Home » Calcio a 5, Femminile

Granzette cede di misura alla leader

7 novembre 2017 Stampa articolo

 

calcioGRANZETTE – Flaminia Fano 1-2

GRANZETTE: Celii, Iaich, Vannini, Paolucci, Sinigaglia, Costa, Di Tavi, Andreasi, Longato, Piccinardi, Varotto, Grandi. All. Bassi.

Flaminia Fano: Berti, Borgogelli, Centola, De Michele, Faccani, Falcioni, Giovanelli, Magnanti, Mencaccini, Spelta, Verri. All. Imbriani.

ROVIGO – La quinta giornata del campionato di Serie A2 di calcio a 5 femminile ha visto il Granzette ospitare la Flaminia Fano, squadra meritatamente in testa alla classifica e con obiettivi sicuramente diversi rispetto alle neo promosse  rodigine; purtroppo nonostante il bel gioco non sono arrivati i tre punti per la squadra del presidente Verza, 2-1 il risultato finale ma merito va dato alle padrone di casa per aver provato ad agguantare almeno il pareggio fino al triplice fischio.

Un inizio partita di studio per entrambe le formazioni, con il Granzette che tenta con il giropalla di trovare spazi e la Flaminia di ripartire pressando alte quasi a tutto campo.

Al sesto minuto è Mencaccini a trovare la rete del vantaggio ospite: la numero 6 riesce a portare palla e sola davanti a Celii sigla l’1-0.

Il Granzette non si lascia intimorire dallo svantaggio e continua ad offrire ottime giocate di squadra rendendosi pericoloso con Di Tavi che di testa mette a lato sfiorando il palo su un bel pallonetto di una compagna.

Le marchigiane mostrano al  numeroso pubblico ottime giocate individuali, frutto per alcune di un passato nella categoria élite del calcio a 5 femminile, ma le neroarancio, eccezionalmente di verdi vestite, riescono a contenere le avversarie sia come singole ma soprattutto come squadra. Addirittura allo scadere della prima frazione di gioco Andreasi, ben servita da Longato, si rende pericolosa arrivando in scivolata direttamente in porta: la numero 8 rodigina entra in porta ma la palla, grazie ad un miracolo delle avversarie, rimane sulla linea letteralmente murata dal corpo di avversarie ed Andreasi stessa.

Il Granzette è in partita e prova ad alzare la pressione per tentare un recupero palla più veloce; questo porta ovviamente anche un esporsi alle ripartenze avversarie. Infatti la Flaminia si rende pericolosa in più occasioni, ma le padrone di casa riescono a chiudersi e a ripartire con Longato che al 8’ si invola sola contro l’estremo difensore Faccani la quale in uscita nega la gioia del pareggio al bomber rodigino.

Nel capovolgimento di fronte, su palla in uscita da un calcio d’angolo è sempre Mencaccini a punire il Granzette: la marchigiana trova uno spiraglio in area e di sinistro mette la palla nell’angolino opposto dove Celii non può arrivare siglando così la rete del 2-0-.

Il doppio svantaggio non fa diminuire i ritmi, ed il Granzette trova quasi subito il gol con Andreasi servita dalla banda destra da Di Tavi. 

Il pubblico di casa, numerosissimo e da far invidia a tante squadre maschili, si fa sentire e carica le atlete in campo che lottano su ogni pallone creando azioni pericolose davanti a Faccani: prima la numero uno para deviando in angolo un tiro di Longato e poi su punizione di Andreasi è una compagna respingere la palla sulla linea di porta.

Il Granzette ci prova fino all’ultimo ma la sirena è impietosa e non lascia scampo, la Flaminia porta a casa tre punti d’oro per la classifica mentre le ragazze della Marzana devono accontentarsi dell’ottima prestazione, e restano al terzultimo posto con 4 punti.

Non c’è tipo per disperarsi, tutto lo staff è fiducioso e certo che la strada da seguire è quella giusta, fatta di lavoro e sacrificio, già a partire dalla prossima partita dove il Granzette volerà in terra Sarda, precisamente a Sassari, per affrontare la Torres c5, squadra al quarto posto in classifica. 

 

C.S.



Articoli correlati


Granzette sconfitto dal Noale
Granzette un pareggio che soddisfa
Uisp, finali: calcio a 5 femminile
Granzette pronta ad iniziare
Trecenta coglie un difficile successo
Manita del Granzette alla Decima Sport

Scrivi un commento!