Home » Motociclismo

Stefano Bonetti: il mio TT (Tourist Trophy 2017)

13 giugno 2017 Stampa articolo

Tourist TrophyIl Tourist Trophy (solitamente abbreviato in TT) è una corsa motociclistica che si corre, la prima settimana di giugno, sul circuito stradale dello Snaefell Mountain Course sull’isola di Man, circuito di 60,720 Km.

Gara unica al mondo per piloti estremi, pronti a tutto e dalla pericolosità elevata. Dall’anno della sua prima edizione (1907), molte vittime si sono registrate tra i piloti che vi prendevano parte, colpa di una lunghezza di 60,7 km da percorrere tra case, muretti, pali della luce e differenti condizioni climatiche, il tutto da ripetersi per più giri a seconda della categoria. Nel 2015 il numero di piloti rimasti uccisi sul circuito ha toccato quota 143, contando due morti durante la parata storica che precede la corsa, a cui si aggiungono un ufficiale di gara e due spettatori.

Tra i piloti quest’anno, ha sfrecciato nel circuito cittadino il pilota bergamasco Stefano Bonetti.

Ma vediamo un po’ chi è Stefano Bonetti:

Vincitore di dieci campionati italiani di velocità in salita, il primo nel 2001 nella classe 125, poi nel 2002 nella classe 250, nel 2004 nella classe 600 Superstock e l’anno successivo nella 600 Open, seguono poi le vittorie degli anni 2009, 2010 e 2011. Nel 2012 Stefano si è classificato secondo nella classifica finale del campionato, vincendo tuttavia tutte le gare a cui ha partecipato. Torna a vincere il campionato italiano in salita nel 2013 (classe 600 Open), nel 2014 (classe 600 Stock) e nel 2015 (classe 1000 Open). A queste vittorie si aggiungono quelle ottenute nel campionato europeo di corse su strada, dove Bonetti ha ottenuto il titolo continentale nel 2012 nella classe Supersport 600, mentre nel 2014 vince nella classe 1200. Bonetti partecipa inoltre a gare su strada anche fuori dai confini del campionato italiano e di quello europeo, come il Tourist Trophy ed il Gran Premio di Macao.

Tourist Trophy

“Quest’ anno purtroppo il TT non è andato come mi aspettavo.” Ci racconta il pilota che dopo un inizio spettacolare ha trovato delle difficoltà. Dopo un inizio eccezionale realizzando il miglior tempo nella sessione serale di venerdì 2 giugno, con la sua Paton SC Project, i problemi si sono presentati al secondo giro, dove a causa della rottura meccanica, ha dovuto abbandonar la gara, “Con la Paton invece purtroppo ho avuto parecchia sfortuna, non sono riuscito nemmeno a concludere il secondo giro… ero in seconda posizione, la moto andava bene, mi sarei giocato il podio… invece non è andata come doveva.. ho rotto un fusibile della pompa della benzina e la moto ovviamente si è spenta. Così è finito il sogno del podio” .Tourist Trophy

Tra le bicilindriche Bonetti su Paton ha sfrecciato a 187 Km/h di media ma poi al giro successivo la S1 passata la sezione di Laurel Bank ha cominciato ad avere problemi, fino a quel momento i rilevamenti lo davano addirittura in vantaggio sul giro precedente, con una prestazione nettamente migliore a quella del compagno, l’esperto Michael Rutter. Poco ha servito l’intervento di Giorgio, meccanico ufficiale del team Barni che nonostante la sua bravura e la sua disponibilità ha potuto far poco. Stefano ha preceduto Peter Hickman su KMR Kawasaki. “Il TT è differente da tutte le altre gare che faccio.- ci racconta il pilota –  Qui la moto si prepara durante le prove, ma a causa del tempo avverso abbiamo provato veramente pochissimo così non ho avuto la possibilità di fare tutti gli accorgimenti necessari. I risultati parlano da soli… purtroppo per causa di forza maggiore non abbiamo sfruttato tutto il potenziale e infatti i risultati sono quelli che sono (18 Superbike, 28 superstock e 24 senior)”.

Tourist TrophyLo spirito agonistico del TT è unico, tutti sanno che qualunque risultato sarà un successo. Una rivalità dal sapore antico, ben diverso dalle gare tipiche moderne, finite le gare e le sessioni di prova il clima è sempre di festa, il team di meccanici amici, giocosamente ribattezzatisi “Scappati di casa”, sono pronti a scaricare la tensione accumulata festeggiando con i vincitori e con i vinti. In tutto questo il supporto della Gianbo (Brand Experience Communication) è stato indispensabile, Gianluca Bozzolan e il suo team hanno contribuito alla realizzazione dell’impresa fornendo la logistica e il supporto necessario alla trasferta.

“Le aspettative ovviamente erano ben diverse, – ci confessa Stefano – il podio con la Paton e scendere sotto il mio miglior tempo con la BMW, erano li a portata di mano, invece niente è andato come doveva… ma le gare sono così, non si sa mai come va…questo è anche lo spirito del TT”
Tourist Trophy

Alla Lightweight vince Rutter con la Paton “la moto italiana”.

L’inglese fa sua la gara delle Lightweight . Trionfo italiano al TT 2017 con la Paton che si impone nella Lightweight dopo aver dominato in lungo e in largo i quattro giri della corsa col veterano Michael Rutter, 44 anni al quinto centro sull’Isola, dove aveva iniziato a vincere nel lontano 1998.

 

ONORATA LA MEMORIA – Al di là di questo il successo della S1 con Rutter è un’immensa soddisfazione per il costruttore italiano Roberto Pattoni, che ha commenttato: “Possiamo fare bene, stimo molto le capacità di Bonetti e l’esperienza di Rutter, un loro grande risultato onorerebbe all grande la memoria di mio padre, che il TT lo adorava”. Dopo che il figlio Roberto aveva visto i successi delle sue creature tra le classiche del Manx Grand Prix e del TT Classic, ora il glorioso marchio Paton coglie l’ultima gemma mancante al suo palmares: il trionfo in un TT vero e proprio. Dietro Rutter si sono piazzate le Kawasaki di Jessopp e Hickman.

Tourist Trophy

Le foto sono di Fabio Armanino, Gianluca Domenicali e iomttpics

Buono Sport a tutti.

Alessio Marini

Per rimanere sempre aggiornati su concerti, eventi e manifestazioni sportive visita il mio sito.

 

 

 

 

COPYRIGHT Alessio Marini. TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI A NORMA DI LEGGE. Sono vietati la riproduzione e l’estrapolazione di parti senza precisa autorizzazione.

Alessio Marini



Articoli correlati


Weekend di soddisfazione per il Team nuova Fcc Corse
Pregnocorse a Magione per gara quattro!
A Vallelunga in gara cinque della BotT, “vince” l’incertezza meteo
A Misano Bentivoglio si laurea campione BotT 3!
Tutti al Motor Bike Expò di Verona per le premiazioni BoTt 2016
A Misano Tinti è secondo!

Scrivi un commento!