Home » Rugby

Rugby Rovigo non passa a Calvisano

I gialloneri sono campioni d’Italia
27 maggio 2017 Stampa articolo

 

rugbyUn ottimo avvio e un 12-0 dopo venti minuti non basta ai Bersaglieri per portare a casa lo Scudetto. Sono infatti i rossoblu a conquistare i primi punti della partita grazie al piede di Basson che dopo 10 minuti dal fischio d’inizio trasforma il calcio a favore per i Bersaglieri. I padroni di casa mettono pressione e confinano la squadra rodigina nella loro metà campo ma i gialloneri nonostante gli sforzi non riescono a concretizzare e Minozzi fallisce un tentativo di drop. Al 17′ arriva un altro calcio a favore per i rodigini e Basson, da più di 50 metri, riesce a centrare i pali e allungare ulteriormente le distanze. Calvisano sembra destabilizzato e i rossoblu ne approfittano, sempre con Basson dalla piazzola che al 20′ mette a segno lo 0-9. Il lavoro dell’estremo sudafricano però non è ancora finito, infatti centra nuovamente i pali al 25′. Allo scoccare della mezz’ora arriva arriva la risposta dei padroni di casa che riescono a segnare sotto i pali con l’ex di turno Lucchin. Minozzi trasforma e accorcia le distanze sul 7-12. Calvisano si fa più incisivo e prima del fischio finale riesce nel sorpasso grazie ad una meta di Andreotti trasformata da Minozzi per il 14-12 su cui le squadre tornano agli spogliatoi.rugby

La ripresa vede i Bersaglieri agguerriti, nonostante i cambi forzati di McCann e Muccignat, con Chillon che sfiora la meta dopo un grande break a pochi minuti dall’inizio. Nell’azione comunque i rossoblu ottengono un calcio a favore che Basson mette tra i pali per il 14-15. È a questo punto che i padroni di casa prendono definitivamente in mano le redini del gioco, segnando una meta da drive che spezza le corde dei Bersaglieri. Al 18′ Minozzi si rende protagonista con un intercetto e una rugbycorsa di 70 metri che lo porta a segnare la meta del 28-15. Poco prima della mezz’ora arriva un’altra meta giallonera, che sembra chiudere la partita. Minozzi comunque allunga ulteriormente le distanze sul 33-15 grazie ad un piazzato al 32′ ma è la meta di Chiesa a mettere la parola fine. Incitati dal pubblico rossoblu, i Bersaglieri riescono comunque a segnare due mete prima del fischio finale, una di Barion e l’altra di Biffi. La partita si chiude sul 43-29 e Calvisano festeggia meritatamente lo Scudetto.rugby

“Dopo il 12-0 abbiamo subito troppo la pressione del Calvisano, che oggi ha giocato veramente bene – è il commento di coach Joe McDonnell – hanno fatto meno errori, messo pressione e colto tutte le opportunità di meta, e in fondo è così che si vincono le partite di rugby. È stata una bella partita, combattuta per tutti gli 80 minuti, di alto livello: un esempio di quello che dovrebbe essere sempre il nostro Campionato. Ringrazio i ragazzi per aver lottato fino all’ultimo”.

Il capitano dei Bersaglieri, Edoardo Ruffolo, alla fine del match afferma: “Complimenti al Calvisano, ha meritato di vincere questo titolo dopo la stagione eccellente che ha fatto. Nel primo tempo siamo stati bravi e molto disciplinati per i primi 20 minuti, fino a quando i padroni di casa sono riusciti a rimettere il loro gioco sui binari giusti. Alcune cose che avevamo provato in allenamento oggi non sono riuscite, nel secondo tempo siamo stati decisamente in difficoltà, ma abbiamo comunque cercato di combattere fino all’ultimo. Ringrazio da parte di tutti i ragazzi e dello staff i nostri tifosi che non ci hanno mai fatto mancare il loro sostegno, quell’ultimo quarto d’ora in cui hanno continuato a cantare nonostante stessimo perdendo di 30 punti è stato emozionate. Grazie!”.

rugby

C.S.



Articoli correlati


Intervista ad Ivan Malfatto, giornalista de Il Gazzettino
Rugby Rovigo domani secondo test precampionato a Viadana
Rugby Rovigo Cadetta travolge Rugby Frassinelle
E’ il momento del derby: si alza il sipario per Frassinelle-Rovigo
“Andiamo a vincere, ce lo meritiamo”
Una nuova estate all'insegna del rugby con Mauro Bergamasco

Scrivi un commento!