gli anni cerchiamo di impiegare al meglio le risorse a disposizione – osserva Zattarin -. Ci stiamo riuscendo stagione dopo stagione e questo significa che lavorare qui è importante e molto soddisfacente. L’ambiente è eccezionale e il gruppo è coeso; comunque vada sarà un successo”. Ricordiamo che in passato Zattarin è stato ad un passo dal Delta Rovigo ma ora sta facendo benissimo da due anni a Lentigione.

GIOVANILI. Fermi gli Juniores Nazionali, i Giovanissimi Regionali hanno compiuto una grandissima impresa battendo al Gabrielli la capolista Bocar Juniors per 2-1. I bassopolesani erano andati in vantaggio con Crepaldi ma Coltro e Pretto hanno ribaltato il risultato. I biancazzurri sono sesti mentre il Bocar, nonostante la sconfitta, è ancora primo assieme al Longare.

 

Pierre



Articoli correlati


Parlato: “Siamo stati bravi ma ora ci vuole continuità”
Numeri del girone di andata
De Anna: “Che emozione col Castelvetro!”
Delta Rovigo: il posticipo con la Rignanese si potrebbe giocare mercoledì
Adriese: primi arrivi
I granata ad Abano conquistano tre punti preziosi

Scrivi un commento!