Home » vari

Lucio Taschin riconfermato alla guida del Coni Point di Rovigo

24 marzo 2017 Stampa articolo

taschinProsegue l’avventura di Lucio Taschin al timone del Coni Point di Rovigo. Il delegato provinciale è stato riconfermato alla guida dello sport polesano per un nuovo mandato olimpico. La nomina ufficiale è arrivata direttamente dal presidente del Coni Veneto Gianfranco Bardelle che, constatando la mancanza di altre candidature al ruolo, ha contemporaneamente raccolto i molti consensi manifestati da federazioni ed enti della provincia di Rovigo in favore della riconferma di Taschin. Nel complimentarsi per il traguardo personale raggiunto, il numero uno del Coni regionale ha espresso inoltre la sua soddisfazione per la squadra di delegati costruita negli ultimi anni, da lui stesso definita “al passo coi tempi, motivata e competente”.

Taschin era subentrato al precedente delegato Marco Bonvento nell’ottobre 2015. Col suo arrivo il Coni Point ha accelerato senza indugio su alcuni ambiti strategici. La sinergia con l’Ufficio Scolastico Provinciale si è intensificata, così come i rapporti con la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, da tempo al fianco del Coni Point per sostenerne alcune iniziative cardine. Ma soprattutto si è virato con decisione verso le relazioni con il mondo sportivo a ogni livello e il suo coinvolgimento diretto in una serie di eventi che hanno riportato il Coni nelle piazze e nei palazzetti della provincia.taschin

“Ringrazio il presidente regionale Gianfranco Bardelle per avermi rinnovato la sua fiducia – commenta Taschin – C’è ancora molto da fare per lo sport polesano. Le idee cardine di questo nuovo mandato quadriennale saranno le stesse che hanno caratterizzato la mia prima parziale esperienza alla guida del Coni Point di Rovigo. Giovani, eventi, scuola. Cercheremo di rafforzare i rapporti con gli enti pubblici e con il mondo dell’associazionismo. Il piano di attività per il 2017 è già delineato e nell’immediato puntiamo decisi alla seconda edizione della Festa Young in programma a fine aprile”.

Proseguirà, dunque, un impegno volto a riavvicinare lo sport polesano agli standard delle altre province venete. “Rovigo ha indubbiamente qualche gap rispetto alle altre provincie – prosegue Taschin – Alcuni sono incolmabili e derivano dal fatto che siamo un territorio piccolo che non potrà mai raggiungere determinati risultati in termini numerici. Però abbiamo la grande possibilità di caratterizzarci, di creare delle nicchie di entusiasmo e di fermento grazie allo sport. Dobbiamo rimetterci in gioco. Anche attraverso eventi che io sono solito definire ‘celebrazioni attive’, ossia manifestazioni in grado di coinvolgere più realtà per far vedere che questo territorio dal punto di vista sportivo ha tanto da dare”.

C.S.



Articoli correlati


Polesine protagonista a Feltre per l’attività intercentri
Due Bandi regionali sotto la lente d'ingrandimento del Coni
“Sport in rete”
Primo corso dell'anno del Coni Point Rovigo
La “Festa Coni young” fa ancora il pieno
Tre giorni di corso dedicati a dirigenti e manager sportivi

Scrivi un commento!