Home » basket, femminile, secondo piano, serie B

Per Chiara Turri il basket è divertimento

28 ottobre 2017 Stampa articolo

basketChiara Turri fa parte del gruppo storico della Rhodigium Basket ed indossa la maglia numero 8, è uno dei play della squadra rodigina, impariamo a conoscerla.

Che cosa ti ha spinto a giocare a basket?

“Fino alla prima media ho praticato pallavolo, però mi annoiavo e i miei compagni di classe e amici giocavano a basket. Un giorno presi coraggio e andai a provare un allenamento con loro;nonostante fossi l’unica femmina, ne fui da subito contenta”.

Se non avessi giocato a basket che cosa avresti fatto?

“Avrei fatto calcio. I miei fratelli maggiori lo praticavano e ho sempre giocato con loro nel giardino di casa”. 

Nel gruppo come ti trovi?

 “Molto bene, siamo una grande famiglia con la quale condividere esperienze sia fuori che dentro il campo”.

Oltre al basket hai fatto qualche altro sport?

“Ho giocato a pallavolo ma non ero molto contenta perché mi annoiavo”. 

Per te cosa significa pallacanestro?

“Pallacanestro per me è DIVERTIMENTO”.basket

Qual è il palazzetto più bello dove hai giocato nella tua carriera?

“Il nostro palazzetto che anno dopo anno vedo sempre più pieno. mi fa sorridere il fatto che i bambini, e non solo, non vedano l’ora di sentire la sirena finale per sfrecciare in campo per fare qualche tiro a canestro”

Oltre al basket cosa fai?

“Lavoro da tre anni in una società che si occupa di elaborazione dati contabili e studio Diritto dell’economia a Rovigo, sono al terzo anno”.

Quali sono i tuoi hobby?

“Non ho hobby particolari”.

Che cosa non vorresti sentirti dire dal tuo coach?

“Mauri detesta il mio passaggio baseball, non mi pace quando mi dice Smettila con quel passaggio”.

Che cosa vorresti sentirti dire dal tuo coach?

“Nulla in particolare, basta che sia costruttivo”.

basketQuali sono le prima sensazioni dopo queste prima partite

 “Pur essendo neopromosse in questa nuova categoria ci siamo ben inserite, lavorando intensamente ci toglieremo delle soddisfazioni”.

 Punti di forza della squadra?

“Secondo me il punto di forza che riassume quello che siamo, è rappresentato dal fatto che ci conosciamo bene. So bene quali sono i miei punti deboli, e quali quelli delle mie compagne di basket. Una volta che l’allenatore sa come gestirci, usando le particolarità di tutte, siamo inarrestabili”

 Letterure preferite?

“Non ho molto tempo per la lettura libera, gli unici libri che leggo per il momento sono quelli dell’università”. 

 Musica preferita?

“Mi piacciono molto i Red Hot Chili Peppers, I Sum 41, Imagine Dragons e la musica italiana”.basket

Iole Sturaro



Articoli correlati


Rhodigium Basket: dodicesima vittoria
Mini basket, la Rhodigium Basket semina la passione per la palla a spicchi.
Rhodigium Basket piega la Piovese
Il Bussana si aggiudica l’andata dei play off a Piazzola
Csi- Rhodigium Basket sottomette l'Euganea
Rhodigium va a far visita al Monfalcone

Scrivi un commento!