Home » Calcio Gaelico

Europa dolceamara per i polesani

28 ottobre 2017 Stampa articolo

calcio gaelicoMAASTRICHT – L’edizione 2017 del Croke Park European Gaelic Football Championships è stata la più frequentata delle ultime stagioni. Lo dicono i numeri dell’evento: 6 i campi da gioco usati dagli oltre 700 atleti delle 50 squadre provenienti un po’ da tutta Europa, Russia compresa; 112 gli incontri giocati dalle 8.30 alle 19.15; 10 arbitri internazionali utilizzati; almeno un centinaio i volontari che hanno lavorato alla buona riuscita dell’evento. Una macchina organizzativa complessa che ha funzionato come un orologio, basti infatti pensare che alla fine del torneo il ritardo accumulato sul programma è stato di circa una trentina di minuti!

C’era anche un po’ d’Italia a Maastricht sabato 21 ottobre scorso, un po’ di Nord Est ed un po’ della Capitale, una piccolissima porzione di un Paese nel quale il football gaelico è uno sport di nicchia sconosciuto ai più. Arrivato quasi per caso solo 6 anni fa, in così poco tempo ha saputo comunque ritagliarsi spazi interessanti anche a livello internazionale regalando ai suoi protagonisti davvero tante soddisfazioni. Il “Belpaese” a Maastricht era rappresentato dalle squadre del Padova Gaelic Football e dellaS.S. Lazio Calcio Gaelico che, alla fine di un torneo ben giocato, ha aggiunto il proprio nome nell’albo d’oro della competizione “Junior B”, categoria già vinta dal Padova nell’edizione del Championship giocata ad Athlone, in Irlanda, nel 2013 e dall’Ascaro Rovigo GAA nel 2014, sempre a Maastricht.

Molto sfortunato invece il torneo dei Paddies che questa volta non sono purtroppo riusciti ad esprimere il loro gioco ed hanno chiuso l’avventura incassando tutte sconfitte. Tra le fila dei biancoscudati era presente anche un rodigino DOC come Donatello Buoso, unico rappresentante dell’Ascaro Rovigo in terra olandese:<<Per me è stata un’esperienza importante – afferma Buoso – Mettersi in gioco a questi livelli non può far altro che arricchire il bagaglio tecnico di ciascuno di noi. Questa volta non ho potuto condividere questo importante momento con i miei compagni dell’Ascaro ma ho potuto comunque dare il mio contributo ai ragazzi del Padova che, nonostante le ben note rivalità di “campanile”, posso confermare essere davvero degli ottimi amici con i quali poter condividere molto, soprattutto esperienze come queste utili alla crescita dell’intero movimento del nostro football gaelico>>.

Pur indossando una maglia diversa, Buoso ha dato come sempre il massimo. Un contributo alla causa che purtroppo però non è servito ad evitare una serie di episodi sfortunati che hanno portato i Paddies a chiudere il Championship a testa alta ma, purtroppo, con zero punti nella classifica del girone. Primi tempi ben giocati, seguiti da inspiegabili blackout e cali di tensione nelle seconde frazioni di gioco, hanno portato infatti le sconfitte con Parigi “B” (0-7 / 0-4), con Dusseldorf (1-6 / 1-0) e con la franchigia francese del Lille/Nava (4-3 / 3-1) nella finalina per il terzo posto.

Meglio è andata invece alla S.S. Lazio che nel proprio raggruppamento, dopo l’esordio con sconfitta (1-4 / 4-4) nel match giocato con la franchigia francese Rennes “B”/Nantes, ha asfaltato la franchigia multinazionale Mosca/Maastricht (3-12 / 1-4) conquistandosi così il diritto di disputare la semifinale con gli Slovaks di Bratislava. Partita combattuta e molto equilibrata vinta di misura  (0-7 / 0-6) dai bancoazzurri che approdano così alla finale Junior B dove hanno incontrato i francesi del Guérande. E’ un’altra battaglia avvincente giocata punto a punto fino al gol laziale che ha scavato il solco. Col risultato di 1-6 / 0-5 la Lazio è campione d’Europa “Junior B”, un risultato insperato alla vigilia ma che rende merito al team del capitano Sergio Corsini.

Un po’ di biancazzurro ha colorato anche il torneo “Shield” riservato alle ladies che ha visto la multinazionale S.S. Lazio/Praga/Mosca imporsi in finale (4-5 / 1-1) sulla franchigia franco-svizzera del Clermont/Zurigo. Sempre tra le ladies da registrare il record di titoli continentali conquistati nel “Championship A”, il massimo livello del football gaelico femminile a livello europeo, dal team Belgio “A” arrivato in finale, dopo un percorso netto fatto di tutte vittorie, per affrontare le spagnole del A Coruna. Un gol e 5 punti (8) non sono bastati alle spagnole per contrastare i 14 punti realizzati dalle ragazze dello squadrone belga che ancora una volta, ed è la decima volta consecutiva che accade, si aggiudicano il titolo di campionesse d’Europa.

C.S.



Articoli correlati


Aperte le iscrizioni al primo corso per coach di football gaelico
Gaelic Football Training Day a Stanghella
Leonesse pronte a ruggire in Repubblica Ceca
Stanghella Gaelic Football Night
A settembre l’Italian Summer League di Football Gaelico
Va alla S.S. Lazio la prima Italian Summer League

Scrivi un commento!