Home » Rally

Mancin, al Valli della Carnia, tenta la scalata

Il pilota di Rivà, in gara con Michele Barison per i colori Mach 3 Sport, dopo il bel risultato del Bellunese va alla caccia di punti in Friuli per rilanciarsi in Coppa Italia
6 luglio 2017 Stampa articolo

 

rallyRivà (Ro) – La netta affermazione ottenuta nella gara test, al Rally Bellunese di qualche settimana fa, ha sicuramente rivitalizzato le ambizioni di Michele Mancin, che si appresta ad affrontare il Rally Valli della Carnia, secondo appuntamento della Coppa Italia Rally 2017, Zona 2, in programma per i prossimi 8 e 9 Luglio.

Affiancato, come di consueto, dall’esperienza di Michele Barison alle note, il portacolori della scuderia Mach 3 Sport sarà della partita con la Citroen Saxo gruppo A, sulla quale si è intervenuti nelle scorse giornate per apportare alcune migliorie al setup.

Un appuntamento, quello friulano, senza un domani: con l’annullamento del Benacus e con il solo Città di Bassano a chiudere la zona diventa ben presto chiaro come il Valli della Carnia 2017 si presenti quale crocevia chiave, per l’equipaggio polesano, in ottica campionato.

“Ci apprestiamo a questa ennesima nuova avventura rallystica” – racconta Mancin – “con la nostra Citroen Saxo che ha subito alcune modifiche all’assetto, nell’intento di adattarla quanto più possibile alle speciali del Carnia. Abbiamo apportato alcune varianti, sulla base di quanto emerso durante le ricognizioni della scorsa settimana. Ma non ci siamo limitati soltanto a questo. Grazie a Michele Barison abbiamo lavorato anche sul metodo di stesura delle note, cercando di affinare alcune situazioni, per migliorare ulteriormente l’affiatamento in abitacolo. Siamo molto fiduciosi di ben figurare, anche in virtù di una classifica e di un calendario, accorciato causa la mancanza del Benacus, che non ci dà scampo. La vittoria ottenuta al Bellunese ci ha dato morale quindi partiamo con il piglio giusto.”

Il Rally Valli della Carnia, in versione 2017, prevede quasi trecento chilometri di gara, con poco meno di novanta suddivisi in nove tratti cronometrati: l’aperitivo serale del Sabato, la “Voltois” (2,40 km), aprirà le danze ma sarà la Domenica il vero teatro della sfida.

Tre le prove speciali in programma: “Feltrone”, (6,40 km) da ripetere due volte, “Verzegnis” (11,24 km), compreso un tratto della celebre cronoscalata, e “Passo Pura” (13,50 km), che saranno percorse per tre volte ciascuna.

Una gara molto lunga e tecnica dove il driver di Rivà sarà costretto a centrare il massimo risultato, senza poter commettere passi falsi che si rivelerebbero fatali per la rincorsa alla Coppa Italia Rally 2017.

“Dobbiamo portare assolutamente a casa punti” – sottolinea Mancin – “ma sappiamo che non sarà di certo facile perchè, anche queste speciali, saranno per noi del tutto nuove, ad eccezione di un piccolo tratto di una, che ripercorre la Cronoscalata Verzegnis Sella Chianzutan, da sempre una delle mie preferite e dove ho colto importanti risultati. Il resto del percorso è molto impegnativo ma, direi, che si adatta al mio stile di guida. Mi piace particolarmente il Passo Pura, che sarà decisivo per il risultato finale, perchè si presenta abbastanza scorrevole e veloce, anche nel tratto in discesa.”

C.S.



Articoli correlati


Finotti si gioca il campionato in Slovenia
Adria Super Lap: test positivo per Mancin
Marco Luise al palo in quel di Adria
Mancin esce vincitore dal calvario del Laghi
È l'anno di Luise: secondo assoluto a Modena
San Martino da archiviare in fretta per Ravanelli

Scrivi un commento!