Home » Coni

“Sport veneto in festa 2017”

Anche lo sport rodigino protagonista con riconoscimenti a Vittorio Cogo, Piero Ambretti e Bsc Rovigo
1 dicembre 2017 Stampa articolo

coniSTRA (Venezia) – Tra i maestosi affreschi del Tiepolo che decorano la splendida Sala delle feste di Villa Pisani a Stra, sabato 25 novembre si è tenuto l’annuale appuntamento con “Sport Veneto in Festa 2017”. Un evento che, come da tradizione, ha messo in risalto i tanti titoli mondiali conquistati nell’anno in corso dagli atleti veneti, ma che ha visto anche Rovigo ritagliarsi un ruolo importante.

“Come negli anni passati, il Veneto si conferma ai vertici dello sport nazionale e internazionale, e la premiazione di ben 12 campioni del mondo in diverse discipline è l’ennesimo segnale positivo di quanto la nostra regione riesca a essere competitiva – sottolinea il presidente del Coni Veneto Gianfranco Bardelle – Contiamo oltre 460.000 iscritti alle federazioni, 12.000 società sportive e più di 160.000 volontari che ogni giorno si impegnano per far crescere lo sport veneto. Non dobbiamo mai dimenticare che la cultura sportiva è fondamentale per i nostri giovani, non solo in termini di benessere fisico ma anche per tenerli lontani da fattori di rischio sociale. Lo sport garantisce un risparmio anche alla sanità pubblica riducendo il pericolo di avere problemi di salute, inoltre in una regione come la nostra, con mare e montagne bellissime, il turismo legato allo sport costituisce un traino importante per tutta l’economia veneta”.

Piero Ambretti

In un contesto di questo tipo anche Rovigo recita la sua parte con profitto. “Come Belluno, anche la provincia di Rovigo sta crescendo molto in termini di sport – prosegue Bardelle – C’è grande impegno da parte del Coni Point di Rovigo. La soddisfazione più grande sta nel fatto che oggi non ci sia un Comune polesano senza almeno una società sportiva. Un risultato davvero importante”.

Tornando a “Sport Veneto in festa”, sono tre i riconoscimenti consegnati a uomini di sport e società sportive della nostra provincia nel corso della cerimonia di sabato. Il premio “Una vita per lo sport” è andato a Vittorio Cogo, figura tra le più illustri del rugby rodigino. Giocatore dal 1951, consigliere della Rugby Rovigo dal 1957, poi anche consigliere della Federazione italiana rugby dal 1977 al 1984 con incarico di vicepresidente; nel 1991 è stato nel Comitato organizzatore dei Campionati del mondo universitari svoltisi in Francia e Italia. Nel mezzo una brillante carriera forense come avvocato.

Vittorio Cogo

Anche la scuola rodigina ha avuto il suo premio grazie al riconoscimento “Sport e scuola – Premio Paolo Carraro” andato al professore Piero Ambretti. Referente per l’educazione fisica dell’Ufficio scolastico polesano fino allo scorso anno scolastico, Ambretti è anche ideatore del sito web dedicato alla promozione dell’attività sportiva scolastica territoriale, ma soprattutto ha rappresentato e rappresenta tuttora un prezioso alleato del Coni Point di Rovigo in tutte le attività proposte nel mondo scolastico.

Per quanto riguarda i risultati sportivi, “Sport Veneto in festa” ha dedicato una meritata passerella anche a tutti le squadre che si sono distinte nella finale nazionale del Trofeo “Coni Kinder+Sport” dedicato agli Under 14 e tenutosi a Senigallia. Tra queste anche il Baseball & Softball Club Rovigo che ha conquistato l’argento nel torneo di softball misto, sfiorando la vittoria nella finalissima. In totale la manifestazione ha richiamato 38 tra federazioni e discipline associate, 150 ragazzi e 50 accompagnatori. Dopo la vittoria del 2016, il Veneto quest’anno si è piazzato al quarto posto nella classifica generale dietro a Lombardia, Lazio e Piemonte.baseball

C.S.



Articoli correlati


Coni: si rinnova la squadra dei fiduciari
“Fratelli di sport”
“Campione in classe”
Anche il fisco può diventare “amico”.
Stra: Premiati i migliori atleti veneti
“I nuovi bisogni dello sport”

Scrivi un commento!