Home » Adriese 1906, Calcio, Serie D

Una bella Adriese stende l’Este

10 settembre 2017 420 visite Stampa articolo

calcioUna bella Adriese stende l’Este

USD ADRIESE 1906 – ESTE  1920   2-0 

ADRIESE: Motti, Dall’Ara, Anostini (dal 48’ st Berti), Boscolo, Ballarin, Arvia, Martino, Bellemo (dal 23’ st Chin), Rosati, Marangon, Pregnolato (dal 38’ st Aldrovandi). A disposizione: Milan, Scarpi, Nordio, Roncon, Fulchignoni, Pagan. Allenatore: Gianluca Mattiazzi.

ESTE: Lorello, Colacicco, Munaretto, Serafin, Viviani (dal 38’ st Di Federico), Florian, Rondon, Cassandro (dal 45’ pt Gilli), Faggin (dal 18’ st Fioretti), Boron (dal 18’ st Ostojic), Dei Poli. A disposizione: Magrini, Pizzolato, Pozza, Tomasini, Omeragic.  Allenatore: Michele Florindo.

Arbitro: Pierobon di Castelfranco Veneto, assistente 1: Dal Bosco di Verona, assistente 2: Battista di Pesaro

Marcatori: Bellemo al 32’ pt, Marangon al 41’ st.

Note: Cielo nuvoloso, leggera pioggia, terreno di gioco in perfette condizioni, spettatori 250 circa, ammoniti Bellemo e Anostini dell’Adriese, Rondon, Cassandro, Faggin e Boron dell’Este. Angoli 5-3 per l’Adriese, recupero 1° t 1’.   – 2° t. 5’

ADRIA – Una Adriese in gran spolvero ha fatto suo il primo “derby” della stagione con un bel 2-0 all’Este dell’ex Michele Florindo. Con un primo tempo perfetto e con due “eurogol” per tempo ad opera di Stefano Bellemo (al 32’ del primo) e Jack Marangon (al 41’ del secondo) la compagine granata guidata da Gianluca Mattiazzi ha, oggi, subito riscattato la opaca prestazione di Feltre. Priva del centravanti Sarti (fermo per infortunio) il mister chioggiotto ha “inventato” Pietro Martino esterno alto di fascia destra e Fabio Rosati “falso nove”. Da qui ne è scaturito un gran primo tempo dominato sul piano del gioco ed un secondo tempo di sacrificio e controllo quando l’Este le ha provate tutte per tentare il pareggio. Quindi una bella Adriese che ora si prepara ad affrontare due trasferte consecutive, domenica prossima a Tamai e il 24/9 a Sant’Ambrogio Valpolicella con l’Ambrosiana.

Gianluca Levi



Articoli correlati


Delta Rovigo. Dukic: “E’ d’obbligo vincere domenica”
Nichele in rosa da dicembre
Il Delta Rovigo va forte come una Ferrari d’antan
Gattoni: “Chi dice che giochiamo così male?”
Capogrosso: “Sarà difficile battere la Ribelle ma non abbiamo alternative”.
I granata double face cedono al Ravenna e fanno un passo indietro

Scrivi un commento!