Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

La sconfitta di Correggio può essere determinante

27 marzo 2017 596 visite Stampa articolo

calcioROVIGO – Nei giorni antecedenti a Correggese-Delta Rovigo giocata ieri ci si interrogava se la sosta di ben 21 giorni avesse pesato sui muscoli e sulle idee dei biancazzurri. Ebbene: l’1-3 subìto ha chiarito che una sosta di tali proporzioni nel momento decisivo della stagione può essere molto ma molto deleteria.

A Correggio il Delta Rovigo non ha saputo giocare il calcio che pratica di solito. E così è andato sotto per 3-0 (doppietta del capocannoniere del girone Sciamanna ora a quota 22, con tre rigori e gol di Bovi che ha bissato quello dell’andata) mentre Ferrari ha salvato l’onore col suo 13° centro stagionale. Una sconfitta arrivata dopo 20 partite positive (45 punti, 2,30 di media) visto che la precedente risale addirittura al 9 ottobre (0-1 a Piancastagnaio).

Una sconfitta che getta molteplici ombre sul finale di campionato, visto che l’Imolese, anch’essa ferma da tre settimane, ha maramaldeggiato (5-0) in casa del Fanalino di coda Poggibonsi che ha più di un piede in Eccellenza. Superando così in vetta i biancazzurri e staccandoli di due lunghezze. Mentre a sua volta il Ravenna ha battuto per 2-1 il Lentigione, eliminandolo dalla lotta per lo scudetto, ed agguantando proprio il Delta Rovigo.

Si sapeva che la vittoria finale si sarebbe giocata sul filo di lana. Con questa sconfitta i biancazzurri sono ancora i migliori in casa dove sono gli unici a non avere ancora perso, dove hanno racimolato ben 31 punti subendovi solo 10 gol. Hanno perso però il primato della miglior difesa (ora hanno subìto 25 gol mentre il Ravenna è a 22), quello delle vittorie totali (ancora 15 mentre l’Imolese è a 16) e quello che più conta è che hanno subito ben 5 gol nelle ultime due partite giocate. Un campanello d’allarme di cui bisogna tenere conto.

Ora il calendario sembra favorire l’Imolese che delle sette partite ancora in programma ne giocherà ben cinque in casa (V. Castelfranco, Ravenna, Adriese, Lentigione e Colligiana) e solo due fuori (Pianese e Castelvetro). Il Delta Rovigo ha in programma quattro gare in casa (Rignanese, S. Donato Tavarnelle, V. Castelfranco e Adriese) e tre fuori (Scandicci, Ravenna e Poggibonsi). L’arrembante Ravenna deve dunque incontrare sia Imolese (in trasferta domenica prossima) che Delta Rovigo in casa e sarà pertanto padrona dei propri e degli altrui destini. Completano il programma dei romagnoli le gare con Castelvetro e Sangiovannese in casa e Colligiana e Ribelle fuori. Ognuno può fare le sue previsioni anche se, sempre e comunque, sarà il campo a dare le principali risposte.

Per fortuna già dopodomani si giocherà al “Gabrielli” il recupero con la Rignanese (inizio ore 15); una gara molto difficile visto lo 0-0 dell’andata con toscani migliori mentre i ‘renziani’ cercheranno punti per evitare i play out.

A rendere ancora più “fosca” la trasferta di Correggio sono arrivate l’espulsione ai danni di Sentinelli e la quinta ammonizione per Nichele. I due saranno squalificati mercoledì e sconteranno la sanzione a partire da giovedì. Sarà pertanto a disposizione anche il capitano visto che a livello nazionale non sono automatiche le squalifiche dopo l’espulsione ma solo il giorno dopo l’affissione all’albo del comunicato (appunto giovedì).

GIOVANILI. Tragico week end per loro. Gli Juniores Nazionali hanno perso in casa (0-3) ad opera della Vigontina restando ultimi a 4 punti dall’Este cui faranno visita sabato prossimo. Anche i Giovanissimi regionali sono stati battuti per 2-3 (gol dei soliti Coviello e Coltro) a Rubano ma restano sesti, raggiunti però dai diretti avversari. Domenica al Gabrielli arriverà il Mestrino.

 

Pierre



Articoli correlati


Delta Rovigo. Boccanera: “Voglio fare tris di vittorie in campionato”
Pareggio a reti inviolate per il Delta Rovigo
Boara Polesine: Zanaga: “Incredibile la sconfitta col S. Vigilio; puntiamo comunque al salto in Seco...
Delta Rovigo, nonostante tutto, è ancora il migliore in casa ma uno dei più turbolenti 
Tre turni di squalifica per Castaldo; classifica disciplina disastrosa
Delta Rovigo torna al successo

Scrivi un commento!