Home » Calcio, Serie D

Adriese: Milan: “Scandicci osso duro ma dobbiamo rosicchiarlo”            

17 marzo 2017 390 visite Stampa articolo

calcioNella rincorsa alla salvezza (impervia ma ancora possibile) domenica prossima l’Adriese ospiterà lo Scandicci, sesto a 14 punti dalla capolista Delta Rovigo ma che non ha ancora abbandonato speranze di partecipare ai play off. Sarà un osso duro da masticare per i granata che, però, non hanno alternative alla vittoria che rinfocolerebbe brame di salvezza immediata. I fiorentini (39 punti) sinora hanno segnato in totale 34 gol, subendone 40. In trasferta hanno segnato 17 gol e ne hanno presi 15, cinque dei quali a Rovigo; significa che nelle altre 12 trasferte hanno incassato solo 10 gol (attenzione!).

In casa i toscani hanno battuto Rignanese (2-1), Pianese (3-2), V. Castelfranco (2-1), Poggibonsi (2-0) e proprio l’Adriese (1-0). Hanno pareggiato solo col Ravenna (2-2) e perso ad opera di Mezzolara (1-2), Correggese (1-5), S. Donato T. (0-2), Imolese (1-4), Lentigione (0-1), Castelvetro (2-3) e Fiorenzuola (0-2). Ben diverso e concreto i cammino fuori casa dove lo Scandicci, come detto è quarto con 23 punti (13 partite) dietro a Imolese 28 (14), S. Donato T. 27 (13) e Lentigione 24 (13).

In trasferta hanno battuto Rignanese (1-0), S. Donato T. (2-1), Imolese! (2-0), Poggibonsi (3-1), Ravenna! (2-1), Colligiana (2-1) e Ribelle (2-0). Vi hanno pareggiato con Pianese (1-1) e Sangiovannese (1-1) e perso ad opera di Correggese (0-1), V. Castelfranco (0-1), Delta Rovigo (0-5) e Mezzolara (1-2). È pertanto la squadra con meno pareggi in assoluto (solo 3).

I 34 gol all’attivo sono così suddivisi: 12 Vangi (1 rigore); 7 Gianotti; 3 Muscas; 2 Bandini, Martini e Vinci, 1 Ammannati, Bourezza, Gori, Iaquinandi e Mugelli, cui bisogna aggiungere un’autorete.

Il portierone granata Luca Milan guarda questi numeri con disincanto: “Vengono solamente a confermare come lo Scandicci sia squadra da prendere con le molle. Noi vogliamo e dobbiamo incamerare i tre punti per dare corpo alla nostra rincorsa-salvezza. Sappiamo che sarà difficile centrarla ma le cose difficili non ci hanno mai condizionato; domenica giocheremo col coltello tra i denti per poi guardarci intorno a fine partita. Con la speranza che gli orizzonti siano più sereni”.

Cosa ci vorrà per mettere sotto i fiorentini?

“Dovremo essere determinati, attenti, orgogliosi e, perchè no, fortunati – osserva Milan -. Spesso almeno una di queste caratteristiche sono mancate e questo ha condizionato largamente il nostro cammino. Credo che abbiamo un organico che se la può giocare alla pari con tutti; basterà ‘solo’ crederlo tutti assieme”.

TERNA ARBITRALE. Domenica a dirigere il match è stato chiamato il bolognese Fabiano Simone, che sarà coadiuvato da Fabio Fabbris di Pordenone e Giovanni Masini di Gorizia.

 

Per quanto riguarda il Delta Rovigo domani disputerà un’amichevole contro  Chievo Primavera, attualmente in classifica al secondo posto alle spalle della Juventus e che alla stessa leader della classifica la settimana scorsa ha rifilato un 3-0.

 

Pierre



Articoli correlati


Delta Rovigo rimedia una sconfitta con Lentigione
Gravissima sconfitta dell’Adriese a Castelfranco
Sentinelli: “Dopo il successo di ieri andremo a festeggiare lo ‘scudetto’ a Ravenna il 23 aprile”
Domani amichevole a Este
Fabbri: “Vincendo a Correggio faremmo un grosso passo verso lo ‘scudetto’”
Adriese al confronto con Clodiense, Delta con Tamai

Scrivi un commento!