Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Fabbri: “Vincendo a Correggio faremmo un grosso passo verso lo ‘scudetto’”

22 marzo 2017 888 visite Stampa articolo

fabbriROVIGO – E’ proseguita oggi con la tradizionale doppia seduta del mercoledì la preparazione del Delta Rovigo in vista della difficilissima trasferta a Correggio. Tutti gli abili di prima della sosta di tre settimane non hanno avuto problemi e pertanto saranno a disposizione di Parlato. È in ripresa anche Francesco Contri che ha saltato le ultime tre partite di campionato e potrebbe essere a sua volta convocato. Assenti sicuri l’acciaccato cronico Cristian Crescenzi (che ha già terminato la stagione) e Jacopo Fortunato che deve ancora scontare due giornate di squalifica. In ripresa anche Andrea Migliorini (non ancora al massimo) che oggi compie 29 anni (auguri!).

Domenica ci sarà certamente Gianmarco Fabbri che sinora ha saltato solo il recupero di inizio anno con l’Imolese, piazzandosi per minutaggio solo alle spalle di Boccanera che ha giocato tutti i 2.340 minuti (più recuperi) delle 26 partite giocate dai biancazzurri. L’esterno sinistro inquadra così la partita: “Sarà molto importante per noi, ma anche per loro – osserva il marchigiano -. Nessuno avrà interesse al pareggio; se vinciamo noi elimineremo i reggiani dalla corsa scudetto, se vinceranno loro si rilanceranno anche se ora hanno 8 punti in meno ma con una partita in più. Noi cercheremo il successo pieno con tutte le nostre forze perché, così facendo, faremmo un ulteriore gran passo verso lo ‘scudetto?”.

All’andata finì 5-2 con la Correggese ma Fabbri fa un distinguo….

“Nonostante la sconfitta i reggiani giocarono molto bene; almeno sino a quando erano in 11. Poi fu espulso Bovi, che aveva appena segnato, per fallo su Dionisi e noi dilagammo. Come detto il gioco della Correggese (allora allenata da Bagatti, ex Delta Rovigo, ndr) ci impressionò tantissimo. Credo però che il miglior gioco (noi esclusi) sia quello dell’Imolese con la quale sono convinto ci giocheremo le chance per la vittoria finale”.

All’andata nella Correggese mancava Sciamanna, attuale capocannoniere del girone con 20 reti (3 rigori)……

“Indubbiamente è stato un vantaggio per noi – ammette Fabbri – ma noi là dietro siamo molto forti e probabilmente avremmo vinto ugualmente. Abbiamo la miglior difesa (22 gol al passivo come il Ravenna, ndr) e ne abbiamo subiti solo 5 nelle 9 gare del ritorno; vorrà pur dire qualcosa”.

La lunga sosta può avere ‘arruginito’ testa e muscoli?

“Nemmeno per sogno – osserva l’esterno biancazzurro -. Parlato e il ‘prof’ Alan Marin hanno pensato bene a……torchiarci a dovere per non perdere il ritmo. E le due amichevoli vincenti con Este (3-2) e Primavera del Chievo (3-1) le abbiamo giocate con la determinazione di una partita di campionato. La stessa determinazione, sommata ad attenzione  e coesione, che servirà per espugnare il terreno di una squadra che giocherà col coltello tra i denti”.

Tra i reggiani domenica mancheranno gli squalificati Davide Magri e Federico Davoli. Sarà un vantaggio per il Delta Rovigo?

“Sono due pedine importanti nello scaccheire della squadra di Benuzzi (anch’egli ex Delta Rovigo) – puntualizza ironicamente Fabbri -. Credo però che la Correggese giocherà ugualmente….in 11 e non è detto che i sostituti siano peggiori dei due squalificati. Anzi credo che chi gioca meno spesso ci metta ancor più impegno per variare le gerarchie in rosa. Ci vorrà sempre e comunque tanta attenzione”.

ALTRE SQUALIFICHE. Due giornate: Bourama Sanè (Lentigione); una giornata: Matteo Spinello (Colligiana), Rocco Visibelli e Andrea Gianotti (Scandicci), Cristian Petricelli (Ribelle) e Francesco Frosali (S.Donato Tavernelle).

 

Pierre



Articoli correlati


Domenica insidioso derby ad Adria. Boccanera predica prudenza
Ilari: “Il pareggio col Lentigione non ha precluso nulla di importante”
De Anna: “Spero che il gol in rovesciata sia il primo di una lunga serie”
Delta Rovigo sugli scudi, Adriese rischia tantissimo
Forse giocare con due punte migliorerebbe il gioco…
Emanuele Busetto new entry dell'Adriese

Un commento »

  • Mauri ha detto:

    Due giornate ancora da scontare? Mi risulta che siano tre di squalifica, visto che dopo Mezzolara il Rovigo non ha ancora giocato. A meno che non si intenda che Fortunato ne avrà altre due dopo Correggio (Rignanese e Scandicci) e rientrerà con il San Donato in casa.