Home » secondo piano, vari

Successo per Adventure River Fest

Dal 7 al 10 Settembre, lungo il fiume Piave è successo qualcosa di speciale.
25 settembre 2017 Stampa articolo

sport_variSAN DONA’ DI PIAVE (Venezia) – La prima edizione dell’Adventure River Fest si è tenuta presso il Parco Fluviale di San Donà di Piave, dando vita a un evento unico e nuovo nel panorama delle manifestazioni outdoor italiane.

Il fiume è diventato accessibile a tutti trasformandosi nel centro di tantissime attività che hanno permesso di viverlo e di vederlo sotto una nuova luce.

Il parco si è affollato di persone, diventando un luogo di incontro e confronto, un polmone verde in cui praticare svariati sport a contatto con la natura, conoscere esperti e appassionati di discipline diversissime, mettersi alla prova in attività mai sperimentate prima e divertirsi con le incredibili invenzioni di alcuni dei quaranta espositori presenti.
Ecco quindi che potrà essere capitato di vedere ciclisti pedalare sull’acqua, “funamboli” camminare su delle fettucce tese sopra il fiume o tra gli alberi del parco, danzatrici compiere figure sospese nel vuoto con i tessuti aerei, acrobati cercare l’equilibrio in coppia, sopra delle tavole o su di un Sup che galleggia sull’acqua, ragazzi saltare agilmente e superare ostacoli urbani con capriole ed evoluzioni, lasciando il pubblico a bocca aperta.

Si tratta di discipline sempre più affermate quali la slackline, l’acroyoga, l’indofit, l’aerial silk e il parkour, che, assieme allo yoga, il trail running, la bici, lo street workout, il nordic walking e la canoa, hanno registrato un importante numero di iscritti e, soprattutto, feedback positivi ed entusiasti da parte dei partecipanti.

Le attività sul fiume hanno destato molto interesse con le prove gratuite di mezzi ecologici sull’acqua sempre affollate e le uscite di canoa e kayak, organizzate in collaborazione con I Love Piave e Barbasso Nature&Culture, tutte sold out.
Lo Yoga, l’Acro Yoga e le discipline legate alla propriocezione e all’equilibrio hanno visto corsi e lezioni svolgersi per tutto il giorno e proseguire, all’interno del villaggio del festival, con stand dedicati alle campane tibetane, alla musico terapia e ai massaggi Zen.

Tanti gli interessati al mondo della Slackline: un centinaio di ragazzi da tutta Italia e anche dall’estero hanno partecipato al primo Piave Waterline Meeting, campeggiando in riva al fiume per 4 giorni e trasformando la golena in un fantastico parco giochi per slackliners.

Grande successo per alcuni highlights di questa prima edizione come la River Night Run, affascinante uscita al tramonto non competitiva: oltre 200 runners di corsa lungo gli argini del fiume in notturna dotati di luci led frontali, in compagnia del Team di Oll Scars e dell’Ultra Trailer Michele Evangelisti.sport_vari

Cuffie Led, invece, per i più di 160 che hanno affollato gli allenamenti di Street Workout e che, guidati dalle palestre Oasi e Funtime, sono partiti dal Parco per arrivare fino al centro della città, dove, oltre a essere installate un paio di spettacolari Highline, si sono tenuti anche un meeting e un contest, organizzati dalla Side Motion Crew, che hanno visto la presenza di alcuni tra i più grandi campioni di Parkour a livello nazionale.
La bici, è stata protagonista nella giornata di Sabato 9 settembre con diversi appuntamenti dedicati al mondo delle due ruote.

BikePackers – La Piave River è stato un viaggio sui pedali nel cuore del territorio che, lungo La Piave, si sviluppa fino al mare.

Sui tre percorsi (50, 100 e 160 km) tracciati da Marco Da Villa e Tatiana Ferretti, si sono cimentati più di 200 ciclisti tra cui anche il Sindaco di San Donà Andrea Cereser.

