Home » Calcio, Serie D

Adriese perde con la Pianese e fa un passo indietro

26 marzo 2017 257 visite Stampa articolo

calcioPIANESE-ADRIESE 2-1

PIANESE: Benedettini, Pupinski, Gagliardi, Del Colle, Capone, Bernardini, Golfo (25’ st Mella), Bianchi, Mammetti (38’ st Rinaldi), Ancione, Maresi. A disp.: Duchi, D’Addario, Fapperdue, Sanashvili, Tedesco, Contorni e Sorini. Allenatore: Chiarini.

ADRIESE: Milan, Bonilla, De Gregorio, Arvia, Ballarin, Colman Castro, Dall’Ara (33’ st Greggio), Castellan (38’ st Bellemo), Cesca, Marangon (21’ st Amadio), Marcandella. A disp.: Bertasini, Di Bari, De Crescenzo, Berti, Lestani e Nalin. Allenatore: Mattiazzi.

Arbitro: Scatena di Avezzano (ass.Di Tommaso di L’Aquila e Iocca di Isernia).

Reti: 18’ pt Marangon, 36’ pt Mammetti su rigore, 44’ st Mella.

Note: cielo nuvoloso, terreno sintetico, temperatura rigida. Calci d’angolo 2-2; spettatori 50.

PIANCASTAGNAIO – In settimana il presidente granata Luciano Scantamburlo in un’intervista gentilmente concessaci aveva indicato nella continuità di rendimento la chiave di volta per la salvezza. Invece i ragazzi di Mattiazzi a Piancastagnaio è ricaduta nelle solite amnesie e nei soliti errori delle giornate no; errore dal dischetto compreso. E così, pur in vantaggio con Marangon, gli adriesi hanno subìto il sorpasso allo scadere. La salvezza diretta appare sempre più difficile e molto probabilmente dovranno affrontare i play out per rimanere in serie D.

Si comincia e le due squadre si affrontano senza tanti tatticismi. Al 18’ l’Adriese va in vantaggio con il solito bellissimo gol del solito incommensurabile Marangon con un eurotiro su calcio di punizione. Quattro minuti dopo lo stesso Marangon fallisce di poco il raddoppio, imitato poco dopo da Cesca che calcia alto da buona posizione. Al 36’ i senesi pareggiano: Ancione è affrontato da Colman Castro che, a parere dell’arbitro, commette fallo da rigore (apparso piuttosto dubbio) e Mammetti batte Milan.

Nella ripresa l’Adriese cerca il gol del secondo vantaggio. È soprattutto Marangon che semina il panico nelle retrovie toscane con due tiri che terminano fuori di poco. Al 21’ Mattiazzi è costretto a togliere Marangon per problemi muscolari tutti da valutare ed immette Amadio. Dieci minuti dopo Cesca si procura un rigore sacrosanto; sul dischetto va Marcandella che però si fa parare il penalty da Benedettini dopo avere realizzato una settimana prima quello con lo Scandicci (alla faccia della continuità…..). Molti, troppi, i rigori falliti dai granata.

L’Adriese non si scoraggia e spinge sull’acceleratore con Cesca protagonista: prima è bravo Benedettini a respingere un suo tiro, meno bravo Cesca poco dopo quando manda fuori di testa un cross che chiedeva solo di essere depositato in rete. Gol sbagliato, gol subito! La regola, vecchia come il calcio, si concretizza malignamente allo scadere quando la Pianese manovra in contropiede e Mella beffa Milan.

RISULTATI: Correggese-Delta Rovigo 3-1, Mezzolara-Ribelle 0-0, Pianese-Adriese 2-1, Poggibonsi-Imolese 0-5; Ravenna-Lentigione 1-0, Rignanese-Fiorenzuola 1-2, S. Donato T.-Sangiovannese 2-3, Scandicci-Colligiana 1-1, V. Castelfranco-Castelvetro 2-2.

CLASSIFICA: Imolese* 55; Delta Rovigo* e Ravenna 53; Lentigione 50; Correggese 48; Castelvetro 42; Scandicci 40; S. Donato T. 38, Colligiana, Mezzolara e Pianese 37; Ribelle** 34; Rignanese* e Fiorenzuola 33, Adriese 27, Sangiovannese 26, V. Castelfranco* 23; Poggibonsi 16. *una partita in meno, **un punto penalizzazione.

 

Errepi



Articoli correlati


Delta Rovigo incassa i primi tre punti
Granzette cede alla leader del girone
Recuperi. Il Delta Rovigo domani a Imola, l’Adriese ospiterà la Sangiovannese
Il Delta Rovigo batte la Ribelle e torna al vertice
Vittoria tennistica per Rovigo
Pareggio tra Rovigo Over 35 e Montegrotto

Scrivi un commento!