Home » Calcio

La Camponogarese calcio ha il suo nuovo Presidente

17 luglio 2017 858 visite Stampa articolo

calcioCAMPONOGARA – Pietro Martire cresciuto tra le file del settore giovanile di Dolo, è il nuovo riferimento per la società calcistica di Camponogara, ex giocatore della squadra biancogranata ha militato nella prima squadra per ben quattro stagioni. Martire ha dovuto abbandonare la carriera agonistica in seguito ad un grave incidente nel 2004, accaduto proprio sul campo da gioco, da allora è stato costretto a vivere su una sedia a rotelle. Fino ad oggi il suo ruolo da allenatore si è alternato all’attività sociale per l’inclusione e l’abbattimento delle barriere architettoniche delle persone diversamente abili nella società.

Lo scorso 12 luglio, presso la sala consigliare di Camponogara, il motivato “Neopresidente” è stato presentato alla cittadinanza, assieme al nuovo direttivo della società. “…questo è il mio secondo tempo…” afferma Pietro. Martire non nasconde la difficoltà nella decisione della scelta di ricoprire un ruolo così importante in una società così importante. “Sarò un Presidente senza portafoglio ma con tanta voglia di fare” – continua Martire – sono stati gli ex dirigenti a chiedermi la disponibilità a diventare Presidente… ho dovuto pensarci molto, ero titubante e forse un po’ impaurito ma grazie al sostegno e al supporto di mia moglie Paola ho detto sì a questa nuova avventura”.

La squadra che affiancherà Pietro Martire vede Roberto Titone (Vicepresidente), Diego Compagno (Segretario) e Alan Favaretto, Matteo Favaro, Cristian Compagno e Jimmy Favaretto (Consiglieri).

Il neopresidente non attende a ringraziare la precedente direzione affermando: “Ringrazio il mio predecessore Segato per la fiducia che ha riposto in me, la sua squadra ha lavorato tanto e da questo voglio partire con umiltà e impegno se strafare.”.

L’impegno societario da subito è quello di rafforzare il settore giovanile e creare un gruppo che esca dai soliti schemi ormai radicati nel gioco del calcio, “Voglio insegnare ai bambini i valori dell’umiltà, sacrificio e rispetto. Il calcio è un gioco di squadra e devono imparare a stare in gruppo”.calcio

Al vaglio dello Staff Tecnico la possibilità di proporre a partire dalle squadre giovanili, dei metodi di allenamento e di cultura sportiva legati all’andamento scolastico, all’atteggiamento sportivo e al fairplay. “quello che serve alle nostre società” – aggiunge Martire – è una collaborazione attiva e concreta con le varie realtà del territorio in modo da realizzare una rete di interazioni e rendere tutti partecipi al progetto pur mantenendo la propria identità” .

Molti i messaggi di fiducia e di affetto per Pietro, anche dai social: “Caro Pietro, stasera ho avuto la fortuna e il privilegio di assistere alla tua “cerimonia d’insediamento” come presidente della Camponogarese..al di là dei complimenti (meritati!) e degli auguri di buon lavoro (sentitissimi!), voglio sottolineare quanto siamo fortunati noi “comuni bipedi” ad avere accanto una persona straordinaria come te..grazie davvero di cuore!” MB

 “Pietro è ora diventato anche presidente di quella squadra, la Camponogarese, in cui giocava in quella maledetta domenica d’aprile del 2004. 
“Mi sono ripreso la mia squadra, anche se in altre vesti.”
Un esempio per tutti, un esempio di vita.
“Oggi sicuramente sono un uomo migliore, grazie allo sport che mi fa sentire bene. Bisogna reagire e crederci, sempre…”. E arrendersi mai, proprio come ci stai insegnando tu Pietro.” ER

In bocca al lupo Pietro.

Buono Sport a tutti

Alessio Marini

Per rimanere sempre aggiornati su concerti, eventi e manifestazioni sportive visita il mio sito.

 

 

 

 

Alessio Marini



Articoli correlati


Il Delta Rovigo aspetta tra le mura amiche la Colligiana
Delta Rovigo a S.Donato Tavarnelle bello e...Fortunato
Le cifre della penultima giornata di andata
Iniziato ieri a Boara Polesine il corso allenatori 
Fortunato squalificato per una giornata.
Delta Rovigo ultima di regular season contro Poggibonsi

Scrivi un commento!