Home » serie B, Volley

Alva Inox Delta Volley: sfida con il fanalino di coda Padova

7 dicembre 2017 Stampa articolo

 

volleyPORTO VIRO – Prima contro ultima, l’unica squadra imbattuta del girone contro l’unica a non aver ancora vinto una gara. Tutto fa pensare ad una partita in discesa per l’Alva Inox Delta Volley: sabato 9 dicembre, alle ore 21, la squadra di Mario Di Pietro sarà di scena sul campo della Kioene Padova, fanalino di coda del girone C di Serie B Maschile. Guai, però, a giocare questo match soltanto “a parole”. Sulla carta non ci dovrebbe essere storia, sul campo si vedrà.

Padova è una formazione giovane e per questo imprevedibile. Fin qui i ragazzi di coach Fabiano Cecchinato hanno messo in cascina soltanto due punti, strappati a Treviso (altra formazione “baby” del campionato) e Cordenons, rispettivamente, alla sesta e alla settima giornata. Segnali di crescita, comunque, rispetto al “deserto” di inizio stagione (cinque partite consecutive senza fare punti), anche se nell’ultimo turno i bianconeri sono incappati in un nuovo passaggio a vuoto, perdendo 3-0 in casa di Silvolley.

Al di là di numeri e statistiche, il monito per la capolista Delta Volley è chiaro: guai a sottovalutare l’avversario. “Sulla carta si tratta di un match più che abbordabile, ma sappiamo che ogni partita fa storia a sé – avverte Carlo Trolese, centrale dell’Alva Inox –. Padova è una squadra giovane, di spessore fisico e tecnico, e si presenterà molto aggressiva in campo. Dobbiamo approcciare la gara con concentrazione e cinismo per portare a casa altri tre punti fondamentali, sia per la classifica che per il morale. Battendo Trieste domenica scorsa abbiamo mandato a tutti un messaggio di grande unità e forza, dimostrando di essere al di sopra delle tante chiacchiere che girano intorno alla squadra in queste settimane. E ci siamo riusciti facendo ciò che ci riesce meglio: giocare e vincere. Come vivo la competizione con gli altri due centrali in rosa? È la prima volta che mi trovo in una situazione simile – prosegue Trolese –, ma il confronto con un atleta di carisma ed esperienza come Valerio (Masiero, ndr) ed un talento cristallino come Michele (Luisetto, ndr) è per me uno stimolo in termini di impegno e competitività, che naturalmente deve essere sempre vissuta in maniera positiva e costruttiva”.

C.S.



Articoli correlati


Fruvit vince l'amichevole contro Liverani Lugo
Project Star Volley sale in terza posizione
Fipav si rinnova: tutto pronto per le elezioni
Beng esordio casalingo con tre punti
Under 14 Project Star Volley piega San Pio X
Per il Project Star Volley, prima vittoria rimandata in Under 16.

Scrivi un commento!