Home » Calcio

Finalissima per Over 35 Rovigo all’Appiani di Padova

13 maggio 2017 72 visite Stampa articolo

calcioAppuntamento all’Appiani di Padova per la finalissima del campionato Over 35 dove il Rovigo di Luca Reale scenderà in campo per centrare il settimo sigillo consecutivo.

Un’attesa sfida che vedrà protagonista Giusva Coltro, centrocampista e colonna della formazione polesana, lo stesso mediano commenta così l’impresa di aver raggiunto almeno l’obiettivo di un’altra finale: “Quest’anno è stata un po’ più difficile rispetto alle stagioni precedenti, per la prima volta abbiamo avuto meno professionisti, visto che è cambiato il regolamento (al massimo quattro in distinta). E’ stata una stagione più sudata con meno calciatori che hanno militato in B e Lega Pro. Ci hanno aiutato gli esperti come Perrone e La Cagnina, ma la forza del gruppo, pur avendo ritmi più lenti, ci ha portato in finale”. La coesione è la potenza del Rovigo Over 35. “Il gruppo è bellissimo, al di là della partita ci divertiamo a stare in compagnia”.
L’altra semifinale vede davanti Albignasego ed Internatiol Bozzolan, entrambe già battute in campionato (ma con Perrone in campo)… Quale avversario si attende sabato prossimo? “Non ho preferenze, secondo me quelli che giocano più a calcio sono quelli dell’Albignasego mentre i calciatori dell’International sono più ostici da affrontare. Più che altro in una partita secca mi preoccupa giocare di pomeriggio, con il caldo”. Prosegue Coltro: “In generale abbiamo un’età più alta degli altri ma se ci siamo tutti, anche se mancherà Perrone, abbiamo esperienza e comunque gente che corre. Siamo da tanti anni assieme e sappiamo come muoverci”. Rovigo per il settimo campionato consecutivo. “Sulla carta siamo i favoriti, però in una partita secca basta un episodio…”. Beppe Perrone (ex attaccante del Foggia e della Sangiovannese di Sarri) è il capocannoniere del torneo con una media di 2.5 reti a partita in stagione ma sarà assente per squalifica, dopo l’espulsione nella semifinale vinta 1-0 contro il Vag Padova. “Sicuramente Perrone si vede che ha giocato fra i professionisti. E’ un gran giocatore, è ovvio che ci aiuta tanto, è importantissimo ed è forte. Ha dei numeri pazzeschi e ha qualcosa in più. Noi abbiamo un grande gruppo, lui è la ciliegina sulla torta. Possiamo vincere anche senza il finalizzatore anche se sarà una grave perdita. Chi lo sostituirà però non lo farà rimpiangere”.
Per la finale il presidente-allenatore Luca Reale conta di recuperare Pedriali. La formazione dovrebbe ricalcare quella che ha battuto in semifinale il Vag Padova con Pedriali al posto di Perrone da esterno e Polo o Braggion come punta centrale. In difesa confermatissima la coppia di centrali Parlato-Gregnanin con Libralon e Maistro sugli esterni. Sul sito di Calciocafe.it è presente anche il servizio video della semifinale contro il Vag Padova all’interno della gallery dedicata proprio all’Over 35 biancazzurra.

C.S.



Articoli correlati


Manita del Granzette al Verona
Morto Mancin, superbo sul campo e uomo di grande umanità
Parlato: “Risultato giusto contro il Ravenna”
Adriese. Il nuovo allenatore è Gianluca Mattiazzi
I numeri dell’Imolese, prossima avversaria
Sale la febbre del derby !!!!!

Scrivi un commento!