Home » Calcio, Serie D

Adriese: è ancora serie “D” !!!!!!!!!

21 maggio 2017 2.414 visite Stampa articolo

calcioUSD ADRIESE 1906 – APD RIBELLE 1927      3-1

ADRIESE: Milan, Bonilla, De Gregorio (dal 42′ st De Crescenzo), Arvia, Ballarin, Colman, Matei , Lestani (dal 34′ st Castellan), Cesca, Marangon , Marcandella (dal 34′ st Dall’Ara). A disposizione: Bertasini, Di Bari, Nava, Amadio, Zanellato, Bellemo. Allenatore: Gianluca Mattiazzi.

RIBELLE: Donini, Alberighi, Lo Russo, Dall’Ara, Piscopo, Perini, Seck, Bisoli, Bernacci, Orlandi, Rizitelli. A disposizione: Carroli, Maraldi, Ciurlanti, Camorani, Petricelli, Federico, Colonello, Rufini, Mancini               All.:  Simone Groppi.   

Arbitro:  Federico Fontani di Siena (assistenti : Varrà di  Siena e Colasanti di Grosseto ).

Marcatori: 17′ pt e 42′ st Marangon, 38′ pt Cesca, 28′ st. Bernacci.

Note: Sole e temperatura estiva. Terreno di gioco in perfette condizioni, spettatori 600 circa. Angoli 2-1 per l’Adriese , recupero 1° t. 1  – 2° t. 5. Al 30′ st espulso l’allenatore della Ribelle.

ADRIA – La paura era tanta, ma la gioa a fine gara ha dissipato tutti i timori della vigilia. L’Adriese della triade Scantamburlo-Longato-Mattiazzi ha staccato il “pass” per la serie D 2017/2018. La vittoria sugli ospiti è stata limpida e meritata, anche se un brivido ha scosso la tribuna del Bettinazzi, oggi con il tutto esaurito, al 28′ del secondo tempo quando Bernacci ha trovato l’attimo per colpire sull’unica indecisione della difesa granata. La giornata odierna resterà nella memoria degli sportivi polesani (molte le presenze dai comuni vicini) per le “tre perle” offerte da Giacomo Marangon e Alessandro Cesca, gol che si vedono solo in categoria professionista, i cosidetti “eurogol”. 

Al 17′ è Cesca che apre lo spazio per Marangon, botta sicura di destro e gran salvataggio di piede del classe 99 Donini, ma il sinistro di “Jack” è micidiale per il tap-in dell’1-0-

Al 38′ questa volta Cesca fa tutto da solo, entra in area e supera come birilli due difensori infilando la rete del 2-0 tra le gambe dell’incolpevole portiere ospite.

Dopo il riposo sino alla mezz’ora circa è dominio granata, ma Bernacci riesce ad accorciare sull’1-2 riaprendo le speranze ospiti di andare ai supplementari. Ma ci pensa Marangon, con una delle sue giocate da prestigiatore, a mettere dentro il 3-1 che vale la serie D.

Gianluca Levi



Articoli correlati


A Rignano per in invertire la rotta in trasferta
Presi anche Castaldo e Zubin. Virtus Castelfranco ultima ma con tanta grinta.
Le cifre della penultima giornata di andata
Delta Rovigo si piega al Castelfranco
Rovigo Over 35 s'impone su Amatori '98
Granzette vicino alla serie A

Un commento »

  • Minestrone ha detto:

    La Società dovrebbe fare un monumento a mister Mattiazi perché ha dimostrato ciò che i più titolati predecessori non sono riusciti a fare…. COMPLIMENTI MISTER ma il calcio dimostrerà di non avere rispetto per l’impresa che hai fatto.

Scrivi un commento!