Home » footbike

Devis Colombo e la footbike

12 aprile 2017 Stampa articolo

footbikeAll’Half Marathon di Rovigo assieme agli atleti che hanno partecipato vi era anche un mezzo a due ruote un po’ strano, una via di mezzo tra bicicletta e monopattino, la footbike. Abbiamo scambiato due parole con Devis Colombo per conoscere meglio questo mezzo.  

Devis che cosa facevi all’Half Marathon di Rovigo sulla footbike?

«Grazie agli sponsor “Il mondo degli animali” di Ferrara e “Aerelli Bike” di Montegrotto Terme che ci hanno messo a disposizione una “Foot Bike” da scooter joring – Canicross con ruote tassellate ammortizzato e un kostka di nuova concezione tassellato per un’ uso promiscuo strada e fuoristrada, io e i miei figli Lorenzo e Michele abbiamo partecipato con le monopattini sportivi, come staff  all’half Marathon di Rovigo accompagnando i podisti lungo la strada verso il traguardo e destando tra il pubblico accorso e tra i partecipanti interesse e curiosità per questi mezzi anticonvenzionali ma comodissimi e divertenti».footbike

Quando hai iniziato a fare esperienza con questi mezzi?

«La mia esperienza con le foot bike è iniziata qualche anno fa praticando il canicross all’interno del quale esiste la disciplina dello scooter joring nel quale i concorrenti a bordo del loro scooter in compagnia del loro cane affrontano prove a tempo su tracciati sterrati di circa 5 k, poi da lì abbiamo conosciuto meglio i mezzi e le differenti tipologie in base al loro utilizzo: città, tempo, libero, sport, strada, fuoristrada e pista».

footbikeQuando hai iniziato a fare sul serio?

«La prima vera impresa l’ho compiuta l’anno scorso alla bike night di Ferrara 100 km partendo da Ferrara per arrivare dopo una lunga notte di spinta al mare presso Spiaggia Romea accompagnato da vari amici venuti da ogni parte d’Italia con le Foot Bike e non solo e dal mio” brother” compagno di avventure Stefano Viganò venuto da Bergamo appositamente.

Quest’anno ci siamo messi a fare sul serio per divulgare la disciplina del Canicross e La Footbike fantastico mezzo, partecipando a varie attività ed eventi per far provare e far conoscere questi mezzi già ampliamente utilizzati e conosciuti all’estero anche dai più piccoli».

 E ora che farai?

«I fratelli Mauro e Paolo di Aerelli Bike, noto negozio di bici e non solo di Montegrotto Terme, hanno creduto nelle potenzialità del mezzo e grazie alla collaborazione con Kickbike, della quale sono diventati da pochi giorni rifornitori ufficiali, alla loro storica esperienza e continua innovazione hanno iniziato a customizzare il prodotto creando un mezzo “Prototipo 1.0 ” che sarà da me utilizzato quest’anno per percorrere i 100 km della bike night 2017 con il team Aerelli bike.footbike,

Sicuramente a Rovigo e provincia inizieremo a vedere mezzi strani in giro…!!!!

Devis poi ci spiega per saperne di più

COSA HA DI SPECIALE IL MONOPATTINO

Il monopattino è uno sport che riesce a suscitare in chi lo pratica lo spirito giocoso, non solo perché nell’immaginazione di tutti è associato all’infanzia, ma perché è un “mezzo” semplice ed essenziale che non ha pretese e, come tutti i giochi semplici, diverte e si apprezza soprattutto quando lo si pratica in compagnia. Proprio come facciamo noi!

MONOPATTINO O FOOTBIKE

Quando si parla di monopattino viene immediato pensare ai micropattini, quei piccoli monopattini

PROTOTIPO_1.0_AERELLI_BIKE

PROTOTIPO_1.0_AERELLI_BIKE

pieghevoli in alluminio con le ruote poco più grandi di quelle dei roller che impazzano sul lungomare guidati da intrepidi ragazzini. Ma il monopattino sportivo è un’altra cosa. A volte infatti, a prima vista, lo si confonde con una bicicletta, poi si notano le differenze: manca il sellino, mancano i pedali! Ma allora quella strana bicicletta cos’è? È un monopattino! Quello che accomuna i due mezzi è che sia il micropattino che il monopattino si spingono con i piedi.

Nell’ultimo decennio, il monopattino, che internazionalmente prende il nome di footbike, ha incontrato il favore di un pubblico sempre più vasto: senza sellino né pedali, senza catena né ingranaggi, il monopattino è molto semplice, anche nella manutenzione, e la pratica di questo sport è accessibile a tutti ma, soprattutto, è molto divertente e curiosa.

La dimensione del suo sviluppo è ormai internazionale: la struttura organizzativa che promuove la diffusione del footbike, l’IKSA – International Kicksled and Scooter Association (www.iksaworld.com), è vivace e ambiziosa, il mercato sostiene l’evoluzione tecnica degli attrezzi e gli atleti sono sempre più preparati.

Lo spirito che caratterizza il mondo del monopattino è unico: la competitività è certamente presente, ma prevale il gioco; l’amicizia e la lealtà, che sono alla base di questa disciplina, la rendono ideale anche per la crescita dei giovani che si avvicinano allo sport.

Il monopattino moderno, il footbike, è un mezzo a propulsione umana che può raggiungere, con la sola spinta umana, una velocità massima di circa 40 km/h. È progettato per un uso ricreativo e sportivo, è costruito con standard di qualità che ne garantiscono affidabilità e robustezza, è dotato di due comuni ruote da bicicletta (quella anteriore da 28” e quella posteriore che può variare da 16” fino a 28”) e di freni (sia anteriore sia posteriore) che consentono al praticante di poter svolgere la propria attività con piena sicurezza per sé e per gli altri.footbike-

Il materiale più diffuso per la realizzazione del telaio è l’alluminio, che ha sostituito l’acciaio, ma negli ultimi anni la maggior diffusione della pratica sportiva ha consentito l’introduzione sul mercato di modelli in carbonio e anche in titanio. Componentistica e accessori sono gli stessi del mercato ciclistico.

IL MONOPATTINO NEL MONDO

In Europa, dove questo sport ha avuto le sue più importanti origini, è molto diffuso in Olanda e in Repubblica Ceca, ma si pratica anche in Danimarca, in Finlandia, in Francia, in Germania, in Gran Bretagna, in Slovacchia e in Svizzera. Nel resto del mondo è praticato in modo significativo principalmente negli Stati Uniti d’America, in Canada e in Australia, ma anche in Sud America e in Giappone.

Dal 2000 l’Italia e queste Nazioni, con l’IKSA – International Kicksled and Scooter Association, contribuiscono attivamente all’organizzazione del Footbike Eurocup, la Coppa Europa, dei Footbike European Championships e dei Footbike World Championships, i Campionati del Mondo.

IKSA E FOOTBIKE

L’organizzazione internazionale che sovrintende all’organizzazione dei World Championships, degli European Championships e dell’Eurocup è l’IKSA – International Kicksled and Scoter Association, con sede in Olanda. La responsabile dell’IKSA è la sig.ra Thijza Brouwer. Il sito internet di riferimento per tutto quello che riguarda il footbike in Europa e nel mondo, ed in particolare per quanto riguarda l’Eurocup, è consultabile all’indirizzo www.iksaworld.com.

Redazione



Articoli correlati


Scrivi un commento!