Home » serie B, Volley

Alva Inox vittoria tranquilla

29 ottobre 2017 Stampa articolo

Svolleyuccesso per 3-0 dell’Alva Inox Delta Volley sul Volley Treviso nella terza giornata del campionato di Serie B Maschile. Complice anche qualche defezione, probabilmente non la miglior prestazione stagionale della squadra di Mario Di Pietro, brava comunque a portare a casa il risultato pieno che ci si augurava alla vigilia.

La formazione iniziale del Delta Volley: Bosetti alzatore e Perini opposto, centrali Masiero e Trolese (out Luisetto), Cuda e Dordei attaccanti da posto quattro, Fusaro primo libero. Michele Zanin, tecnico di Treviso schiera Tonello-Venturini in diagonale, centrali Dal Col e Basso, schiacciatori Pol e Novello, libero Santi.. Arbitrano l’incontri i signori Luca Costantin di San Donà di Piave e Thomas Michael Boscaro di Mira.

Più convincente (e meno fallosa) Treviso in avvio (4-6). Dordei (5-6) e Trolese (7-7) suonano la sveglia, Cuda ci aggiunge un ace giusto per ribadire il messaggio (9-7). Quindi, a tenere a bada gli ospiti – per nulla domi – due doppiette: quella di Masiero (attacco-battuta vincente) per il 15-12 e quella di Dordei (due pipe) per il 17-12. Una sequela di errori ospiti in battuta spiana la strada a Porto Viro, che nel frattempo svuota la panchina (dentro Andrea Di Pietro, Lamprecht e Gallo): 25-19, 1-0Alva Inox. Secondo set, Fregnan rileva Fusaro (acciaccato) nel ruolo di libero. Il primo solco significativo lo scava Masiero con il rigore del 7-4 e il succesivo muro dell’8-4. Gioco che non scorre fluido su entrambi i fronti, Treviso ne approfitta per pareggiare sul turno in battuta di Dal Col (11-11). Dordei (14-13), Bosetti (muro del 15-13), Perini (16-13) e Cuda (17-13) rimettono le giuste distanze, Venturini (17-15) e Basso (ace del 17-16) provano a spaventare ancora il Delta, ma è un fuoco di paglia, perché il servizio di Masiero diventa l’arma in più dei padroni di casa (22-16). Finale di frazione (quasi) con il pilota automatico attivato: 25-21, 2-0. Due cambi ad inizio terzo set: Porto Viro sostituisce Cuda con Lamprecht, Treviso inserisce Zanatta per Dal Col. Squadre a braccetto (Dordei e Lamprecht i migliori tra i deltini) finché gli ospiti non mordono con il muro di Novello (6-8). L’Alva Inox reagisce di nervi prendendosi un contro break di vantaggio grazie ai muri in serie di Trolese e Perini (11-9). Non basta, Treviso (che intanto si affida a De Giovanni in regia, out Tonello) resta alle calcagna dei padroni di casa più che può, piegandosi solo a pochi metri dal traguardo, tradita dai suoi attaccanti: 25-21, 3-0 Delta Volley.

Le parole di Mario Di Pietro, tecnico dell’Alva Inox: “Sicuramente Treviso è una squadra con grandi prospettive, cui vanno fatti i complimenti. Noi non abbiamo giocato una bella pallavolo, forse non eravamo concentrati al massimo e di questo mi assumo in parte la responsabilità, ma abbiamo avuto anche delle defezioni, prima e durante la gara, che ci hanno condizionato. Sono stati bravi i giocatori subentrati in corso a contribuire a questa vittoria per 3-0, il risultato che volevamo”.

C.S.



Articoli correlati


Fruvit aspetta Villades tra le mura amiche
Lux Volley s'impone sulla Vitality
Fruvit torna con 3 punti pesanti da Villa Vicentina
Mdf-Sport a supporto delle atlete Project Star Volley
Fruvit si confronta con Tecnovap Verona
Per il Project Star Volley, prima vittoria rimandata in Under 16.

Scrivi un commento!