Home » Triathlon

Due ori allo sprint di Carmignano

In provincia di Padova Nicola Battocchio e Alice Munerato non hanno rivali nelle loro categorie; a podio anche Stefano Bruschi e Marco Bagnani. Michele Aglio si fa onore agli Italiani sulla distanza olimpica
12 luglio 2017 Stampa articolo

 

triathlonCARMIGNANO DI BRENTA (Padova) – Doppio oro per la Rhodigium Team allo Sprint di Carmignano di Brenta (Pd). Due imprese che portano la firma di Nicola Battocchio e Alice Munerato, autori degli acuti più squillanti in una giornata, quella di domenica 9 luglio, che ha visto presentarsi al via in totale 10 triatleti nerazzurri. Nel bilancio anche altri due podi e piazzamenti di prestigio colti al termine di una prova ben organizzata dalla società La Tribale lungo i 750 metri di nuoto, 20 km di bici e 5 km di corsa.

Stratosferico il tempo di Nicola Battocchio (1h03’45”) che ha dominato la categoria S3; per il campione rodigino anche un settimo posto assoluto che lo conferma ai vertici nazionali nelle medie e corte distanze. Nella categoria S4 femminile Alice Munerato ha regolato la concorrenza arrivando al traguardo in 1h25’17” e conquistando una meritatissima medaglia d’oro. Secondo gradino del podio in M5 per l’ottimo Stefano Bruschi, al traguardo in 1h17’26”. Terzo tra gli age group S1 il triathlontalentuoso Marco Bagnani che ha chiuso la sua prova in 1h10’40” confermandosi in grande crescita. Pochi secondi sono costati il podio a Gianluigi Vecchiati che si è piazzato al quarto posto in M1 grazie al crono di 1h07’59”. Dentro i primi dieci di categoria anche Stefano Bolognese, sesto in M3 (1h12’40”), e Luca Franceschetti, sesto tra gli S1 (1h13’43”). Molto buono anche il tempo di Luca Spolaore (1h22’45”), 15esimo in M1. Nonostante una sfortunata caduta in bici prima del via, che gli ha provocato diverse escoriazioni, anche Mattia Cagnoni si è meritato gli applausi finali grazie a un tempo di 1h26’44”. A chiudere il plotone Rhodigium Team è stato Giovanni Gheller, al traguardo 20esimo in categoria M3 (1h28’31”).

triathlonSempre domenica sul Lago d’Iseo si è corso il Triathlon Olimpico “Ecorace”, gara valida come Campionato italiano sulla distanza olimpica. Due gli alfieri nerazzurri che hanno tenuto alto l’onore della compagine rodigina: Michele Aglio e Piergiorgio Marchetti. Soprattutto per il primo solita prestazione maiuscola, spalla a spalla con i migliori professionisti italiani. Una prova nella quale vanno sottolineati soprattutto i progressi nella frazione di corsa, affrontata dopo una parte in bici con notevole dislivello e sotto temperature quasi proibitive. Al traguardo per Aglio un ottimo 16esimo posto di categoria col tempo di 2h26’29”. Soddisfatto della propria prestazione anche Marchetti, autore di un 2h54’01” che gli ha permesso di chiudere in 50esima piazza nella categoria M3.

C.S.



Articoli correlati


Le emozioni arrivano anche da fuori confine
Un 2016 da incorniciare
A ridosso dei grandi al “Deejay Tri”
In 200 per l'Aquathlon "Città di Rovigo"
Sempre tra i primi, anche ai Mondiali
Doppio impegno per Progetto Vista Team

Scrivi un commento!