Home » Calcio, Serie D

Adriese: Milan: “Scandicci osso duro ma dobbiamo rosicchiarlo”            

17 marzo 2017 322 visite Stampa articolo

calcioNella rincorsa alla salvezza (impervia ma ancora possibile) domenica prossima l’Adriese ospiterà lo Scandicci, sesto a 14 punti dalla capolista Delta Rovigo ma che non ha ancora abbandonato speranze di partecipare ai play off. Sarà un osso duro da masticare per i granata che, però, non hanno alternative alla vittoria che rinfocolerebbe brame di salvezza immediata. I fiorentini (39 punti) sinora hanno segnato in totale 34 gol, subendone 40. In trasferta hanno segnato 17 gol e ne hanno presi 15, cinque dei quali a Rovigo; significa che nelle altre 12 trasferte hanno incassato solo 10 gol (attenzione!).

In casa i toscani hanno battuto Rignanese (2-1), Pianese (3-2), V. Castelfranco (2-1), Poggibonsi (2-0) e proprio l’Adriese (1-0). Hanno pareggiato solo col Ravenna (2-2) e perso ad opera di Mezzolara (1-2), Correggese (1-5), S. Donato T. (0-2), Imolese (1-4), Lentigione (0-1), Castelvetro (2-3) e Fiorenzuola (0-2). Ben diverso e concreto i cammino fuori casa dove lo Scandicci, come detto è quarto con 23 punti (13 partite) dietro a Imolese 28 (14), S. Donato T. 27 (13) e Lentigione 24 (13).

In trasferta hanno battuto Rignanese (1-0), S. Donato T. (2-1), Imolese! (2-0), Poggibonsi (3-1), Ravenna! (2-1), Colligiana (2-1) e Ribelle (2-0). Vi hanno pareggiato con Pianese (1-1) e Sangiovannese (1-1) e perso ad opera di Correggese (0-1), V. Castelfranco (0-1), Delta Rovigo (0-5) e Mezzolara (1-2). È pertanto la squadra con meno pareggi in assoluto (solo 3).

I 34 gol all’attivo sono così suddivisi: 12 Vangi (1 rigore); 7 Gianotti; 3 Muscas; 2 Bandini, Martini e Vinci, 1 Ammannati, Bourezza, Gori, Iaquinandi e Mugelli, cui bisogna aggiungere un’autorete.

Il portierone granata Luca Milan guarda questi numeri con disincanto: “Vengono solamente a confermare come lo Scandicci sia squadra da prendere con le molle. Noi vogliamo e dobbiamo incamerare i tre punti per dare corpo alla nostra rincorsa-salvezza. Sappiamo che sarà difficile centrarla ma le cose difficili non ci hanno mai condizionato; domenica giocheremo col coltello tra i denti per poi guardarci intorno a fine partita. Con la speranza che gli orizzonti siano più sereni”.

Cosa ci vorrà per mettere sotto i fiorentini?

“Dovremo essere determinati, attenti, orgogliosi e, perchè no, fortunati – osserva Milan -. Spesso almeno una di queste caratteristiche sono mancate e questo ha condizionato largamente il nostro cammino. Credo che abbiamo un organico che se la può giocare alla pari con tutti; basterà ‘solo’ crederlo tutti assieme”.

TERNA ARBITRALE. Domenica a dirigere il match è stato chiamato il bolognese Fabiano Simone, che sarà coadiuvato da Fabio Fabbris di Pordenone e Giovanni Masini di Gorizia.

 

Per quanto riguarda il Delta Rovigo domani disputerà un’amichevole contro  Chievo Primavera, attualmente in classifica al secondo posto alle spalle della Juventus e che alla stessa leader della classifica la settimana scorsa ha rifilato un 3-0.

 

Pierre



Articoli correlati


Delta Rovigo. Contri: “Raccogliamo meno di quanto seminiamo”
Mboup: ”Finalmente sono a disposizione di Parlato”
Adriese ko alla Colligiana…...e adesso il derby !!!!!!
Rovigo Over 35 s'impone su Amatori '98
Delta Rovigo sconfitto in finale dall'Imolese
Una bella Adriese stende l’Este

Scrivi un commento!