Home » Calcio a 5, Femminile

Il Veneto vince il torneo delle regioni

Nella formazione veneta anche quattro atlete del Granzette
4 maggio 2017 Stampa articolo

 

calcio a 5Veneto-Toscana 5-3

(Longato 3, Gesiot e Polese)

Un risultato importante, il miglior finale per un percorso in crescendo che ha permesso alla Rappresentativa Femminile Veneto di calcio a 5 di laurearsi Campionessa d’Italia.

Il torneo, tenutosi quest’anno in Puglia, si svolge annualmente e vede confrontarsi le selezioni regionali composte dalle migliori 12 atlete Under 25 militanti nei campionati FIGC di Serie C e D.

Proprio per questo è stato un onore per la comunità di Rovigo avere 4 atlete selezionate – Ilaria Andreasi, Alessia Longato, Sara Piccinardi e Alice Vannini – in questa squadra vincente, ed un premio all’ottimo lavoro svolto negl’ultimi anni dalla Polisportiva Marzana Granzette, società d’appartenenza delle ragazze.

Una vittoria arrivata al termine di un tour de force notevole – 6 gare in 7 giorni –  in cui le leonesse hanno prevalso in finale sulla Toscana, grande favorita del Torneo, per 5-3 dopo i tempi supplementari. Una partita bellissima, a tratti rocambolesca, che ha visto premiato il carattere, la genorosità e l’arguzia tattica delle ragazze di mister Robson Marani, sulla classe e la tecnica delle toscane.calcio a 5

Eppure non era andata benissimo contro le stesse ragazze della Toscana durante la fase a gironi, quando le venete erano state sconfitte nettamente per 8-2. Ma, come spesso succede nel mondo dello sport, è stato proprio quel momento di difficoltà la sliding door della competizione, come conferma Sara Piccinardi, scelta come capitano della Rappresentativa: “La sconfitta è servita a farci rendere conto che eravamo molto più di quella squadra che aveva perso 8-2, ognuna di noi ha dovuto tirar fuori il proprio carattere e il proprio orgoglio e metterli a disposizione del gruppo non solo in campo, ma soprattutto fuori. Nonostante il poco tempo insieme, siamo riuscite a compattarci come gruppo ed è proprio questo che ci ha portato alla vittoria, non c’è stato nulla che abbia potuto scalfirci, né l’infortunio del nostro portiere titolare ai quarti, né l’espulsione del secondo portiere durante la finale. Abbiamo vinto tutte insieme ed è stato per me un grandissimo onore poter alzare la coppa di Campionesse d’Italia per questa Squadra!”

calcio a 5Quando si parla di vincenti nel calcio femminile in Polesine, i primi 2 nomi della lista sono Ilaria Andreasi e Alessia Longato, per entrambe infatti è il 3° successo al Torneo delle Regioni, ma in 2 sport diversi: avevano entrambe vinto 2 volte il torneo nella categoria calcio a 11 ed ora sono riuscite nell’impresa di portare a casa il titolo anche nel futsal. Per Andreasi questo era l’ultimo torneo “È stato bellissimo vincere alla mia ultima partecipazione, ho vissuto tutta la settimana con una maggior consapevolezza e voglia di vivermi a pieno ogni secondo in un’avventura speciale come questa, dando il 100% e sperando di arrivare più avanti possibile! Concludere poi con una finale come quella di lunedì è stata la ciliegina sulla torta, ci siamo confrontate contro delle individualità fortissime, contro atlete di livello superiore, ma vincerla da squadra è stato per me il massimo, non potevo sognare finale migliore per la mia ultima partecipazione”.calcio a 5

L’altra veterana del Torneo, Alessia Longato, è stata anche la capocannoniere della squadra con 11 gol, di cui 3 nella finale di Bari. Un risultato sorprendente per la ragazza che, va ricordato, gioca a calcio a 5 solo da dicembre: “Buona parte del merito di questo successo personale, va condiviso con tutta la famiglia Granzette: in ogni allenamento tutti i membri dello staff e ogni compagna di squadra sono sempre stati disponibili con me per aiutarmi, darmi un consiglio, insegnarmi i movimenti e le specifiche di uno sport per me nuovo, permettendomi così di ritrovare non solo una buona condizione fisica ma anche di giungere a una discreta comprensione tecnico-tattica indispensabile per riuscire a dare il mio contributo in questo torneo.”

calcio a 5Uno sport nuovo anche per Alice Vannini, che milita nella squadra neroarancio da settembre e che era la più giovane componente della squadra, con i suoi solo 19 anni: ”Non avrei potuto affrontare questa esperienza senza la guida delle mie compagne di squadra, che hanno saputo consigliarmi e guidarmi in ogni momento, non solo in campo. Sono ancora incredula per tutto quello che è successo, emozionata e felicissima, credo di non aver ancora realizzato!”.

Ha un gusto particolare, questa vittoria, perché vissuta insieme per queste 4 ragazze, massime rappresentanti del futsal locale: ”Il fatto di aver affrontato questa avventura con Ilaria, Alessia e Alice è stato qualcosa di unico, nei momenti di difficoltà in campo il primo sguardo che cercavamo era l’una quello dell’altra e quello che vedevamo era la stessa voglia e la stessa grinta che abbiamo quando giochiamo con il Granzette, la nostra squadra. È stata sicuramente un’esperienza indimenticabile e molto emozionante, per quanto mi riguarda quella calcistica più bella mai vissuta finora.” Conclude capitan Piccinardi.

Un orgoglio per tutto il Polesine poter vantare 4 Campionesse d’Italia, che ora sono rientrate a disposizione del loro club, con un altro importante obiettivo da raggiungere, la vittoria nei Play-Off Nazionali e la promozione in Serie A.calcio a 5

 

C.S.



Articoli correlati


Granzette sconfitto dal Noale
Manita del Granzette al Verona
Granzette incassa 3 punti d'oro
Granzette: l'avventura continua
Granzette: finale play off a Rovigo
Granzette vicino alla serie A

Scrivi un commento!