Home » Calcio Gaelico

La grande notte del football gaelico

18 giugno 2017 Stampa articolo

calcio gealicoSTAGNHELLA (Padova) – Straordinario successo per la kermesse dedicata al football gaelico organizzata dalla Società Rugby Stanghella in collaborazione con i club Padova Paddies Gaelic Football e New Ascaro Rovigo asd che ha visto due selezioni formate da giocatori dei Paddies e dell’Ascaro GAA, rinforzate da giocatrici delle Venetian Lionesses, affrontarsi in un avvincente incontro che, a detta di tutti, ha centrato quello che  era l’obiettivo dell’iniziativa: uno spot pro football gaelico, uno sport che in soli 6 anni, da quando è sbarcato per la prima volta in Italia, ha fatto sì passi da gigante ma che necessita di eventi promozionali come quello organizzato venerdì sera a Stanghella per essere conosciuto ed apprezzato per quello che è, uno sport adatto a tutti! Di strada da percorrere ce n’è e ce ne sarà ancora tanta, ma questo nuovo progetto che sta prendendo forma giorno dopo giorno e che vede lavorare assieme i club di Padova e Rovigo supportati anche da alcune iniziative sporadiche, vista la distanza geografica, della S.S. Lazio Calcio Gaelico, non potrà che portare benefici all’ancor giovane e piccolo movimento del football gaelico nazionale. L’idea di base è quella di creare situazioni simili a questa iniziando dalle rispettive zone nelle quali operano i club interessati provando successivamente a esportare il prodotto football gaelico anche al di fuori delle “storiche” località di reclutamento per fare nuovi proseliti e magari cercando di far attecchire questo, che comunque la vediate, resta uno sport completo e straordinariamente dinamico, fisico e spettacolare. Una cosa che in realtà tutti hanno sempre cercato di fare fin dalla prima ora ma senza una vera e propria programmazione congiunta tra i club pionieri di questo sport in Italia.

In attesa che le prossime iniziative portino i loro frutti, torniamo alla cronaca di quanto accaduto venerdì sera in quello che si può definire un match sperimentale che ha visto schierate in campo due squadre di 11 giocatori ciascuna e con tre Venetian Lionesses in campo per parte. Arbitro del match l’internazionale Lorenzo Zago che prima del fischio d’inizio ha riunito le squadre a centrocampo per spiegare in un breve breafing il particolare regolamento dell’incontro che mixava regole del codice del football “Ladies” con quelle del gaelic football maschile. Un regolamento che non lascia nulla al caso e che è stato realizzato in modo da preservare l’incolumità di tutti fin nel più minimo dettaglio non-ultimo il pallone che differenza di una misura tra il gioco maschile e quello femminile e che a Stanghella sono stati alternati tra la prima e la seconda frazione di gioco. Partita piacevole fin dai primi minuti con il team Padova&Rovigo Lions Blue, composto da tutti i giocatori dell’Ascaro Rovigo GAA, da tre giocatrici delle Venetian Lionesses e da un paio di “Paddies” inseriti per coprire i buchi lasciati dagli “Ascari” indisponibili, sembra prendere più l’iniziativa anche se è l’equilibrio a farla da padrone come se le due squadre si annullassero tanto che bisognerà aspettare parecchi minuti prima di vedere segnato il primo punto arrivato dal piede di Matteo Bergher che dopo i lunghi mesi passati a curare un fastidiosissimo mal di schiena sembra tornato in una straordinaria forma fisica. Dopo il primo vantaggio i “Blue” iniziano a spingere sull’accelerarore e chiudono in vantaggio il primo tempo.

Nella seconda frazione cresce il gioco del team “Red” che mette sotto pressione la difesa “Blue” fino a trovare il gol che sommato ai 3 punti realizzati va a pareggiare i conti con i 6 points messi in carniere dagli avversari. Tutto da rifare. Il team Padova&Rovigo Blue riesce a riprendere in mano il pallino del gioco e si riporta in vantaggio di un punto fino al gol di Sarto raddoppiato da quello di Bergher, gol che spengono definitivamente le speranze di vittoria del team Rovigo&Padova Lions Red.

Poi c’è spazio solo per la festa è la cena consumata presso la nuova club hause del bellissimo e rinnovato impianto del Rugby Stanghella. Una festa in famiglia utile a rinsaldare l’amicizia tra i componenti dei due club pionieri del football gaelico italiano ed a progettare nuove iniziative comuni. A proposito di famiglia è stato curioso assistere alla sfida tra Angela Masiero, giocatrice delle Venetian Lionesses schierata nel team “Red”, e Donatello Buoso, difensore dell’Ascaro Rovigo che venerdì era schierato tra le fila del team “Blue”. I due sportivissimi rodigini, avversari in campo a Stanghella nella notte del football gaelico, nella vita sono marito e moglie e genitori di un’altrettanto sportivissimo bambino che è una piccola promessa del rugby rodigino. Un’altra strana e simpatica storia “gaelica” che colora questa incredibile avventura.

 

C.S.



Articoli correlati


Aperte le iscrizioni al primo corso per coach di football gaelico
L’arbitro “gaelico” Andrea Furlan fischia alla finale di Vienna
Gaelic Football Training Day a Stanghella
Successo del football gaelico a Stanghella
Leonesse pronte a ruggire in Repubblica Ceca
A “Paddies in sagra” si chude la prima parte della stagione dell’Ascaro GAA

Scrivi un commento!