Home » basket, femminile, secondo piano, serie B

Per Silvia Favaro il basket è: condivisione, umiltà, sacrificio.

19 ottobre 2017 Stampa articolo

 basketContinuiamo con la conoscenza delle cestiste della Rhodigium Basket, dopo Giulia Pegoraro abbiamo intervistato la capitana della squadra Silvia Favaro che indossa la maglia numero 10 ed una delle giocatrici “storiche” del sodalizio presieduto da Paola Galasso

 Che cosa ti ha spinto a giocare a basket?

Avevo sette anni e avevo preso una cotta per un compagno di classe che giocava a basket. Cercavo di poter passare più tempo possibile con lui. Quando seppi che il suo sport preferito era il basket, fu anche il mio. Quando andai in palestra il primo allenamento mi lanciò una pallonata in faccia. Così finì il mio amore per lui ed iniziò quello per il basket.

Se non avresti giocato a basket che cosa avresti fatto?

“Avrei fatto conservatorio”.
 Nel gruppo come ti trovi?

“Per me il gruppo è fondamentale, ho deciso di continuare a giocare a Rovigo perché mi trovo bene con le ragazze. Siamo amiche, ci conosciamo tutte da anni. C’è la giusta sintonia in campo e fuori. Ho molta fiducia nelle mie compagne e credo molto in tutte le persone della società che stanno lavorando per noi”.

Oltre al basket hai fatto qualche altro sport?

“Ho fatto nuoto, ginnastica ritmica e pattinaggio artistico. Una volta cominciato il basket sentivo di aver trovato qualcosa che mi piaceva veramente e non ho più sentito il bisogno di provare altri sport”.

Per te che cosa significa pallacanestro?

“Per me la pallacanestro è:

Divertimento: giocare mi rende felice e spensierata; quando difendiamo bene, facciamo canestro, vinciamo una partita o perdiamo con onore, vedere la mia squadra felice, provo una grande soddisfazione e mi sento motivata in quello che faccio.

Condivisione: di spazi, palloni, valori e obiettivi.

Umiltà: apprezzare la propria compagna, preoccuparsi per la squadra, accettare i consigli e sempre le decisioni del proprio coach.

Sacrifici”.basket

Qual è il palazzetto più bello dove hai giocato nella tua carriera?

“Ho avuto il piacere di giocare contro squadre di Schio e Venezia al Taliercio e al Palacampagnola, palasport molto belli e importanti per il basket femminile”.

Oltre ad essere impegnata nella squadra che altro stai facendo?

“Sto facendo la tesi della triennale, faccio babysitter, lavoro come segretaria e sono impegnata come volontaria”.

Quali sono i tuoi hobby?

“Passeggiare il mio cane; cucinare; film e letture; giocare in campetto”.

 Che cosa non vorresti sentirti dire dal tuo coach?

“In tanti anni che gioco mi sono state dette cose che non sempre mi sono piaciute, le ho affrontate e ne ho fatto esperienza”.

Che cosa vorresti sentirti dire dal tuo coach?

“Tutto quello che serve per migliorare è sempre ben gradito”.

Quali sono le tue prime sensazioni dopo queste prime partite?

“Siamo una squadra che sta trovando il proprio equilibrio in questo campionato, per noi nuovo, e abbiamo grande margine di crescita. Sabato scorso abbiamo vinto in casa una partita molto importante contro Riva. Grinta e determinazione ci hanno permesso di vincere contro una delle favorite del campionato. È stata davvero una bellissima partita e con un gran bel pubblico. Emozionante”.

basketSecondo te quali sono tre punti di forza della squadra?

“Unione, determinazione e il nostro spirito combattivo”.

Quali i punti deboli?

“Ci sono tante cose che si devono migliorare, come la percentuale al tiro, ci alleniamo per questo”.

Letture preferite?

“Siddharta di Hesse, Racconti incompiuti di Tolkien, Elogio dell’amore Alain Badiou”.

Musica preferita?

“Le mie preferenze vanno dal cantautorato italiano (De Andrè, De Gregori, Dalla), poi qualche gruppo come Led Zeppelin, AC/DC, Metallica… alla musica classica/ opera lirica (Mozart, Rossini, Debussy, Stravinskij)”.

Iole Sturaro



Articoli correlati


Rhodigium Basket cala anche il poker
Il Basket Porto Tolle festeggia il debutto casalingo
Rhodigium Basket affonda Birolo S.Martino Lupari
Bussana Basket conquista Villatora
Rhodigium Basket asfalta Chioggia
Rhodigium cerca ancora punti con Omina Costruzioni

Scrivi un commento!