Le parole di Caterina Borgato, eccezionale Tester sulla 160K, confermano l’entusiasmo di chia ha preso parte alla pedalata: “La traccia è un viaggio, l’avete fatta in modo che si capisca la realtà vera, per chi la vuole capire, di quella terra. La costante presenza del fiume prima e della barena poi, è come un viaggio nel silenzio. Non so se sono riuscita a spiegarmi. Oggi è stato magico“.

sport variUna vera e propria avventura nella natura, fatta di sorrisi, fatica e sudore, una scoperta di colori, odori, sapori e gusti, un modo di vivere la bici in compagnia, ognuno al proprio ritmo.
La serata è proseguita con la Family Bike Evening, che ha permesso anche ai più piccoli di vivere un’esperienza divertente pedalando lungo le rive del Piave, grazie alle guide di Magicabike.
Approfondimenti e incontri si sono tenuti durante tutti i giorni dell’evento trattando i più diversi temi.

Si è parlato di corsa e di sfide con l’ultra trailer Michele Evangelisti, di cucina vegana con la chef Francesca Gregori, de “La Bici Felice” con l’autore Lorenzo Parolin, e di tantissimi argomenti di vita con lo scrittore Francesco Vidotto, prima intervistatore d’eccezione nel collegamento in diretta dal Perù con Happy Family Biocycling, e poi oratore magnetico e affascinante nel raccontarsi davanti al pubblico.

Il festival, che già di per se è stato uno spettacolo, ha avuto anche diversi momenti di intrattenimento molto emozionanti, come i concerti sulle rive del Piave di Tolo Marton, organizzato dall’associazione Passaparola, e della Marco Boccola Cloud Band, il cinema all’aperto con la selezione di cortometraggi di Adventure Outdoor Fest, la performance di Body Painting organizzata da Zenit, le evoluzioni di Acro Yoga e di Parkour e, infine, le esibizioni da brivido di Aerial Silk e di Slackline in Piazza Indipendenza, sotto la bellissima cupola in vetro del Centro Culturale Leonardo Da Vinci e sotto il Ponte della Libertà.sport vari

Un evento nuovo che fin dalla sua prima edizione è riuscito a creare la giusta atmosfera, grazie anche alla partecipazione a ai sorrisi di un pubblico interessato ed entusiasta, sia che fosse presente per prendere attivamente parte a qualcuno dei numerosi appuntamenti in programma, sia solo ad osservare cosa accadeva lungo il fiume.

Un ringraziamento speciale va ad ATVO per il supporto e per il servizio di navetta gratuito dell’evento, a Bellini Canella per gli aperitivi e per le splendide T-Shirt omaggiate ai ciclisti, a KB promotion per le maglie ufficiali del Festival, a Vaude, Ferrino, Tentsile, Spider Slackline e Slackactivity per i materiali che hanno permesso di realizzare un variopinto Adventure Camping e il parco delle Slackline. 

Si ringraziano anche Fresco & Vario, Manuel Caffè, Barbaran Vini, L’Antica Quercia, La Tavernetta e tutti i partner “gourmet”, che hanno reso più lieti i momenti di ristoro.

E infine grazie allo Staff, a tutti gli espositori presenti, ai media partners, alle associazioni e agli amici del festival, tra cui I Love Piave e Beescover, parte del progetto europeo Across The Blue, che hanno reso questa edizione indimenticabile. 

C.S.



Articoli correlati


Le “Giornate dello sport” portano lo sport in classe
Coni: Confermato Bardelle, eletta la giunta
Lucio Taschin riconfermato alla guida del Coni Point di Rovigo
"Muovimondo", passerella conclusiva con oltre 500 ragazzi in festa
Adventure River Fest 2017 - #downtotheriver
2° Campionato Nazionale ANA Unità Cinofile di Soccorso a Lessinia

Scrivi un commento!