Home » scuola, vari

Tutti i numeri delle “Giornate dello sport” a scuola

Oltre 16.000 studenti coinvolti nell’intera provincia di Rovigo
10 aprile 2017 Stampa articolo

sportA poco più di un mese di distanza, l’eco delle “Giornate dello sport a scuola” non si è ancora arrestato. L’iniziativa, promossa per il primo anno a livello regionale, anche in provincia di Rovigo ha raccolto molti successi. Da parte del Coni Point di Rovigo massimo appoggio e sostegno alle tante attività che il 2, 3 e 4 marzo sono state proposte in moltissimi istituti scolastici polesani con l’obiettivo di diffondere la pratica sportiva in orario didattico come mezzo educativo adatto al mantenimento del benessere psico-fisico e socio-relazionale, il tutto in un quadro di collaborazione con le società sportive operanti nel territorio.

E’ soprattutto grazie all’impegno dei docenti dei vari ordini di scuola e alle loro capacità progettuali e organizzative che le “Giornate dello Sport” hanno fatto centro, raggiungendo livelli di partecipazione davvero incredibili. In tutti i Comuni tantissimi istituti e plessi hanno interpretato in autonomia l’iniziativa pianificando attività ed esperienze stimolanti per gli studenti. Sono i numeri a fotografare il successo della tre giorni polesana dedicata allo sport. Sono state 4 le scuole per l’infanzia che hanno aderito; 30 le scuole primarie; 38 le scuole secondarie di primo grado, 10 le scuole secondarie di secondo grado: un totale di 82 istituti scolastici che hanno partecipato all’iniziativa. La maggior parte di essi ha garantito iniziative per tutti e tre i giorni, altre si sono concentrate solo su una o due giornate. In totale sono stati coinvolti nelle attività proposte 16.146 studenti: considerando che il totale degli studenti del polesine è pari a circa 24.000 bambini e ragazzi, le “Giornate dello Sport” hanno coinvolto nelle attività sportive oltre due terzi della popolazione scolastica provinciale.sport

 A svolgere un ruolo fondamentale e strategico per la perfetta riuscita dei 3 giorni è stato l’Ufficio Scolastico Provinciale, che in particolare si è attivato per organizzare il grande concentramento rodigino del 2 e 3 marzo al Circolo Tennis “Tre Martiri”, durante il quale gli studenti di sei istituti si sono cimentati con calcio a 5, tennis e beach volley. L’impegno diretto del Coni Point, grazie alla collaborazione con il Comune di Rovigo e con la campionessa polesana di sitting volley Nadia Bala, si è concentrato sulla visita in Polesine della stella della pallavolo azzurra Andrea Lucchetta, coinvolto nel riuscito convegno organizzato nella serata del 3 marzo al Censer, dopo essere stato in visita al liceo Balzan di Badia nel corso della mattinata.

I convegni organizzati nell’intera provincia sono stati complessivamente 48, con la proiezione di 63 filmati in totale. Gli impianti sportivi utilizzati per attività all’esterno sono stati in tutto 39. Addirittura 59 le società sportive locali coinvolte dai vari istituti. Quanto agli sport proposti, il ventaglio è stato davvero ampissimo. Dai più tradizionali e comunemente praticati, a discipline quali il badminton, l’equitazione, il pugilato, il motocross, il sitting volley, il sub, le bocce, il tamburello, il paddle, l’handball, il calcio gaelico, il tiro con l’arco e il pattinaggio sul ghiaccio. Ma alcuni si sono anche spinti oltre, avvicinando i giovani al parkour, al baskin, al bowling, all’aerobica, al fit-walking, allo zumba, allo yoga, alla camminata con ciaspole in montagna e a molte altre attività.

Una full immersion di sport che ha stimolato ragazzi e insegnanti e che, si spera, possa portare a una crescita dell’intero movimento sportivo provinciale. Prossimamente due istituti scolastici per ogni provincia verranno premiati dalla Regione Veneto a conferma del successo ottenuto dal progetto.

C.S.



Articoli correlati


Presentata L'associazione "Gruppo soccorso Delta Dog"
Un 2016 da applausi tra sport, giovani, scuola, eventi e cultura
Le “Giornate dello sport” portano lo sport in classe
La scuola primaria di Polesella ha ospitato “Pinocchio in bicicletta”.
Torna la “Festa Young”
Successo per Adventure River Fest

Scrivi un commento!