Home » Calcio

Rovigo Over 35 va in finale

9 maggio 2017 78 visite Stampa articolo

calcioRovigo Over 35 – Vag Padova 1-0

Tabellino con voti

Marcatore: 13’pt Perrone (Rig)

ROVIGO OVER 35: Catozzo 7; Libralon 7, Gregnanin 7.5, Parlato 7, Maistro 7; Coltro 7, La Cagnina 7, Zambon 7; Passarella 7; Perrone 5, Braggion 7 (dal 30’st Polo sv). All. Reale (a disp: Rossetti, Fanchini).

Espulsi: Vidali al 27’st; Perrone (Ro), Bergamin e Sattin (Vag)al 37’st.

Note: ammoniti Passarella, La Cagnina (Ro); Mazzuccato, Coppola e Pederoca (Vag).

Costa di Rovigo – Ennesima finale per il Rovigo Over 35 di Luca Reale. I biancazzurri, con una difesa imperforabile, hanno centrato l’obiettivo e il 20 maggio allo stadio Appiani di Padova scenderanno in campo per la finalissima del campionato.

Una semifinale molto sentita, sia per il Rovigo che voleva il settimo trofeo consecutivo, sia per il Vag Padova che voleva interrompere l’egemonia dei polesani. Partita decisa dal penalty realizzato dal solito Perrone, in rete al 13′ dopo aver sfiorato il vantaggio in due occasioni (2′ e 7′) con un paio di conclusioni dal limite terminate a lato.

Braggion entra in area, viene atterrato e dal dischetto l’ex attaccante del Foggia la piazza nel sette dopo il portiere ospite non può arrivare. Al 20′ è Zambon a sfiorare il raddoppio con una bella percussione. Il primo tempo termina fra il nervosismo generale, con ben quattro ammoniti (Perrone e Passarella fra i biancazzurri).

Nella ripresa la gara è sempre più vibrante, la difesa polesana regge benissimo e non soffre, Catozzo se la cava anche con i piedi quando è chiamato in causa ma Gregnanin-Parlato non fanno passare gli ospiti. Al 18′ bella combinazione Perrone-Zambon e 2-0 sfiorato (di poco a lato). Al 27′ primo rosso della serata, espulso Vidali per doppia ammonizione. Sul finale, per uno scontro di gioco, parapiglia che coinvolge più di un giocatore, l’arbitro estrare ben tre cartellini rossi (Perrone del Rovigo e Bergamin e Sattin del Vag Padova). Si chiude così 10 contro 8 un incontro molto combattuto dove i padroni di casa hanno dimostrato la superiorità.

Grande impresa per Reale e compagni. Il 20 maggio (si attende di conoscere l’avversario) in finale si andrà senza Perrone (il capocannoniere della squadra e del campionato), un po’ come il Portogallo senza Cristiano Ronaldo…

C.S.



Articoli correlati


Adriese ko con Rignanese
Delta Rovigo. Parlato: “Non dobbiamo ancora guardare la classifica”
Zubin: “A Rovigo sto già benissimo” 
Il Delta Rovigo condanna l'aggressione ai tifosi
Delta Rovigo. Col Lentigione a caccia di conferme
Fine settimana di recuperi per il calcio targato Uisp

Scrivi un commento!