Home » vari

“Muovimondo”, passerella conclusiva con oltre 500 ragazzi in festa

29 aprile 2017 Stampa articolo

variROVIGO – Oltre 550 ragazzi e una quarantina di docenti con 7 scuole e 30 classi coinvolte: questi i numeri della festa finale di “Muovimondo”, progetto congiunto di azienda sanitaria e Uisp che giovedì 20 aprile ha vissuto il suo momento conclusivo. Due invece le location, il campo di atletica leggera Tullio Biscuola e al pattinodromo, riservati rispettivamente ai bambini delle classi terze, quarte, quinte e prime e seconde degli istituti di Rovigo e Canaro (Comprensivo di Occhiobello).

Una giornata di festa all’insegna del gioco e del movimento con i temi dell’alimentazione e della mobilità (a piedi o in bicicletta) a farla da padroni e proseguito con l’animazione di Umberto Menon, l’esposizione di alcuni lavori prodotti dagli stessi ragazzi negli scorsi mesi e chiuso con la distribuzione di alcuni gadget quali t-shirt, racchettoni e giochi da tavolo vari.

Da quest’anno parte del Piano di prevenzione regionale, “Muovimondo”, giunto alla sua terza edizione, si è sviluppato lungo l’intero anno scolastico con incontri di formazione rivolti ai docenti cui son seguiti un paio di mesi di attività tra ottobre e dicembre: l’intento è stato quello di educare sin da piccoli alla sana alimentazione e in genere ad un corretto stile di vita, e al movimento con particolare riferimento alla bicicletta e allo spostamento a piedi, con l’intercultura a rappresentare il tema trasversale.vari

Cinquantasei in tutto le classi interessate tra capoluogo e resto del territorio provinciale per un totale di alunni che ha abbondantemente superato invece quota mille. Anime del progetto, in casa Uisp, Giulia Romani e Valentina Chinaglia, che hanno affiancato e supportato l’Ulss la cui referente è stata invece Maria Chiara Pavarin.

Giustamente soddisfatto il presidente di Uisp Tiziano Quaglia che incassa quindi un nuovo successo dopo quello di Giocagin commentando: “È fondamentale iniziare ad educare i nostri ragazzi sin da giovani su temi così centrali e fondamentali come l’alimentazione e l’intercultura. La nostra associazione crede in queste progettualità e continuerà ad affiancare l’azienda sanitaria in questo percorso di crescita e di formazione”.

C.S.



Articoli correlati


Presentata L'associazione "Gruppo soccorso Delta Dog"
Gli auguri del Coni a federazioni e enti di promozione
Primo appuntamento di formazione, 2017, a Rovigo con la scuola regionale dello sport
Il Bsc Rovigo organizza un ciclo di incontri dedicati ai genitori dei bambini delle scuole materne e...
La psicologa Elena Vallin spiega il cibo come nutrimento emotivo
È iniziato “sport @ scuola 2017”

Scrivi un commento!